Notizie | Commenti | E-mail / 11:55
                    




Canicattì, e la differenziata???? Ne vogliamo parlare…….

Scritto da il 30 giugno 2011, alle 11:32 | archiviato in Ambiente, Canicattì, Cronaca, Photo Gallery, Sassolini. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

E adesso aspettiamo la differenziata. Cara amministrazione, caro sindaco, adesso aspettiamo che ci spiegate come fare la differenziata, che approntiate un piano di comunicazione e quindi logistico per fare sì che questa città non si trovi più nelle condizioni di qualche giorno fà.

Concretezza e azioni mirate. Siamo impazienti di pubblicare il piano di raccolta differenziata che questa amministrazione farà conoscere alla città.

La metodologia, le iniziative mirate, i piani di comunicazione, le azioni coattive, le sanzioni.

Ad oggi qui non si rispetta e non viene fatto rispettare neanche l’orario del conferimento dei rifiuti nei cassonetti. In alcuni comuni della provincia chi conferisce la spazzatura prima dell’orario previsto dalla normativa, viene immediatamente multato. Squadre di vigili urbani fanno appositi appostamenti per beccare e punire i trasgressori. Grazie a questa azione coercitiva si educa la popolazione a rispettare gli orari.

Ed allora siamo impazienti di comunicare attraverso la nostra modestissima testata che a Canicattì finalmente parte la differenziata.

Speriamo che questo auspicio non offenda la sensibilità di alcuno… e serva da pungolo affinchè questa città esca dallo stato fatiscente in cui si trova.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



12 Risposte per “Canicattì, e la differenziata???? Ne vogliamo parlare…….”

  1. bin lad... ha detto:

    ma non e cosa loro inculcare alla gente che cosa sia la differenziata prima di tutto i nostri amministratori devono farsi spiegare da chi ne capisce che cosa e la raccolta differenziata

  2. Tommy ha detto:

    la soluzione e’ la raccolta porta a porta, si fa in citta’ anche piu’ grandi della nostra sia come estensione territoriale che come numero di abitanti.

  3. Ferrys ha detto:

    Se’ volete adesso che scendo a Canicatti’, vi spiego io come si fa la raccolta differenziata, considerato che lavoro a Bolzano proprio nella raccolta differenziata dei materiali riciclabili.
    Ma penso proprio che al comune non gli importa niente di tutto cio’ che riguarda il ciclo dei rifiuti in generale e pensare che creerebbe diversi posti di lavoro e potrebbero calare le bollette dei rifiuti.
    Comunque non c’e’ peggior sordo di chi non vuole sentire!
    All’inizio certo si dovra investire per creare tutta la piattaforma necessaria, per far decollare la differenziata come si dice il resto lo farebbero i cittadini se vedono che i loro sforzi non sono vani.
    Parlare, proporre, discutere, sono tutte cose utili ma alla fine se non si decide niente e non si attua cio’ che si decide in giunta comunale la raccolta differenziata a Canicatti’ ve la sognate cari concittadini.

  4. Ferrys ha detto:

    Per concludere l’argomento di prima nella sola citta’ di Bolzano nel 2010 sono state raccolte 4000 e piu’ tonnelate di cartone e Bolzano a 100.000 abitanti per parlare solo di cartone che e cio’ di cui io mi occupo.

  5. gigione ha detto:

    Un consiglio per la redazione:quando scarseggiano i commenti su argomenti che i lettori non reputano interessanti, è inutile insistere, fate commentare quelli dove cìè piu interesse alla dialettica.Sulla differenziata ne sappiamo talmente poco che non avrete nuovi commenti

  6. Canicattinese per forza ha detto:

    Forse qualcuno non se nè ancora accorto. I canicattinesi ( o almeno una buona parte ) vogliono DA SUBITO cominciare a differenziare i rifiuti. Avevo deciso qualche mese fa di cominciare anch’io. E allora .. separo i rifiuti, li conservo per qualche giorno ( magari nel balcone ) in sacche biodegradabili e poi contento carico tutto in macchina e vado al centro raccolta in largo aosta. Questa operazione è stata fatta da me per 3 settimane di seguito, fino a quando ho deciso di sospendere il tutto per i motivi che vi elenco di seguito: 1) Parto con la macchina piena di sacchi e trovo chiuso il centro di raccolta; 2) Arrivo al centro di raccolta e metre faccio la fila per depositare i rifiuti noto come gli operatori addetti erano quasi infastiditi da quel movimento di persone; 3) La 3 settimana trovo ( come al solito ) diversa gente che aspetta, il centro è aperto ma li non c’è nessuno. Più di un ora di attesa. Persino 2 vigili di passaggio sono stati informati di quello che stava accadendo. Gente con il cofano pieno di libri, altri col vetro. Persone che volevano sapere dove smaltire le pile esauste ( insomma ce n’è di gente interessata ). L’incaricato (della dedalo ma compaesano) viene dopo un ora di attesa, era al bar, nonostante l’evidenza, si lamenta persino del fatto che il signore ha portato troppi libri. Alla signora non sa dare indicazioni sullo smaltimento delle pile esauste. Sono io che gli indico un negozio di elettronica che all’esterno ha un raccoglitore idoneo. Si lamenta anche con me perchè ho portato 3 bei sacchi ( i rifiuti di una settimana ), si lamenta praticamente con tutti … non può far fronte a tutto questo lavoro ( specie che alle 13 doveva chiudere e noi avevamo atteso dalle 11 alle 12 ). Adesso lascio decidere a chi legge quali sono le condizioni di un cittadino che con tanta voglia e senza neanche la speranza di una retribuzione o sconto sulla tarsu si impegna esclusivamente per puro senso civico e poi si ritrova davanti a questi impedimenti. Insomma il succo del discorso è questo: Ho visto una Canicatti intenzionata a differenziare i rifiuti. Non sarebbe poi cosi difficile se l’amministrazione passata ma ancora attuale si impegnasse in questo proposito. Speriamo che i prossimi 5 anni siano migliori per il bene di tutti.

  7. Gio96 ha detto:

    Da me i rifiuti li differenziamo.
    Ma serve la raccolta porta a porta.
    Ora caro sindaco le chiedo: CHI CI VOLI?
    Qualsiasi scusa non è buona.
    A Catelbuono la differenziata la fanno con quattro asini.
    Esatto.
    CU LI SCECCHI.

  8. Aldo Calà ha detto:

    Avevo già scritto quanto sotto riportato, ma è stato, come prevedevo, disatteso.
    Adesso sembra che qualcosa stia cambiando. Chissà, forse è la volta buona !

    Si vedono spesso per le strade di Canicattì cassonetti della spazzatura stracolmi, senza coperchi, circondati da altri rifiuti, simili a discariche, come li chiamano alcuni miei concittadini. Ho letto diversi articoli al riguardo, scritti anche alcuni mesi fa, ma ad oggi non è cambiato molto. Ho letto anche che qualcuno ricorda il sig. Vincenzo Ragona, all’epoca assessore all’igiene, anch’io lo ricordo quando a bordo della sua 1100 Fiat,faceva “educazione civica”, armato di un megafono, andando in giro per le strade del paese, invitando i cittadini a buttare la spazzatura negli appositi cestini (allora non c’erano i cassonetti) e se qualcuno non l’avesswe fatto, sarebbe stato multato.
    Chissà perchè, tutto allora funzionava meglio !!!!
    Quello che chiedo a chi ha il dovere di rispondermi, riguarda la raccolta differenziata dei rifiuti, che mi sembra non venga attuata, o meglio i cittadini la fanno riempiendo oltre il massimo quei pochi cassonetti sparsi per le vie di Canicattì, senza che questa venga ritirata con la giusta e necessaria frequenza.
    Mi chiedo perchè mai dobbiamo essere indietro di 20/25 anni rispetto a tante altre realtà ??????????
    E’ vero, ci sono tanto problemi, ma ritengo sia molto importante la salubrità dell’ambiente in cui viviamo.
    Cosa ne pensate ??
    Saluti, Aldo

  9. ale ha detto:

    Confermo: A castelbuono la differenziata la fanno con gli asini. Visto che e’ la citta’ dei cavalli perennemente in strada , ci facciamo problemi a mintici quattru scecchi e farli camminare via via?

  10. Giuseppe Sferrazza ha detto:

    Nulla di buono sotto il sole per raccolta differenziata nel nostro ambito.
    Leggete e ve ne accorgerete
    http://giuseppesferrazza.blogspot.com/2011/07/i-finanziamenti-per-la-raccolta.html

  11. Sinistra Attiva ha detto:

    Sinistra Attiva ha avviato una raccolta firme online (cui farà seguito a breve anche una raccolta firme su cartaceo) per una petizione sulla raccolta differenziata porta a porta. Trovate tutte le informazioni su queste pagine:

    http://www.petizionionline.it/petizione/raccolta-differenziata-porta-a-porta-a-canicatti-meno-inquini-meno-paghi/4559

    https://www.facebook.com/event.php?eid=229778747043667

    http://sinistraattiva.blogspot.com/

  12. tito ha detto:

    PRIMA DI TUTTO BISOGNEREBBE SPIEGARE A CHI AMMINISTRA QUESTA CITTA’ COSA VUOL DIRE DIFFERENZIATA…….E POI COMINCIARE A FARE DEI PROGETTI PER LA RACCOLTA….MA A QUANTO PARE TUTTE LE PROMESSE FATTE IN CAMPAGNA ELETTORALE NON SARANNO MANTENUTE…..MA TUTTO CIO’ MI SEMBRA CHE NON E’ UNA NOVITA’……QUINDI PER QUALE MOTIVO SI LAMENTA TUTTO IL PAESE?DOBBIAMO TENERCELI PER 5 ANNI….LO AVETE VOTATO,ORA ALMENO ABBIATE LA PAZIENZA DI NON LAMENTARVI

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata