Notizie | Commenti | E-mail / 03:03


Canicattì, gli studenti del liceo Classico e Scientifico: noi sosteniamo la protesta degli autotrasportatori, e voi?

Scritto da il 18 gennaio 2012, alle 15:58 | archiviato in Canicattì, Cronaca, IN EVIDENZA, Photo Gallery, sciopero sicilia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Ci hanno più volte e ripetutamente chiesto d’intervenire, di scendere in piazza, d’affiancarli in questa lotta che è anche la nostra. Ci hanno chiesto di protestare per una volta non per realtà distanti da noi, ma in favore di una realtà che c’è davvero vicina. Ci hanno chiesto di liberare la NOSTRA sicilia e noi? Noi STUDENTI DI SICILIA?

Autotrasportatori, agricoltori, fruttivendoli, pescatori, piccole e medie imprese, casalinghe..chiunque si sta mobilitando in questi giorni per far sentire la voce del popolo siciliano, e gli STUDENTI DI SICILIA?

Gli studenti dove sono quando tutto il resto si muove veramente?

Noi, Liceo Classico e Scientifico “Ugo Foscolo” di Canicattì, abbiamo scelto di scendere in piazza e manifestare in loro sostegno, bloccando strade e piazze.

E voi?

Volete stare davvero a guardare?

O peggio, siete già pronti a lasciarla questa Sicilia?

Dopo gli autotrasportatori, gli agricoltori, i forconi, i commercianti, le imprese e gli operai arrivano anche gli studenti, chiamati in causa più volte anche dallo stesso comitato Forza D’urto. A rispondere all’appello sono gli istituti superiori di Canicattì, che prima come siciliani e poi come studenti hanno confermato la loro partecipazione all’ultima giornata di mobilitazione prevista per venerdì 20 gennaio.

Strade, piazze e ville saranno letteralmente bloccate, in riferimento allo slogan promosso dal comitato nazionale di forza d’urto, dalle ore 09.00 alle ore 12.30 dal grande corteo studentesco che partirà dal Liceo Classico “Ugo Foscolo”, sito in via Pirandello a Canicattì. L’invito è rivolto ovviamente a tutte le scuole e a tutti gli studenti di qualunque scuola di ogni ordine e grado della provincia agrigentina e non. Non saranno ammesse ed accettate bandiere di partiti e\o cori legati ad una qualsiasi fazione politica.

Che sia davvero il momento della svolta?

di Carmelo Traina

http://www.facebook.com/events/312390778802360/



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



10 Risposte per “Canicattì, gli studenti del liceo Classico e Scientifico: noi sosteniamo la protesta degli autotrasportatori, e voi?”

  1. mani ha detto:

    Estendiamo questo impegno a tutte le associazioni presenti sul territorio, è giusto che tutti scendiamo…. Noi giovani siamo una forza quando vogliamo….

  2. Angelo Cuva ha detto:

    Invito la redazione di Canicattì web a venirci a trovare durante la manifestazione per documentare al meglio il nostro corteo che avrà dei connotati nuovi e particolari!

  3. noncipossocredere ha detto:

    Giusta la protesta e le motivazioni, bisogna veramente darsi una mossa…….ma dopo la protesta ritorante a scuola se non altro per evitare di scrivere C’HANNO….cmq scherzi a parte, afte bene complimenti….

  4. studente indignato ha detto:

    Forza Presidente Salvatore Bella siamo tutti con te non mollare, porteremo anche tutti gli sportivi del calcio dilettantistico……..
    Salvatore Bella sei tutti noi………….

  5. Lo storico ha detto:

    No cari amici, così non va. Vi spiego il perchè.
    Mi trovavo di ritorno da Palermo dopo avere assistito mia moglie per un’operazione chirurgica. Stanchissimo provato da tensioni che non auguro a nessuno, tornavo verso le 22, incontro un capannello nei pressi dell’Hotel Ventura a Caltanissetta, pensavo che le automobili li facessero passare come il giorno prima a Capodarso. Invece no. Hanno bloccato una povera vittima come loro che va in giro non per lavoro (come loro) , ma ancora peggio, malattie. Mi vedo fermare e bloccare per oltre 20 minuti da facinorosi che bevevano vino, cantavano e al fuoco arrostivano vivande . No. Non si deve far questo. E’ come se gli schiavi stufi dei padroni non fanno altro che schiaffeggiare altri poveri schiavi giustificando che è una lotta. Condivido non poca la lotta, anche se per me, dispiace dirlo, ma non servirà a niente. La lotta non si fa distruggendo casa nostra, non forando la nostra barca ormai alla deriva, ma bloccando loro, sta di fatto che fuori dalla nostra regione la stampa quasi ignora l’evento essendo molto riduttiva come se si trattasse qualcosa che interessa pochi esigenti. La lotta si ripercuote solo ed esclusivamente su di noi siciliani destinati a pagare il prezzo imposto dai galantuomini politici, e come se non bastasse ci pensiamo noi stessi a mettere il bastone tra le ruote delle NOSTRE biciclette. Scusate la mia esternazione, ma cercate di meditare…. e forza con la protesta a ROMA.

  6. Traina Carmelo ha detto:

    Caro “non ci posso credere” una svista può anche capitare a tutti (vedi ritorante o afte) quindi non credo valga la pena commentare e sottolineare una cosa del genere e in ogni caso, sappi che, anche se ancora non accettata dall’italiano “standard”, l’espressione “c’hanno” è da tempo adoperata nel lessico e nel linguaggio “volgare” e quotidiano (basta fare una piccola ricerca su google).

  7. noncipossocredere ha detto:

    Il mio era un “appunto” più per simpatia che per correzione, (bado alla sostanza del concetto), in ogni caso il fatto che il “VOLGARE” come lo chiami tu o sms o linguaggio quotiduano, storpino le parole non significa che sia un bene per la lingua italiana, che prorpio con queste abbreviazioni sta perdendo quella perfezione grammaticale che la distingue (in meglio oso dire) dalle altre lingue….chissà se il “FOSCOLO” è d’accordo con questo nuovo modo di scrivere….30 anni fa mi insegnavano diversamente, e credo anche ora. Caro amico ti confesso che con le mie nipotine non “messaggiamo” (si scrive così’?) perche con tutte le abbreviazione o smeglio storpiamenti non riuscivo a capire cosa mi volessero dire. Scusate il mio ITALIANO legato più alla tradizione che all’epoca moderna. Google lo uso per altri scopi, per le parole ho il mio Zingarelli vecchio di 30 anni. Ribadisco comunque il mio plauso per l’iniziativa.

  8. SPARTACUS ha detto:

    CARI RAGAZZI, CONDIVIDO APPIENO IL MOTO DI RIVOLTA CHE SI AGITA

    PER UN MOTIVO O PER UN’ALTRO NEL PETTO DI TUTTI COLORO CHE

    VIVONO SULLA LORO PELLE LE INGIUSTIZIE E LE DISEGUAGLIANZE,

    VOGLIO SOLO RICORDARVI CHE CIO’ CHE STA ACCADENDO, E’ IL FRUTTO

    DI UN SISTEMA CAPITALISTICO NON MALATO, MA APPOSITAMENTE

    FUNZIONALE AL PROFITTO BASATO SULLO SFRUTTAMENTO DELL’ UOMO

    SULL’ UOMO, DEL CAPITALE FINANZIARIO SUL LAVORO, E DEL FACILE

    GUADAGNO SULL’AMBIENTE E SULLA SALUTE. IN QUESTA SOCIETA’

    MALATA C’E’ CHI VIVE DEL PROPRIO LAVORO,E CHI VIVE AGIATAMENTE DEL

    LAVORO ALTRUI. LA LOTTA DEVE ESSERE NECESSARIAMENTE DI NATURA

    POLITICA, UNA NUOVA POLITICA CHE METTA AL CENTRO I BISOGNI

    DELL’ UOMO IN QUANTO TALE, E NON DEL PROFITTO FINE A SE STESSO

    GENERANDO POCHI STRARICCHI, ED UNA MOLTITUDINE DI VECCHI E

    NUOVI POVERI. LA CRISI E’ SEMPRE COLPA DEI PADRONI DEI LORO

    GIOCHINI FINANZIARI, E DELLA LORO BRAMOSIA DI ACCUMULAZIONE DEL

    CAPITALE, MA A PAGARLA E’ COME SEMPRE IL POPOLO. DALLA

    RIVOLUZIONE FRANCESE AI NOSTRI GIORNI, NULLA E’ CAMBIATO NELLA

    SOSTANZA, MA SOLO NELLA FORMA. CHISSA’ SE SARA’ NECESSARIO

    RISPOLVERARE LA “GHIGLIOTTINA”.

  9. Marco ha detto:

    Invito gli studenti a bloccare le strade, le piazze e le ville durante le ore notturne e durante il week-end. Oppure questo non è compatibile con la “calia” scolastica?

  10. Angelo Cuva ha detto:

    Marco, siamo pronti anche a questo se necessario….Smettiamola di accusare gli studenti di fannulismo!!
    Chi è senza peccato scagli la prima pietra!!

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata