Notizie | Commenti | E-mail / 13:28
                    




Canicattì, primi sopralluoghi nello stadio crollato

Scritto da il 14 febbraio 2010, alle 13:25 | archiviato in Canicattì, Cronaca, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0.

abcd00061 (GUARDA LE FOTO) Che il campo sportivo di Canicattì iniziasse ad accusare i segni del tempo non era una novità ma che crollasse da un momento all’altro non se lo aspettava nessuno. Stamattina, probabilmente a causa delle infiltrazioni di acqua dovute alle abbondanti piogge di questi gironi, è crollato il muro adiacente alla tribuna sud di via Veneto. Nel crollo sono state danneggiate in maniera serie alcune autovetture, per fortuna non ci sono stati feriti. Una donna è stata trasportata in ospedale per la paura dovuta al crollo ma per fortuna non è rimasta ferita. Sul posto si è subito recato il rpimo cittadino Vincenzo Corbo, l’assessore allo Sport Diego Ficarra ed il capo dell’Utc per un primo sopralluogo. Molti i curiosi che si sono piombati in via Veneto per vedere cosa era successo. Le forze dell’ordine hanno inibito il traffico nella zona e transennato tutto il quartiere per scongiurare il pericolo dovuto ad ulteriori cedimenti. Grazie alle barriere metalliche poste in sicurezza dello stadio si è riusciti ad evitare una tragedia.

La struttura, ha più di 40 anni e necessita di una serie di interventi di ristrutturazione che finora sono stati snobbati dalle varie amministrazioni che si sono succedute nel corso degli anni.
In particolare, lo stadio “Carlotta Bordonaro” necessità di tre interventi urgenti: la costruzione di una tribuna coperta, che permetta ai tifosi di seguire le partite anche quando piove, il rifacimento degli impianti igienici, non funzionanti da qualche tempo, e la sistemazione del rettangolo di giuoco. Per quest’ultimo settore, ai tempi in cui la formazione “biancorossa” militava nel campionato di serie C2, si parlava della realizzazione di un terreno di giuoco in erba ma non si è mai concretizzato niente. Da sempre i calciatori che hanno calcato il terreno dello stadio comunale di Canicattì sono stati costretti ad impolverarsi a causa della sabbia che ne costituisce l’elemento principale.

Già in passato alcuni dirigenti sportivi, avevano avanzato delle richieste per realizzare una struttura ex novo, anche in considerazione del fatto che paesi meno importanti, sparsi in ogni angolo della Sicilia, sono parecchio avanti in fatto di impianti sportivi. Finanziamenti permettendo, per adesso ci si può anche accontentare di interventi meno massicci ma che rendano la struttura comunale più sicura.

abcd00051abcd0007abcd0008abcd0009abcd0010abcd0011



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Commenti chiusi


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata