Notizie | Commenti | E-mail / 00:57


La psicologia del tradimento, come capire se il vostro partner vi tradisce

Scritto da il 13 luglio 2009, alle 03:38 | archiviato in Cronaca, Fil di ferro, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

tradLa cronaca locale di questi ultimi giorni, evidenzia come gente apparentemente normale, uomini e donne senza troppi grilli per la testa in realtà nascondono una doppia vita. Il vicino della porta accanto o peggio ancora il vostro partner, potrebbe nascondere una doppia vita sentimentale. Allora per evitare di allargare in altezza le porte di casa, naturalmente per via delle corna che crescono inesorabilmente sopra la vostra testa, scopriamo alcuni consigli per capire se il vostro partner è veramente fedele.

Una volta il tradimento non era un atto privato, che nasceva e finiva all’interno della coppia: se era la donna a tradire, si parlava addirittura di crimine. Fino a meno di cinquanta anni fa, in Italia, un tradimento femminile poteva rendere legittimo il delitto d’onore, ovvero consentire al marito di poter ‘lavare nel sangue’ il torto subito, attraverso l’uccisione della moglie e/o dell’amante di lei. Diversa invece era la posizione dell’uomo che, da sempre, usufruiva della possibilità di una doppia morale sociale e familiare, per cui non era importante essere fedele, ma ‘sembrarlo’. Se poi si veniva a sapere che tradiva la moglie con una o più amanti, o con prostitute, la cosa non faceva che accrescere la sua reputazione di ‘maschio’.

Poi si è diffuso sempre di più il matrimonio d’amore e si è sentita l’esigenza di un rapporto esclusivo fra i due partners, desiderosi di trovare nell’altro, in virtù del sentimento d’amore condiviso, tutto quello che poteva essere necessario alla coppia: affetto, sessualità, compagnia, svago, responsabilità familiari ecc.

Quando negli anni settanta, in piena rivoluzione culturale e sessuale, ci si rese conto che questo tipo di amore era troppo idealizzato e che vi erano difficoltà oggettive nel renderlo concreto in una coppia di lunga durata, che restava insieme non per dovere, ma per piacere, si è tentato di trovare una nuova stabilità affettiva aprendo la coppia stessa verso l’esterno.

I rapporti fra i partners dovevano, nelle intenzioni, rimanere inalterati, malgrado l’accordo esplicito sui reciproci tradimenti. Erano i tempi delle comuni hippies, dove si praticava il libero amore. E così anche fuori e lontano da queste comuni, si cominciò a sperimentare la ‘coppia aperta’. Le persone si sposavano, o sceglievano di vivere in coppia, ma al patto, non ufficiale, di tollerare, più o meno di buon grado, i tradimenti del/della partner.

Anche queste nuove aperture però, si è visto, non hanno risparmiato alle persone interessate gelosie, sofferenze, depressioni, per cui la moda della coppia aperta è andata via via scemando.

La coppia aperta degli anni settanta non va confusa con la pratica attuale dello ‘scambismo’. In questo ultimo caso infatti i due partners ‘tradiscono’ insieme e con la massima complicità ed inoltre cercano solo rapporti sessuali con partners occasionali, non storie private da vivere intensamente. La coppia di oggi dunque è una coppia più fedele, rispetto al recente passato, ma è a tempo, ‘finché dura’: chi non è disposto a subire il tradimento dell’altro infatti, chi lo vive come una vergogna, come un inganno, si rivolge subito all’avvocato e chiede la separazione.

Non c’è nessuno sforzo per cercare di superare questo momento di crisi, di capire se vi siano dei motivi che hanno portato la coppia a sbilanciarsi, a traballare… Eppure un tradimento in molti casi può essere anche un momento di rinascita per una coppia, perché porta allo scoperto dei problemi che i due partners non riuscivano a fare emergere ed a comunicare all’altro/a.

Certamente, chi subisce un tradimento vive una situazione dolorosissima: è stato rotto un patto importante; si è creata una grossa ferita narcisistica, che produce effetti non solo sul tono dell’umore, ma anche sulla stima di sé stessi. La rabbia si sovrappone al dispiacere, la tristezza si mescola con la gelosia e tutto insieme diventa un mix esplosivo difficile da contenere e da gestire. Non è infrequente che, giunto/a a questo punto il/la partner tradito/a pensi a perpetrare un piano di vendetta.

Al contrario, chi tradisce, seppure spesso tormentato dai sensi di colpa, vive una sensazione di benessere, come sotto l’effetto di una droga: tutto è di nuovo bello intorno a sé, si sente più giovane, qualunque sia l’età reale, oltre che attraente, desiderabile.

Ma perché si tradisce? In primis, tutti lo sanno, il tradimento avviene sempre, o quasi sempre, quando la coppia è già in crisi, quando non ci si capisce più, non si comunica più e si è diventati estranei, non solo nel letto, ma anche nella vita.

A volte però la crisi segue il tradimento,  non ne è la causa, almeno in apparenza: in apparenza infatti, tutto sembrava tranquillo, invidiabile, tanto era ‘perfetto’, eppure… Evidentemente le cose non stavano esattamente così.

I motivi che inducono al tradimento sono molto diversi da caso a caso. Gli uomini in genere tradiscono perché cercano sesso: o perché la partner abituale non desidera più avere rapporti frequenti, perché è incinta, perché ha appena avuto un bambino ecc. Le donne invece vanno con un altro perché cercano romanticismo, passione, batticuore, complimenti ecc. Ragioni completamente diverse, fra uomini e donne, che però diventano uguali quando ci si trova ad avere, insieme, un rapporto clandestino.

Oltre che per attrazioni fatali, occasioni facili, desiderio sessuale, si può tradire per semplice desiderio di affermazione di sé, della propria libertà. E’ un modo di mettere un confine nel rapporto simbiotico con l’altro che, se da una parte dava sicurezza, dall’altra rendeva la persona claustrofobica ed incerta sulla propria personalità e sulla propria vita.

Altri motivi di tradimento sono il narcisismo, il gusto di sedurre, o di essere sedotti, il bisogno di trasgressione dovuto alla eccessiva routine, oppure la ricerca disperata di un mezzo per uscire dalla propria depressione: la speranza che una nuova storia, un nuovo amore, sia in grado di fare da propulsore ad una volontà ormai sbiadita, ad una vita ingiallita, che si consuma nella noia e nella tristezza. Ed a volte funziona.

Una relazione può essere breve o durare fino alla morte di uno dei due amanti.

Quella breve è generalmente troncata dall’infedele, o termina,se scoperti dal coniuge. La maggior parte dei tradimenti durano da pochi mesi ad un anno o due. Oltre questo tempo o il matrimonio finisce o la relazione si pone in parallelo al matrimonio. A volte l’infedele confessa, talvolta gli amici lo dicono al coniuge, più spesso il coniuge trova un indizio, come una nota d’albergo o un incarico lontano.

La scoperta della relazione convalida i sospetti più che fornire nuove informazioni

Alla scoperta della relazione si attribuisce molta importanza per le conseguenze individuali e del matrimonio.

Un tradimento può infatti riparare o rompere un matrimonio. Il suo significato sta nel messaggio trasmesso.

La Brown (1991) ha identificato alcuni dei messaggi più comuni nei tradimenti:

Ti faccio pagare la poca attenzione per me
Non voglio esserti così tanto necessario
Mi sono stufato
Non mi piaci ma non posso vivere senza di te
Aiutami ad andarmene
La tabella mostrata in seguito evidenzia alcuni di queste tipologie e ne da alcune indicazioni.
Vediamone ora alcune in dettaglio:

Relazione che evita il conflitto

Questa relazione fa dire al coniuge che il partner non ha attenzione per lui. Le coppie che non comunicano possono servirsi di una relazione per uscire da una cappa di controllata amabilità.

L’infedele, marito o moglie che sia, è il più insoddisfatto e fa in modo di essere scoperto per fa saltare il coperchio delle problematiche del matrimonio.

Questa relazione si attua abbastanza presto dopo il matrimonio con coppie che non hanno imparato a risolvere i conflitti.

Queste sono coppie che lavorano sul matrimonio,tentano di piacere,sacrificarsi e perfezionarsi. La comunicazione è limitata per evitare conflitti.

Si tratta di persone educate si da bambini a pensare che la collera è negativa, o puniti se in disaccordo.

Queste coppie limitate nella comunicazione finiscono per lanciarsi in una relazione extraconiugale, che viene di solito subito scoperta, è di rado seria e ha lo scopo di ottenere l’attenzione del coniuge.

Poiché il significato del tradimento per queste coppie è nel massaggio, il perdono immediato non serve a nulla. Il risultato al contrario sono altri tradimenti.

Anche la fine del matrimonio cambia poco i coniugi né imparano come negoziare i conflitti. Vi è una ottima prognosi per il matrimonio quando la relazione serve ad affrontare i problemi e imparare a risolvere le diversità. La scoperta della relazione è una ragione per cercare la terapia. Spesso l’infedele chiede aiuto, mandato dal coniuge per saper dove ha sbagliato con lui. La colpa dell’infedele, oltre la sua tendenza alla irresponsabilità, gli fa accettare la piena responsabilità della situazione.

Se si presenta la coppia, il coniuge è molto ossessivo sulla relazione extraconiugale e tenterà di indurre il terapeuta a punire o mettere a posto l’infedele. Questo è il solo tipo di relazione extraconiugale in cui l’infedele esprime molta colpa.

Relazione che evita l’intimità

Problemi di intimità sono presenti in ogni relazione,ma nel caso specifico no si cerca per proteggersi contro le ferite e disaccordi.

I coniugi hanno paura di abbassare le barriere e diventare vulnerabili. La relazione che evita l’intimità avviene dopo diversi anni di matrimonio quando i partners si conoscono bene e il potenziale di sviluppo di intimità mostra paurose chiusure.

Le coppie sembrano essere come quelle dell’evitare il conflitto e si preoccupano a vicenda. E’ come se i partners fossero cresciuti con una famiglia caotica,con alcolizzati o abusi,o dove vi era una facciata di apparente calma.

Il maggior segnale di questo tipo di relazione è che entrambi i coniugi sono coinvolti. Ci sono più parti nel conflitto fissando interazioni triangolari note ai terapeuti. La coppia coinvolge l’altro nelle loro lotte nel modo in cui questo può essere coinvolto.

Chi evita l’intimità è molto capace a lottare. Le battaglie possono essere calde o fredde ma solo così i partner si incontrano. La relazione sessuale extraconiugale è parte del conflitto e i loro discorsi sono pieni di sarcasmo critica e offese. Non ci si incolpa. Sotto la facciata vi è grande pena e paura. Ognuno vorrebbe dire all’altro “Desidero stare con te”, invece reagiscono e se la prendono con qualcuno o qualcosa.

Questa spirale di collera è il centro della relazione che evita l’intimità. Il coniuge è dipinto come incurante, in contrasto all’amante, che prende il ruolo di cavaliere sul cavallo bianco, poiché non ha il peso della routine quotidiana.

Queste relazioni extraconiugali sono paradossali: incamerano fantasie romantiche ed evitano l’intimità.

Rivelare una tale relazione può portare a nuove guerre e spesso la lotta induce la coppia a cercare aiuto, entrambi i coniugi hanno molta energia per lottare e il terapeuta può utilizzarla dirigendola verso un cambiamento.

La prospettiva per il matrimonio è favorevole,aiuta i partners a vedere i loro sentimenti. Solo così s’incontrano i loro reciproci bisogni. Se non vi sono conseguenze, la relazione porta ad una nuova vita.

Fissazione sessuale

Questo tipo di tradimento è condotto da chi lotta con i bisogni emotivi per vincere battaglie e per conquistare per ricevere amore.

Privi di emozioni,schiacciati o abusati da bambini, non sono cresciuti.

Cercano il pubblico applauso in pubblico, nella politica, in privato, nelle conquiste sessuali. Può avere più relazioni nel tempo e non riempie mai il vuoto. Avviene ad ogni età e anno di matrimonio, capita più al marito che alla moglie, perché ha forse più potere.

Vi è sfida e incuranza, quando la relazione finisce si arrabbiano e se il terzo era conosciuto è notizia da prima pagina. Mentre sono affascinati dal conquistare hanno paura del tradimento e invocano anche risarcimenti.

Il coniuge dell’infedele ci passerà sopra, specie in un matrimonio di lunga data.

Il classico caso è quello della moglie del politico,il quale ha una relazione. Rapporti come questi possono indurre a coinvolgere un bambino come fosse un adulto.

In questa tipologia l’infedele è un dipendente, entrambi i coniugi sono narcisisti.

Non molti chiedono aiuto anche se ciò potrebbe stabilizzarli. Un maschio del genere si riconosce facilmente, viene solo, si vanta di molte relazioni, e usa termini sessuali. E’ deduttivo, riluttante a finire la seduta e chiede favori.

Le donne si identificano meno bene perché non accettano questa relazione ,si vergognano e tendono a nasconderla.

Questi matrimoni durano anni, il coniuge non tiene in conto la relazione e continua a soddisfare i bisogni dell’altro senza cambiamenti. Se l’infedele esce dal ruolo, il matrimonio precipita.

Per cambiare, entrambi i coniugi devono esaminare le reciproche conseguenze e intraprendere la strada giusta per il cambiamento.

Relazione nido vuoto

In questo caso i partecipanti sono uomini di mezza età sposati da più di 20 anni considerati uomini di casa, con nessuna grossa emozione con le mogli e sposatisi per sicurezza. Ammettono di non aver amato il coniuge e dubitato più volte del matrimonio ma sono comunque disposti a farlo funzionare. Spesso focalizzano le risorse sui figli. La famiglia di origine aveva un modello negativo ed essi vogliono essere l’opposto di quello. Un padre furioso produce una persona dolce, una madre invischiata, una persona distanziata, ma la famiglia non è una formula e quando s’accorgono che la formula non funziona questi uomini diventano frustrati. Non più attratti dalle mogli cercano altre soddisfazioni. Il tradimento offre loro quello che hanno perduto nel matrimonio.

Non dividono più la camera da letto e la comunicazione si limita al quotidiano. Non ostentano la relazione come i sessuali,sono preoccupati dall’incapacità di agire bene sia nel matrimonio che nella relazione extraconiugale, che diventa una cosa seria che può durare 5 o 10 anni o più.

Fino a oggi le donne sembrano non farne parte, ma stanno iniziando. Vi sono due varianti della relazione” prenditi cura di lei così che posso lasciarla”o “ Non ti piaccio ( ma non posso stare senza di te”

La prima ha un senso di bravata ed è come la relazione chiamata ultima chance. E’ la crisi dell’uomo di mezz’età sebbene la cosa sia più complessa. E si ha con una donna molto più giovane. ; il matrimonio non è morto ma malato. Solo i figli li legano ma se hanno lasciato casa non hanno più questa funzione. La relazione extraconiugale rinvigorisce, eccita ,fa sentire giovani e fa fare cose che si pensava non si potessero più fare.

Nella tipologia “non ti amo più“il matrimonio è durato anni. La relazione può essere più lunga. Molti mariti desiderano lasciare la moglie ma gli sembra difficile e passano meno tempo possibile a casa e inventano scuse per assenze notturne. La moglie brontola ma convive con la situazione.

L’uomo infedele in questa versione è sempre depresso anche se le sue energie sono tutte incanalate nella sua carriera lavorativa. Se va dal terapeuta chiede di separarsi.

Sebbene i motivi della relazione extraconiugale siano gli stessi, i modelli per la donna infedele sono diversi in questo caso. È di solito più giovane del marito, e i bambini sono ancora a casa. Cerca un uomo della stessa età sposato o no. La relazione comincia come un’amicizia, forse sul lavoro. Una volta coinvolta, vuole tenere segreta la relazione. La società è dura con le donne che hanno un amante ed essa ha paura di perdere i bambini, la sicurezza economica e gli amici, se viene scoperta.

La donna crede che se vi è un problema nel matrimonio è dovuto a qualcosa che lei ha fatto.

La situazione tipica ì che lei vuole una famiglia come ha sempre desiderato e se il marito non condivide lo sforzo, essa cerca di trovare compensazione alla sua assenza. Dopo il matrimonio, il marito può aver avuto una relazione extraconiugale, ma anche se scoperta lei la trascura per il bene della famiglia sebbene gli faccia sapere che è molto ferita.

Il coniuge nella relazione nido vuoto va dal terapista dopo che ha l’idea che il marito rientri nel matrimonio. Depressa, alterna sentimenti di colpa ,non rigetta il marito e si sente distrutta. La sua vita di prima è finita, il ruolo di divorziata anziana non è facile.

In questi casi non si creano più rapporti soddisfacenti tra i coniugi, il marito può sposare l’altra o restare ma continuare a pensare all’altra donna. Le donne di solito scelgono di mantenere il matrimonio e la relazione extraconiugale può continuare fino alla morte.

Relazione con uscita di casa

“Aiutami ad andarmene” è la relazione con uscita di casa. È come se si dicesse: Sono ancora desiderabile, posso fare quello che mi pare.

La motivazione di fondo è duplice, da una parte, una ricerca di convalida di sé, dall’altra, evitare di parlare di responsabilità per la fine del matrimonio, cioè la relazione extraconiugale distrae dalle difficoltà e pene dell’ormai inevitabile fine del matrimonio.

IL terzo,l’amico,è qualcuno con cui parlare delle insoddisfazioni dei sentimenti e delle speranze per il futuro. Poiché questi tradimenti accadono prima della separazione sembrano esserne la causa ma non è così.

Sebbene molti dicano che non vogliono essere scoperti tuttavia lavorano in tal senso. La passione e la ricerca del coniuge di un motivo di separazione rendono il segreto impossibile.

Sebbene si tenda ad evitare conflitti, le relazioni hanno sempre segni di curiosità, difficilmente l’infedele dice “non volevo ferirti”, alla fine si concentrano su chi è il “tipo cattivo”.

Per molti l’idea dell’amante come il cattivo è protettiva. La relazione è un penoso tradimento. L’infedele può legalizzare la situazione sposando l’amante per evitare altre conseguenze. Se accade vi è alta probabilità che il matrimonio finisca come è finito il primo. Spesso finisce subito dopo raggiunto lo scopo.

Come terapeuti è opportuno tenere sotto controllo le nostre reazioni, potremmo desiderare abbandonare l’infedele per proteggere il coniuge ferito, Possiamo essere spaventati all’idea di rivelare un tradimento e mantenere il segreto.

Quando ascoltiamo i clienti,separando le nostre paure,lontani da giudizi morali, offriamo a loro un’opportunità di non cadere in altri tradimenti.

Fonte: Infocuore.info

Fonte: Psicolinea.it





   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google

Clicca per condividere questo articolo su OKNOtizie OkNotizie



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



58 Risposte per “La psicologia del tradimento, come capire se il vostro partner vi tradisce”

  1. massimo scrive:

    ciao sono otto mesi che sono con una compagna, e adesso non so cosa fare perche penso che lei mi tradisce la notte mentre dormo con il vicino di casa. ho visto strani movimenti la notte e io ho il sentore che mi tradisce. adesso aspetta anche un bambino da me ma non so ne anche se e il mio ad questo punto.vi premetto che lei quando stava con il marito mi a confessato che lo tradiva tante volte mi aiutate a capire che cosa devo fare che non riesco a vivere una vita tranquilla grazie

  2. Luca scrive:

    Massimo, metti dei segnalini alle porte (che ne so’ uno stuzzicadenti in piedi sulla porta in modo che se viene aperta cade per terra) e se effettivamente esce di casa al pomeriggio imbottisciti di caffé e spia quello che fa’ tua moglie!
    Se è così lasciala subito che è meglio… più ritardi e più la cosa sarà emotivamente ed economicamente dolorosa

  3. luchetto scrive:

    La tecnologia mirata oggi offre tantissimi prodotti per fugare ogni dubbio o accertarsi totalmente di qualsiasi movimento……..in città c”è gente specializzata che si occupa di questo…..io mi sono rivolto a questi professionisti e ho avuto ottimi risultati.

  4. Farfallina scrive:

    Ma è paranoia?
    Vedi cosa vuol dire sposare una persona che sai che faceva le corna al marito?
    Il problema non è la sua infedeltà o meno. Il problema è il fatto che tu non hai fiducia in lei. Non ti fidi e se non c’è fiducia anche se lei ti fosse fedele tu non ci crederesti.
    Non si vive con una persona di cui non ci si fida per poi spiare ogni suo movimento paranoicamente.
    Spiare una persona è deplorevole e non serve a niente. Stai riducendo il tuo rapporto e la tua stessa vita un inferno.
    Questi non sono rapporti sani.
    O la smetti o la lasci. Prendi una decisione matura.

  5. paranoico scrive:

    Spiare una persona non significa che non ci si fida di lei. La fiducia non centra niente. Si tratta di trovare delle risposte alle proprie paranoie per giustificarle, anche se ci si fida. La fiducia è una cosa, la paranoia è un altra, ed è ben più spinosa da gestire.
    Si è paranoici perchè si è geneticamente portati ad essere paranoici, indipendentemente dalla fiducia in una persona

  6. paranoico scrive:

    Dimenticavo: a volte, proprio grazie alla paranoia, la fiducia può venire meno. E’ l’unico merito della paranoia: farti scoprire qualcosa che con la fiducia non avresti scoperto.

  7. dada92 scrive:

    Ho 20 anni convivo con il mio ragazzo da tre anni e abbiamo un bambino …lui a volte esce da solo magari anche dal pomeriggio fino alle tre di notte…quando andiamo in giro assieme cammina anche tre metri o davanti o dietro me….. io nn so k fare mi dereste un consiglio?

  8. ragno scrive:

    farfallina, secondo me la signora esce la notte per fumarsi la sigaretta…..forse a lui lo riempe di calmanti…e poi…….IO ho dato fiducia 15 anni ad una donna che faceva di tutto tranne che stare con i figli e adduceva ogni tipo di scusa e vittimismo, il giorno che ho deciso di seguirla ho scoperto la sua vita mondana…..e poi si parla di fiducia???? la dovete guadagnare con i fatti non se ci vivi devi averla. Io ho vissuto 15 anni e ho dato sempre modo a lei di fidarsi, lei non ha fatto altrettanto..perchè??? e una demente per non dire altro—-

  9. simone scrive:

    ciao mi chiamo simone la mia ragazza e di genova io abito a lecce vorrei sapere se la mia ragazza mi nasconde qualcosa alcuni giorni la sento strana e alcuni giorni nn lo so lei e sincera mi dice dove ma il li lascio i suoi spazi ma ho paura che se li lascio troppi puo fare qualcosa nn lo so se sbaglio

  10. Carmen87 scrive:

    Salve,sn Carmela ed ho 23 anni,sn sposata da 5anni ed ho una bimba di 6…da più di un anno ho una relazione con il fidanzato di una mia conoscente,ormai sn arrivata alle strette ho cpt d’essermi innamorata e ke nn era sl una storia dovuta alle mancate attenzioni di mio marito…L’altro è pronto a venire fino in capo al mondo cn me ma sl io nn ho il coraggio di lasciare mio marito anke se varie volte gli ho fatto capire di tenere ad un altro ma lui o x il troppo amore(cosa ke nn credo vera) o x comodità nn mi lascia anke se ha scoperto di me e dell’altro,sl ke x nn esser definita una poco di buono gli ho detto d’averlo tradito sl cn il cuore e ke io e l’altro nn ci siamo manco mai sfiorati…cm posso fare x far si ke mi lasci???anke se nn ho il coraggio di confessarli la verità???grz

  11. nessuno scrive:

    ke skifo di mondo… nn esiste felici e insieme x smp.. forse sono ancora giovane e mi illudevo ma guardando il mondo mi sto ricredendo.. vorrei non essere innamorato della mia ragazza

  12. Martina. scrive:

    Salve,

    Io mi chiamo Giuliana, ed ho un dubbio terribile. Beh, sarò molto diretta nel mio commento, anche per non essere troppo grande.

    Noi siamo sposati da due anni, e dico che vivo benissimo con lui, perchè lui è una persona che mi aiuta a casa, mi capisce quando ho delle necessità, sempre mi chiede qualcosa prima di prendere una decisione…ben, sono tante tante cose in cui lui fa per me, e che non dovevo mettere nella mente che lui mi tradisca. Però, da quando lui ha cambiato il settore, ed il posto del suo lavoro, sempre nella stessa filiale, ma in altro posto, lui pian piano mi mostra, mi fa sentire questa sensazione. Un mese fa ha detto che c’era una cena con i colleghi del lavoro, poi, un volta hanno chiamato tantissime volte a lui, una decina di chiamate, e lui non rispondeva, dicendo che era la Vodafone e non voleva rispondere, ma erano tantissime chiamate. Poi, se andato a cena con i colleghi del lavoro, cena di lavoro, è arrivato 00:30, e penso che ra tanto, poi, è venuto a lui delle bollicine nelle parte intime, ma, il medico ha detto che era un tipo di allergia, adesso sta facendo la doccia quasi tutte le mattine, lui adora suonare, e già lo conoscevo così, però, le prove adesso sono tante, e lui sta arrivando sempre tarde…ieri, sono stata davvero arrabiata, ma, non lo mostrato questo sentimento, lui lavoro in banca e prima del matrimonio, lui arrivare alle 18:30..pian piano arrivava alle 19:00, poi 10:30, e ieri è arrivato alle 20:30, e con tutte queste cose che sta succedendo sto ogni giorno così, con i dubbi…lui nei ristoranti, e sicuramente, dico sicuramente quando camminiamo, sta sempre guardando le donne, e qualcuna lo guarda, lui guarda anche, anche se è bella o brutta, giovane o meno giovane, ho visto anche che la moglie del suo cugino lo guardava, mentre tutti parlavano, ed ho notato questa situazione, eppure lui la guardava.

    Io non so più cosa fare, ho bisogno molto di aiuto…non voglio stare così, tento dimenticare e pensare che può essere sbaglio mio..ma, sempre succede la stessa cosa.

    Ringrazio veramente.

    Ciao.

  13. ge scrive:

    Ciao martina , io al posto tuo lo pedinerei , oppure chiamerei un agenzia per farlo spiare….

  14. Valerio scrive:

    PERFAVORE VOGLIO ESSERE AIUTATO E CAPITO….NON ACCETTO OFFESE
    IO HO FATTO BEN DUE VOLTE LE CORNA ALLA MIA RAGAZZA
    LA PRIMA VOLTA GLIE LO DETTO ANCHE SE NN GLI HO DETTO TUTTO TUTTO,
    MA LE COSE SI ERANO AGGIUSTATE E ANDAVA ANCHE MEGLIO CON LEI
    MA ADESSO SONO RICADUTO NELLA STESSA TRAPPOLA E GLIE LO RIFATTE MA E STATO SOLO PRELIMINARI NIENTE BACI E NIENTE SESSO MA SOLO PRELIMINARI
    IO E LEI STIAMO INSIEME DA 1 ANNO E TRA POCO FACCIAMO 2 ANNI…
    CHE DEVO FAREEEE???? VI PREGO…!!!! IO HO SOLO 18 ANNI……GRAZIE!!!

  15. Valerio scrive:

    vengo ad aggiungere che non so il motivo per cui la tradisco mi viene da farlo quando c’e l’occasione ma non sempre mi capita !

  16. lorenzo scrive:

    @Valerio, cresci ragazzo….

  17. Vivi scrive:

    VALERIO … Lorenzo ha ragione devi crescere e maturare l’hai tradita una volta e glielhai detto sapevi di aver sbagliato … Se è come dici tu che Nn lo fai sempre ma quando si presenta l’occasione io ti do un consiglio lascia stare la tua ragazza mollala e fa quello che ma non giocare con i suoi sentimenti lo dico x lei .. Te sei un bastar… Scusa ma nn ho potuto farne a meno

  18. lory scrive:

    La soluzione e’ una sola….investigatore..io l’ho fatto e ho scoperto un mare di merda..

  19. LORO. scrive:

    CAVOLO,BE ASCOLTERO IL CNSIGLIO,MI SPIACE,X CURIOSITA’,LO HAi lasciato?io credo dipenda anche dalla tua situazione….come x ognuno ma,se posso dart un consiglio:tu non assomigliargli,non si vive bene tradendo e pian pianino saprai anche cio che sara meglio x te…ti auguro di cuore buona frtuna .io x ora lotto contro le mie paranoie….ma si sa certe cose si sentono.

  20. LORO. scrive:

    e brutto leggere certe cose…ogni volta che ti liberi,vienepaura d incontrare un altra merda…pero vabbe e cosi no? l unico su cui contare sei te stesso e chi ti assomiglia….la menzogna e il muro….abbattiamo la menzogna!!!! saluti a tutti un bacino e.

  21. linda scrive:

    ho reincontrato un mio fidanzato di 30 anni fa ed ora nonostante lui sia sposato abbiamo ripreso a frequentarci, è come se nn ci fossmo mai lasciati, a me spiace sua moglie xk io a mia volta sono stata una moglie tradita; xò nn so è come se fosse un segno del destino ed ho deciso di vivermi qst emozione costi quel che costi… lui nn è avvezzo ai tradimenti e ho paura ke commetta qlc imprudenza e mi sembra ke nn gliene importi nulla di essere scoperto… mah… ke casino xò ke belle emozioni….

  22. Miky scrive:

    Ma scusate….
    O ci fate o ci siete…se la vostra necessità è tradire state liberi e fate cio’ che volete….
    Io vi auguro solo di provare ciò che prova una persona tradita e che lo viene a scoprire…..
    Io da quando ho subito piu’ di un tradimento con il mio ex, avevo perdonato una volta ma ormai la fiducia non c’era piu’ e ora, che sono sposata con un marito fantastico, credo e sono quasi sicura che se dovessi scoprire un tradimento farei saltare il matrimonio….( nonostante abbiamo dei figli).
    Compliemti ai traditori siete dei gran pezzenti…..

  23. Alice scrive:

    Ciao a tutti, mi chiamo Alice. Di solito non parlo con altre persone delle mie cose, ma ho raggiunto il limite della sopportazione. Sto insieme ad un ragazzo, Alex, da ormai due anni. Il mio dubbio è che lui mi tradisca. Tutto è cominciato l estate scorsa, nel suo gruppo di amici è subentrata una ragazza poco di buono, definita “la troia del paese”. Alex mi diceva che con lei non ci parlava mai, e davanti a me non faceva altro che prenderla in giro. Io gli avevo creduto, ma i miei dubbi cominciarono a farsi sentire verso la fine del estate. Eravamo andati in piscina con amici, e c’era anche lei. Io e Alex avevamo litigato e per la navetta ci siamo divisi in gruppi, lui e lei sono rimasti insieme, ma si è offerto lui. In piscina si è preso il posto accanto a lei, e quando abbiamo chiarito invece a calcolato solo me. Giravano voci che si dovevano fare, lui ha negato e lei andava sul essere misteriosa, e i suoi amici (non essendo nella posizione di confessare)si sono limitati a dirmi : se continua a fare così, Ali, è meglio che lo lasci perdere. Ma io ho voluto credere a lui. Dopo cinque mesi dal inizio di questa mia confusione decido di fare un giro di parole con i suoi amici e scoprire cosa c’era sotto. In breve, hanno passato l intera estate a scambiarsi teneri abbracci e baci sulla guancia. Non ho fatto nemmeno in tempo a scoprirlo che nel giro di poche ore lui mi chiede una pausa perché ce stato un bacio tra lui e lei, ma era capodanno e ha detto di avermi tradita perché gli mancato e perché era molto sballato. Ma non vuol dire niente, perché se fosse stato così, la sua confusione non sarebbe durata poco più di una settimana. Decidiamo di vederci, e lui mi diceva che dovevo muovermi perché alle nove e mezza di sera intendo, doveva andare da Dario, un suo amico. Non è così, doveva andare a parlare con lei. Dice che non ce più stato niente, sono passati quattro mesi da capodanno e lui non è più lo stesso. Mi tratta male, quando litighiamo mi tocca quasi come se volesse alzarmi le mani, quando lo chiamo è scocciato e con una scusa mi dice che deve andare, ma non è vero, mi ha impedito di uscire di casa, non posso andare ai compleanni, non posso nemmeno vedere le mie amiche, altrimenti mi lascia. Io appena gli chiedo di non fare qualcosa mi dice ok, solo per non litigare, e poi la fa, senza preoccuparsi delle conseguenze. Perché lui è convinto che io non avrò mai il coraggio di porvi fine. L unica cosa che voglio sapere, mi tradisce? Ce una parte di storia che forse non ho scoperto? Mi ama? Mi mente?

  24. Giovanna scrive:

    Alice, mi dispiace molto per la tua situazione! :(

  25. francesco scrive:

    Uno dei motivi principali che spinge a rivolgersi a un investigatore privato

    Cambiano i tempi e cambia la società e anche l’attività delle Agenzie Investigative è in continua evoluzione, con un ventaglio sempre più ampio di servizi offerti. A quanto pare, però, il sospetto di un tradimento resta, sempre e comunque, una delle maggiori cause per cui si decide di andare da uno Sherlock Holmes, come probabilmente nel resto d’Italia e del mondo. E nonostante questa ‘materia’ sia vecchia quanto l’uomo, nell’ultimo periodo ci sono state delle novità.

    “Fino a non molti anni fa” – racconta Francesco Morrone titolare della ISIDA Investigazioni , che da due anni è operativo anche in altre città “per cogliere il coniuge infedele in flagrante si usavano tecniche e strategie di osservazioni dinamiche e appostamenti da parte del coniuge tradito, oggi invece, sempre più spesso, si ricorre prima di tutto a Facebook.
    Addirittura, quando non lo fanno i nostri clienti, siamo noi a chiedere se i propri compagni sono sul famoso social network e a suggerire di darci un’occhiata perché, capita più spesso di quanto non s’immagini, che piccole disattenzioni o distrazioni, ci aiutino nel trovare la prova che cerchiamo.
    Per quanto riguarda invece il prototipo di persone che vengono da noi perché hanno paura di essere tradite, si va indistintamente dagli imprenditori agli operai, ma certo, in questo particolare momento di difficoltà, specialmente i lavoratori dipendenti sono molto diminuiti. Un’altra novità è che se fino a qualche tempo fa erano principalmente le mogli a fare pedinare i mariti e, talvolta, a richiedere persino una ‘valutazione patrimoniale’ per sapere dove, come e quanti soldi spendevano, ora ci sono pure tanti uomini che decidono di fare spiare le proprie compagne”.

  26. tommaso scrive:

    salve volevo una risposta al momento che sto vivendo, premetto che sono single e da circa un mese mi sento con telefonate e messaggini (circa un centinaio al giorno)con una mia collega di lavoro,diciamo che io ho fatto ben poco per abbordarla di solito quando andavo nel suo ufficio vedevo che mi sorrideva e aveva uno sguardo un pò particolare per me,dico per me perchè vedevo anche come si comportava con gli altri.nei messaggini ci diamo la buonanotte il buongiorno,vuole sapere dove sono, chi c’è con me ,cosa faccio e la settimana scorsa poichè è rimasta a lavoro fino a tardi mi ha invitato a fargli compagnia , tutto questo accade con una premessa che lei ha fatto dicendo che è innamorata del marito e che con me vuole essere solo amica. insistendo però sono riuscito a farmi dire , considerando le circostanze cosa effettivamente provasse per me e lei mi ha confessato che se non fosse stata innamorata del marito sicuramente sarebbe ora al mio fianco.Ora mi chiedo e chiedo a voi visto che anch’io mi sto sentendo coinvolto sentimentalmente jn questa storia,di che morte devo morire ?….visto che LEI mi cerca sempre ?

  27. Rio scrive:

    Bhe bhe….salve a tutti,io anche sospetto che la mia ragazza mi tradisca purtroppo….anche se mi ha giurato e spergiurato che non c’e’ nessuno….sono fidanzato da 10 anni,e da un po vivo in un altra citta’.Tutto e’ cominciato da quando e’ dimagrita,dice che si sente considerata da tutti quando prima non era cosi,che ha il desiderio di uscire,quando prima non usciva mai ecc…ecc…Ora ultimamente,ho notato un calo nei miei confronti,premetto che le sono stato sempre vicino,MAI mancato d’attenzioni,SEMPRE a farle complimenti,tanto che quando le dicevo che l’amavo tanto e mi mancava,mi faceva il verso perche si scocciava di sentirlo dire.Vedendo questo calo,ho subito pensato ad un altro,ma per amore non ho mai detto nulla,e sono diventato ancora piu’ presente….mi ha detto che la sto opprimendo,che vuole essere serena e avere liberta’.Non mette piu’ la fedina perche’ dice:”che senso ha?”,ora in questi giorni esce con le amiche e vanno in un locale dove le avevo chiesto di non andare perche non mi piace….se ne e’ fregata altamente.Cosa devo fare?

  28. Alice scrive:

    Ciao Rio..Una domanda prima di consigliarti.. quante cose le hai privato di fare?

  29. Rio scrive:

    sinceramente,nessuna…mi creda Sig.na Alice,quello che voleva fare,faceva,e nonostante ci fosse qualcosa che mi dava noia,la lasciavo stare.Solo ultimamente,sbagliando,le faccio il 3° grado…..tipo:con chi sei,dove vai,come mai vai in questo posto ecc…mha….forse dovro’ nascondere i miei sentimenti anch’io…cosicche’ possa trovarsi al mio posto….non so….

  30. Rio scrive:

    ok…ho scoperto tutto…fa niente…ma non mi fidero’ piu’ di nessuna e ne tantomeno credero’ nell’amore.Grazie a tutti

  31. Max72 scrive:

    vorrei raccontare la mia esperienza…sto da sei anni con una ragazza (di cui 4 di convivenza)..tutto tranquillo anche il se tempo aveva raffreddato un po le passioni.
    a volte lei era molto irritata con me…infastidita come se non mi sopportasse più.
    poi scopro messaggi abbastanza chiari, lei nega.
    aspetto da circa 6 mesi una sua parola che basterebbe a sciogliere tutto..non è arrivata, e la fiducia se n è andata..mi ero sempre fidato
    difficile recuperare, soprattutto quando alle volte sembra che quasi che la colpa sia tua di aver scoperto qualcosa…

  32. Max72 scrive:

    Caro Rio ,
    anche la mia ragazza è dimagrita ed usciva più spesso..mai avuto un dubbio…sempre lasciata la massima libertà di andare e anche di restare a dormire fuori (cosa che ha fatto per esigenze di lavoro…però..)

  33. Mia scrive:

    Salve! Sto facendo delle ricerche a proposito del tradimento perchè sono stata coinvolta in situazioni simili come terza senza saperlo, in passato, mio padre ha tradito mia madre e ultimamente ero rimasta colpita da un uomo sposato. Quest ultimo mi sembrava meraviglioso, trattasi della situazione di una sera, ma poi ho saputo che ha una famiglia e dopo aver passato quella notte a flertare aveva chiesto un ora da soli nonostante lui avesse letto il mio “blocco”.
    Dopo averli enunciato l’impossibilità di un tet a tet, ma senza negarli il mio coinvolgimento, il signore affermava due volte che lui aveva la chiave.
    Non mi ha nemmeno baciata, era perlopiù chiacchere come se aspettasse che io agissi al suo invito.
    (Sessualmente io non sono una bigotta ma è semplicemente per sentirmi bene ed arrivare ai rapporti fisici devo provare un legame, una vicinanza, una buona sintonia, so che la sola attrazione fisica a me non basta e nell’atto perdo il desiderio).
    Questo ragazzo dopo quella sera non mi ha cercata, ho cercato di farlo io tramite amici ma sono stata liquidata con un “non mi interessa” e successivamente mi hanno informato che era già coniugato con figlio. Il signore in questione dava davvero una buona impressione abbiamo discusso di cose non superficiali e aveva un modo di fare elegante, non era un farfallone e so che certamente in quell’occasione aveva la possibilità di passare la serata con successo se si fosse accompagnato ad un’altra. Quindi mi è parso strano, dopo aver saputo la situazione, che avesse scelto di passarla con me. Perciò penso che la situazione di quella sera non fosse premeditata anche se io non ho notato alcuna fede al dito. So che spesso porta la fede.
    Lui è sposato da 3 anni con un bellissimo bimbo di 4. Essendo convinta che la persona abbia dei principi tradizionali e vedendo il comportamento posso dedurre che alla fine cercasse un avventura, anche se ripeto era evidente che la preda non avrebbe concesso il ring.. Mi chiedo dunque dopo solo 3 anni di matrimonio mettendo caso che non abbia mai tradito prima perchè:
    cercare la scappatella?
    perchè non ha scelto una bambolina preda facile?
    Vedendo stilati dei “profili di traditori” penso ci sia la possibilità di alimentare delle ipotesi..
    Avendoli parlato e per vie indirette posso affermare che patisce una certa paura per gli anni che passano, non è più un ragazzo a 31 anni ormai è un uomo, e che è spaventato/sorpreso nel rendersi conto che sono già passati 3 anni di matrimonio.
    Io non riesco a capacitarmi, ha fatto una scelta 3 anni fa e sembra appartentemente una bella famiglia perchè cercare qualcosa fuori?
    Forse ha bisogno di una conquista per l ego?
    Più mi informo più mi rendo conto che in questa situazione io non centro nulla e probabilmente o io o un altra la situazione non sarebbe stata diversa, apparte che magari avrebbe concluso qualcosa. Mi sembra da gallina poter pensare che il soggetto fosse mosso da un desiderio nei miei confronti e che abbia evitato i contatti sapendo di non voler tradire e per evitare tentazioni. Forse non ha scelto “quella facile” perchè non voleva concludere… ma allora a che scopo farmi certe battute … in tono di sfida… come a dire vedrai…
    Ok non centro niente ma mi sento tirata in mezzo, purtroppo ho l’abitudine di pensare tanto, e non è la prima volta che mi trovo a flertare sapendo solo poi che lui ha gia la sua “dolce meta” e una volta anni fa mi è successo d’essere l’amante inconsapevole e non ho intenzione di ricascarci. Nei tradimenti si guarda sempre alla coppia ma ci sono anche quelli tirati in mezzo da mettere in conto…
    Se non avessi usato l’intuito sarebbe potuto succedere di nuovo ..non mi va di essere presa in giro.. non voglio sentirmi presa in giro, sporcata dagli errori di un altro.. già bastano i miei.

  34. Elektra scrive:

    Leggo di molti, moltissimi, tradimenti, ma nessuno è equiparabile a quello che ho vissuto io negli ultimi anni. Mio marito mi ha tradita con la sua segretaria mentre ero incinta del nostro terzo figlio, figlio voluto dopo la perdita di una figlia bellissima di dieci anni. Ho ricevuto lettere anonime dove mi avvisavano che lui era con la segretaria in un hotel e poi anche che se la portava in viaggio mentre a me diceva di essere da tutt’altra parte.Gli ho chiesto di giurarmi se avesse una relazione e lui, posando la mano sul grembo dove portavo nostro figlio, ha giurato sulla sua vita che non era vero!Tre giorni dopo li ho trovati insieme e l’innegabile è stato scoperto.HO partorito e la sera stessa mentre allattavo questa lo chiamava e lui negava che fosse lei ma addirittura diceva fosse il fattorino della ditta( con voce da donna!).Dopo quella è arrivata una russa che gli ha spillato soldi a tutto andare.Per lei spariva per settimane portandola in ferie senza lasciarmi recapiti e spegnendo il cellulare, Non sapevo mai se sarebbe tornata a casa a dormire oppure fuori.Quando ho cominciato ad indagare e a fargli vedere le prove, lui mi ha insultata, picchiata, umiliata. E io sono finita in clinica con un esaurimento nervoso terribile. Con un figlio di 16 anni e uno di due. Poi ha cominciato a fregarsene anche di loro e delle feste in famiglia ( Natale, Pasqua).Finché una sera dopo l’ennesimo litigio se n’è andato di casa e non è mai più tornato. Abbiamo però continuato a frequentarci e, paradossalmente, sono diventata la sua amante.Tre anni fa sembrava che stessimo per tornare insieme, siamo andati a fare una vacanza di famiglia tutti insieme e lui, la sera stessa che ci ha riportati a casa è partito per la Thailandia con una ragazza di 25 anni ( io allora 44 e lui 48)Potete immaginare quando l’ho scoperto. Ho chiesto la separazione legale perché lui mi torturava non dandomi i soldi, obbligandomi ed umiliandomi andando da lui a prenderli e sentire le sue reprimende, oltre che vedere la sua faccia tronfia che soleva dirmi “vedi io ho una donna giovane, mi sono rifatto una vita e sono invincibile”. Poi mi faceva staccare il telefono, ha disdetto il quotidiano senza che sapessi nulla, il tizio che mi portava l’acqua a casa mi disse che lui gli aveva scritto di non farlo più.Angherie su angheria a me? Ma non sei tu che hai fatto il danno? Infine ha smesso di venire a vedere il piccolo per 5 mesi: gli diceva ce passava, il piccolo si metteva sulla sediolina e lo aspettava per ore davanti alla porta un padre che non sarebbe arrivato.Chiesta e ottenuta la separazione legale ( non vi dico che lotta per gli alimenti che ancora neanche mi da tutti). Negli l’ultimo anno sembrava piÙ gentile e io non mi capacitavo conosciuto il tipo.CI ha dato più soldi, pagato le ferie per me e i ragazzi, venuto con me a fare un viaggio a NY dove abbiamo avuto delle intimità e dove lui mi dice che “tradisce” questa tizia non solo con me ma anche con altre,ecc ecc. Finché scopro da qualche giorno che ha una figlia di quasi un anno e lui lo nega.Potete immaginare i miei figli ( che in 5 anni non hanno mai visto la casa del padre) come si sentono, specialmente il grande che andando a scuola vicino all’ufficio del padre ha pranzato con lui tutti i giorni ( ora a 21 anni). Nonostante gli abbiamo detto che lo hanno visto con lei e un bimbo in carrozzina lui nega e dice che non è vero,anche dopo che gli ho detto il nome e la data di nascita della bimba che porta il suo nome.Ora ditemi,ma questo uomo vi sembra sano di mente? Ovviamente anche io ho un lato di demenza ad aver accettato tutto questo e ad umiliarmi essendo ancora andata a letto con lui, ma lui? Non è una carogna psicotica?

  35. Rio scrive:

    Sig.ra Mia,gli stia lontano,questi sono uomini di guai,irrispettosi della vita altrui,senza morale….senza etica,Mi dispiace che si tratti di suo marito,ma gia un’uomo che mette le mani addosso ad una donna,io personalmente,lo cerei a considero un vigliacco,una merdaccia senza fine.LE DONNE NON SI TOCCANO,anche se si beccano a letto con un’altro….non e’ il Suo caso…ma cmq non vanno toccate,MAI!!!! Le cose che piu’ mi dispiacciono,e’ per il Suo esaurimento,Sua figlia,che cmq Le sta vicino,e i Suoi figli.Io non do consigli,perche non sono nella posizione di farlo,pero’ farei in modo da slegarmi completamente da quest’essere cattivo,mi concentrerei piu’ sul futuro dei figli,e comincerei a guardarmi attorno per rifarmi una vita.Sicuramente Dio La premiera’

  36. Rio scrive:

    CHIEDO SCUSA MI RIFERIVO ALLA SIG.RA ELEKTRA……CHIEDO SCUSA

  37. Elektra scrive:

    Grazie Rio per l’empatia e il messaggio. Certo farò di tutto adesso per cancellarlo dalla mia vita.E prego veramente Dio che possa alleviare le mie innumerevoli ferite: cancellarle non potrà, ma spero che mi possa dare ancora un pò di gioia come donna…

  38. Mia scrive:

    Come figlia ho assistito al tradimento di mio padre e a livello del subconscio me n ero accorta prima di mia madre. La signora in questione era vicino alla famiglia e la chiamavo zia, questa è la cosa che ho detestato di più del fatto.
    Comunque il peggio è stato vedere da sempre i miei non amarsi, si vogliono bene ma per me non si appartengono. Ora mio padre mi dice fa mille figli ma non sposarti. E stanno ancora insieme.
    Mia madre ha sempre sofferto di depressione in specie quand eravamo piccoli. Io e mio fratello riscontriamo gli stessi problemi sentimentali anche se con sfumature diverse.
    Meglio rompere i rapporti con un coniuge instabile, potrebbe restare come padre se si sente di farlo ma credo che i figli di Elektra avrebbero giovato della presenza in questi anni di una figura paterna più affidabile anche se non era il padre stesso. Io stessa avrei voluto avere un esempio di amore più tenero e romantico perchè anche se è quello che sogno da sempre credo a noi figli sia entrato in testa che non è una cosa realizzabile e ci troviamo sempre in situazioni sentimentali insostenibili e talvolta veniamo attratti da individui problematici “da salvare”… credevo di stare uscendo da questo circolo ma sembra che certe situazioni mi si incollino addosso.

    Quindi faccia conoscere ai sui figli un vero uomo faccia capire loro che la vita non è così che ci dobbiamo amare e che tutti abbiamo il diritto di essere felici.
    Viva il divorzio.

  39. vito scrive:

    ciao a tutti , mia moglie mi ha fatto pervenire la lettera dall’avvocato per la separazione , penso di non meritarmi tanto , penso che lei non mi conosca a fondo , dopo 25 di conoscenza e matrimonio , dice che io non gli do spazi , si sente oppressa , vuole provare nuove sensazioni , (non ho capito che tipo di sensazioni ) ma ……bo…….si sa che le donne sono complicate….io ho sempre lavorato per la famiglia , come un mulo , per pagare mutui vari , spese ecc…, sono profondamente deluso , questa per me e’ una grossa mazzata , sai quando non te lo aspetti ? ecco mi sta’ succedendo , questo , non ho piu’ lacrime , non me l’ho merito , dove ho sbagliato , questa e’ l’unica domanda che mi faccio , ma non trovo la risposta. sono deluso , deluso anche dalla vita , ciao

  40. vito scrive:

    ciao a tutti , mia moglie mi ha fatto pervenire la lettera dall’avvocato per la separazione , penso di non meritarmi tanto , penso che lei non mi conosca a fondo , dopo 25 di conoscenza e matrimonio , dice che io non gli do spazi , si sente oppressa , vuole provare nuove sensazioni , (non ho capito che tipo di sensazioni ) ma ……bo………..io ho sempre lavorato per la famiglia , come un mulo , per pagare mutui vari , spese ecc…, sono profondamente deluso , questa per me e’ una grossa mazzata , sai quando non te lo aspetti ? ecco mi sta’ succedendo , questo , non ho piu’ lacrime , non me l’ho merito , dove ho sbagliato , questa e’ l’unica domanda che mi faccio , ma non trovo la risposta. sono deluso , deluso anche dalla vita , ciao

  41. marianna scrive:

    ciao ha tutti, ho letto tante lettere ognuno ha le sue…..che schifo avere tanti dubbi, ma ultimamente si sono persi tutti i valori anche quelli della famiglia.

    volevo confrontarmi con voi.
    sono sposata da due anni, e ho due bambine, è qualche mese che sono tormentata, da un presunto tradimento di mio marito.
    I segnali, ho notato dei cambiamenti nei miei confronti.
    E’ pur vero, che non è mai stato un uomo di coccole, abbracci o baci, come nei film, però c’erano alcune attenzioni che adesso non ho più.
    Lui lavora nella ristorazione, e i suoi orari sono molto sfasati, anzi non ci sono proprio, io con la seconda figlia, mi è nata una gelosia ossessionante, è vero che per due mesi gli ho rotto le palle sull’orario del suo rientro, e diecimila domande. Lui si limitava a rispondere, non ho niente sono stanco, fa caldo ho solo bisogno di dieci minuti per me……..
    Però, questo non mi ha mai tolto il dubbio di un suo tradimento.
    sono io che mi sono montata una storia o devo sospettare qualcosa… ed è pur vero che il suo cellulare è stato sempre a disposizione, mai nascosto e ha l’abitudine di uscire sempre con i soldi contati per le sigarette………….
    Forse mi devo stare più calma………..e sessualmente mai avuti cali neanche nelle due gravidanze anzi…………….

  42. marianna scrive:

    rettifica scusate l’acca nel ciao a tutti ero un pò in trans mentre scrivevo

  43. Lavoro nelle investigazioni da tanti anni e posso darvi qualche dritta sui sintomi di un tradimento:
    Intanto per cominciare chi ha tradito in passato difficilmente cambierà, quindi o vi rassegnate e vi tenete il mostro in casa (uomo o donna che sia) oppure voltate pagina.
    sintomi di un tradimento:
    - cambio di orari del partner;
    - telefono cellulare sempre con se (anche in bagno) se lo lascia in giro per casa potrebbe averne un altro nascosto!
    - mancanza di attenzioni e stanchezza cronica (non sempre è così in quanto chi è abituato a tradire sa che soddisfare il partner fa in modo di condurre il doppio gioco in modo più tranquillo).
    - strani turni di avoro e partite di calcetto o uscite insolite con amici.
    - controllare sempre la biancheria intima del partner, in quanto un rapporto sessuale lascia quasi sempre indizi (una volta una cliente venne da me dicendo che nutriva dubbi sul maritop in quanto aveva trovato un capello biondo nelle mutande del coniuge: risultato – il marito aveva un’amante bionda che poi era la sua segretaria! quasi sempre i tradimentio avvengono nelle conoscenze lavorative.
    per il resto, molte altre cose dovrei raccontare ma sarebbe troppo lungo e comunque se proprio voleste togliervi ogni dubbio rivolgetevi ad un investigatore privato autorizzato dalla Prefettura.
    un in bocca al lupo a tutti!!! Gruppo Aldo Pirri Investigazioni

  44. marina scrive:

    Salve a tutti. dopo 8 anni di matrimonio ho scoperto pure io che mio marito mi tradiva. Non ha potuto negare l evidenza xche’ ormai era stato scoperto. Le sue risposte alle mie domande erano ” non mi mancava niente sono stato uno stronzo ” ,comunque l ho messo fuori di casa sapendo che tutto cio’ andava a dannegiare piu’ la nostra bimba di 5 anni e dopo me. E cosi’ e stato il primo giorno che e’ stato fuori casa lei capi’ e non capi’ ,ma il 2 giorno vedendo che non tornava a casa e quando lui la chiamava al cellulare piangeva , lei capi che qualcosa tra di noi era successo e inizio’ a piangere non riuscendo io a calmarla. Dato che mio marito e stato sempre presente nelle nostre vite e sopratutto a quella della bimba . Morale delka favola la bimba pianse quasi x tutta la notte il giorno seguente dovuto al suo pianto e lapo sua sofferenza di bimba non avendo piu’ la figura di una famiglia unita l ho divuta portare in ospedale che si era sentita . Al ritorno dell’ ospedale l ho fatto ritornare in casa e la bimba sta bene ride gioca scherza e ha ripreso la dua routine come prima . Ma invece io non riesco evito tutto di fronte alla bimba , rido e mi faccio forza agrappandomi a lei .ma poi la sera mettendola a letto e assicurata che dorme quella a stare male sono io . Mio marito dice che ha capito il suo errore e a quanto tiene a noi ma io non riesco nemmeno a guardarlo in viso tutto cio’ mi pesa e non so cosa fare. Come uscirne. Ps scusate la mia imperfezione di questo testo sono italiana di passaporto ma non ho mai vissuto in italia

  45. enzo scrive:

    ciao a tutte da diverso tempo non riesco a dialogare con mia moglie, lei lavora
    e da piu di 2 anni che non facciamo l’amore neanche baci e carezze, secondo voi e normale, penso che lei nella testa abbia qualcuno, cosa mi consigliate?
    grazie

  46. kikky scrive:

    Ciao a tutti,
    ho dei dubbi su mio marito o meglio so che si sente con un altra persona, ho chiesto a lui e mi ha risposto che non cera nulla, poi ho chiamato questa persona che mi ha detto che è solo una bella amicizia, come se fossero fratelli. Sinceramente non so cosa fare, mi sono arrabbiata moltissimo quando ho scoperto tutti questi messaggi ma lei piangendo continua a dirmi che lui la sta solo aiuitando a risolvere un problema…. però che bisogno hanno di sentirsi? e lui perchè tenermi nascosto tutto sapendo che prima o poi l’avrei scoperto? Io veramente non so cosa fare….. aiutatemi

  47. francesco scrive:

    Io di queste cose ho una certa esperienza , ho avuto (sul serio) una ventina di amanti sposate a volte anche 5 nello stesso periodo , la cosa non mi ha affatto gratificato anzi tutto il contrario , riguardo alla fiducia è solo una questione di sensazioni certe donne ti fidi di altre per nulla , la cosa che posso aggiungere che tutte le donne sposate con cui ho intrattenuto una relazione mi hanno detto che per loro era la prima volta , noi uomini siamo più propensi a confessare i precedeni le donne non lo faranno mai a meno che non si tratti di fatti noti. adesso ho smesso ho trovato la persona che mi fa apparire tutte le altre donne come se fossero uomini e pure se anche lei è sposata io non la tradirei mai , insomma ce voluta una donna per fare di me un uomo dato che non lo ero mai stato .

  48. Prrr scrive:

    Ciao, io ho 23 anni e non ho mai tradito nessuno dei ragazzi che ho avuto nella vita… Bè, pochi ovviamente, sono giovane, e spero che rimangano pochi, visto che attualmente sono fidanzata e innamoratissima. Ad ogni modo, mi andava di dire la mia: penso che se scoprissi un tradimento, mi sentirei molto, molto stranita, non riuscirei a capacitarmene: se infatti il mio ragazzo non dovesse, un giorno, provare più gli stessi sentimenti per me, ovviamente ci rimarrei male, sì, ma me ne farei una ragione, lo lascerei libero di andarsene, non cercherei di trattenerlo, non farei scenate… E al contempo, lui sa bene, come tutti i miei ex hanno saputo di me, che io, se anche dovessi smettere di amare una persona, mi sentirei comunque in dovere di portarle rispetto, fare delle cose alle sue spalle, eccitandosi come ragazzini che disubbidiscono ai genitori, no, questo no. Non solo non è giusto, ma non è nemmeno nelle mie corde. Sento di tanta gente che va matta per il proibito, ma tutto ciò per me è assurdo: il partner non è un dittatore cattivo che ci proibisce delle cose, è una persona che ci vuole bene, e tradirla non è una figata, è solo un modo di ferire i suoi sentimenti senza nessuna ragione, gratuitamente. Non ci trovo nulla di figo e non capisco neanche sforzandomi chi la trova una cosa bella o piacevole da vivere. Io non sono una persona che ha paura di rimanere sola; sono anzi una persona tendenzialmente solitaria, e se la mia relazione un giorno dovesse smettere di funzionare, non cercherei di trascinarla ad oltranza solo per la paura del vuoto della solitudine. Tutt’altro. La solitudine non mi fa paura, forse è per questo che non tollererei mai un tradimento. Come a dire, io sarei stata anche da sola. Ovvio che ci sarei rimasta male, ma non ti avrei obbligato a restare. Tu avresti potuto lasciarmi ed evitare di tradirmi. Quindi perché l’hai fatto? Insomma, non capirei mai, proprio no.

    Per MARINA… è bruttissima la tua situazione, per il bene della figlia sei obbligata a vivere sotto lo stesso tetto con una persona che ti ha fatto una cosa del genere, sentirsi intrappolata, dev’essere terribile. Ma non devi disperare totalmente secondo me. Se anche con la bimba così piccola sei “obbligata” a vivere con lui, ciò non implica che tu sia obbligata anche a perdonarlo e a continuare una relazione amorosa con lui… Fossi io nella tua situazione, farei la separata in casa. Se hai più di una camera disponibile, lo metterei a dormire da un’altra parte, e poi, per il resto, ognuno la sua vita, ognuno le sue relazioni, insomma, come coinquilini, rapporti civili da persone mature ma niente più di questo. Sul lungo periodo potete anche pensare se lui non può trasferirsi da qualche parte abbastanza vicino da poter vedere la figlia spesso ma non dovervi vedere continuamente tra di voi. Facendo così potete anche fare in modo che l’allontanamento del padre dalla casa di famiglia e il cambiamento dei tempi sia graduale e non traumatico.
    So che sembra assurda la mia proposta, e so che molti non condivideranno, ma non sto scherzando, io farei veramente così al tuo posto… Non sei obbligata a rovinarti la vita con una relazione che ti umilia, ricordatelo, non sei obbligata a perdonarlo se non vuoi… nessuno potrà mai obbligarti, per quanto la situazione possa apparirti disperata, avrai sempre un modo di riscattarti! ^_^
    Spero di averti aiutata nel mio piccolo… se il mio consiglio ti apparirà folle e impraticabile e non ti servirà a nulla, spero almeno di averti fatto sentire un po’ di comprensione… sì insomma, hai tutta la mia comprensione, spero tanto che la tua situazione migliori, in un modo o nell’altro!

  49. giulia scrive:

    Ciao volevo dei consigli ho la sensazione ke il mio ragazzo m abbia tradito ma nn ne sn sicura,era da parecchio ke eravamo in crisi. siamo partiti e lui mi ha fatto un discorso strano su una ragazza e tnt discorsi di poca importanza intorno. al ritorno del viaggio ci siamo lsciati x una pausa, ok non era un tradimento se ci fisse stato xkè nn stavamo insieme xo voglio sapere la verità! é cm un kiodo fisso x me! Ora stiamo dinuovo insieme ma lui non m vuole mai far prendere il suo telefono anke se sà ke m serve solo x una kiamata e se lo tiene custodito!!! in questo momento sn riuscita a controllare il suo cell ma i mex sn quasi cancellati quelli principali!!! Il periodo in cui ci siamo lasciati era da qnd eravamo tornati dalla vacanza a quello in cui lei doveva partire x parecchio tempo!!!! Scusate se scrivo male ma ho problemi cn la tastiera!!!

  50. antonio scrive:

    ciao a tutti sono un nuovo cornuto ho 42 anni ,innanzi tutto un consiglio usare sempre cappelli ,preferibilmente a cilindro ,sai come è non si conoscono le misure ……ed è meglio andare sul sicuro.per quanto riguarda la moglie lasciatela fare tanto non cambia niente ,se una nasce tr…… muore tr….. poi ci sono dei vantaggi ti fa risparmiare energie e le usi con un’altra che merita. che ci frega a diventar matti per certe donne di pochi valori se vogliono cosi fanno cosi .

  51. marina scrive:

    Per Antonio. carina la battuta del cappelli ma nel tuo caso ancora bruciano come si suoldica . Non disperarti noi ci rimettiamo l anina ma loro molto di piu’ .un consiglio che ti posso dire tieniti la mente occupata seno’ stare sempre li a chiederti una risposta a quando una risposta non ci sara’ mai .fai come ho fatto io tieniti al giorno occupato con il lavoro anche se e dura ma avvolte quei finti sorrisini sulle labra non guastana a tirare avanti una giornata e di pomeriggio o ti fai una bella sudata in palestra o se hai figli come me tieniti e tienili impegnati con qualche attivita’ dopo scuola es piscina etc etc , e la sera quando torni a casa e chiudi la porta se non c e nessuno puoi urlarli al mondo un altra giornata e’ passata. Hahaha tranne che devi lo sussurri x non farlo capire a nessuno come nel mio caso . Non c e vendetta in questo caso ma solo aspettare che il tempo fa il suo corso. Inbocca al lupo

  52. bobby scrive:

    Io sono fidanzata da 6 anni. E sono convinta che mi abbia tradito! Questo perchè una volta sul suo facebook ho trovato una conversazione tra il mio ragazzo ed uno suo amico, dove gli descriveva di come era andato a letto con questa ragazza. quando gli ho detto quello che avevo visto ha detto ke stava prendendo in giro il suo amico che era invaghito di questa ragazza. Siamo tornati assieme e un altra volta su facebook hoi visto ke ha cercato questa medesima ragazza. Mi ha detto k nn è stato lui k facebook è impazzito! E ogni volta k gli kiedo sincerità mi dice k lui mi dice la verità e k se nn gli credo sono fatti miei. Mi dice k sono pazza e paranoica k non devo rompere e cose del genere. Come faccion a sapere la verità?

  53. Luca scrive:

    Ciao mi chiamo Luca ho 19 anni e sono fidanzato da quasi un anno. Da alcuni giorni ho cominciato a pensare che la mia ragazza mi tradisca…premetto che siamo stati per un po’ di tempo e amanti poi lei ha lasciato il ragazzo e ora siamo insieme. Noi facciamo una specie di convivenza e mi sono sempre fidato di lei…pero questi giorni nella sua scuola circolano delle voci che lei mi tradisca. lei mi ha giurato che non sono vere(mi sembrava sincera) ma non ne sono sicuro.
    A che cosa devo credere??

  54. Dora stella scrive:

    Ciao a tutti mi chiamo Dora ho37 anni sono sposata da
    10 anni fino a un mese fa provavo ancora amore da quando
    Ho scoperto che mio marito specie marito che è un grandissimo
    Porco lo trovato in un sito dei gay e frequenta questa gente poi gli ho
    Trovato dei messaggi sul telefonino mi sembrava che aveva una relazione
    con una donna ma in realtà era un uomo che gli mandava dei messaggi
    Romantici con chi ho vissuto affianco in questi 10 anni un mostro che gli piacciono le donne e gli uomini a me nn mi va proprio mi fa schifo e lo lasciato a questa m….

  55. ELI scrive:

    Mi dispiace ma, non deve pensare che uno e sempre stato gay ..sa una persona cerca altre strade quando ha avuto tutto da la vita e non ha saputo cogliere l’importanza.cosa che non la reso felice spingendola di cercare emozioni stupide e disastrose.

  56. angela scrive:

    aiutatemi se mi rispondesse qualcuno

  57. Good vibes scrive:

    Un saluto a tutti. Io sono appena uscita da una storia di due anni perché ho scopertoche il mio lui aveva una storia in ballo da quasi sei anni. I segnali c’erano eccome ma ne io ne lei li abbiamo visti o meglio, abbiam dato più fiducia a lui che al nostro intuito? Istinto? Chiamatelo come volete, ma non sbaglia mai mai mai. Se avete un dubbio, una sensazione, fidatevi del vostro cervello. Èprogrammato x difendervi , non per fregarvi. E se ci sono tante cose che non vi tornano, comportamenti strani, per periodi lunghi, state pur certi che vi sta nascondendo qualcos. Abbiate il coraggio di comporre quel numero che chiama di frequente, fate improvvisate, non date per oro colato quel che vi dicono. Chi è capace di tradire la propria donna, può fare di tutto.

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.

Spazio Pubblicitario





CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 - Direttore Responsabile Davide Difazio
CanicattiWeb.com è basato su piattaforma WordPress | Versione SPD | Supporto Tecnico, Sviluppo e Hosting: Bluermes Comunicazione Integrata