Notizie | Commenti | E-mail / 14:25


Caltanissetta, “Scandalo in Sicilia”: Film hard con coppie nissene, tutti in fila per avere il video

Scritto da il 20 aprile 2012, alle 07:33 | archiviato in Caltanissetta, Costume e società, Cronaca, Eventi, IN EVIDENZA, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

«Scandalo in Sicilia». È uno dei titoli in copertina di un film hard interamente interpretato da quattro coppie scambiste nissene. Il dvd dalla prossima settimana sarà in edicola in tutto il territorio nazionale. È la Caltanissetta a luci rosse che non t’aspetti. La piccola città di provincia che si spoglia di pudori, tabù e scopre potenziali «star» dell’hard locale. Casalinghe, impiegati, professionisti e commercianti – tutti scambisti – che hanno prestato “anima e corpo” a un film a luci rosse girato nelle settimane scorse in due appartamenti di Caltanissetta e Gela. Come di Caltanissetta, Gela e Niscemi, sono le coppie protagoniste di quello che, recita la copertina, sono «giochi privati con coppie scambiste alla ribalta».
Già, quattro coppie nissene. A Caltanissetta, lei, la quarantenne Marta (ma tutti i nomi dei protagonisti sono di fantasia), impiegata d’assicurazione, lui, Andrea di 42 anni, dipendente statale. Sempre del capoluogo sono la commessa Sara di 32 anni e Salvo, libero professionista di 35 anni. Di Niscemi sono Mirella, casalinga di 37 anni e Flavio, impiegato di 39. Di Gela sono Gina, 33 anni, assistente in uno studio dentistico ed Ettore, 32 anni, commerciante. Tutti dilettanti allo sbaraglio diretti da una regista, pure lei, che non ti aspetti. Una studentessa di Giurisprudenza, Lucrezia F., ventisettenne toscana. Lei e quattro suoi colleghi di Università, per sbarcare il lunario e fare un po’ di quattrini, ebbero questo idea qualche anno fa a Siena. E da allora l’esperienza s’è ripetuta. Lucrezia dietro la macchina da presa e la produzione curata da Marco Galimberti responsabile della «Valentino» di Roma. «La passione – ha spiegato la giovane regista – è nata per gioco e sinceramente all’inizio era solo un discorso economico. Poi, però, con il passare del tempo mi sono appassionata al mondo particolare degli scambisti ed al loro modo di inventarsi il divertimento». Poi ne ha pure fatto un «business», che presto mollerà. Non prima di un nuovo video a Catania che dovrebbe essere prodotto a metà maggio.
E loro, gli scambisti nisseni protagonisti del film a luci rosse già avvezzi a superare ogni inibizione, ma solo nel privato, si sono lasciati trascinare nel vortice della trasgressione. E nonostante mascherine ne celino il volto, è una forte dose di esibizionismo che li ha spinti sul set hard. E il cuore, il loro, batte forte. Batte forte per l’emozione in attesa che a giorni il film sia in edicola. E batte altrettanto forte per il timore di essere scoperti.





   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google

Clicca per condividere questo articolo su OKNOtizie OkNotizie



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



10 Risposte per “Caltanissetta, “Scandalo in Sicilia”: Film hard con coppie nissene, tutti in fila per avere il video”

  1. marco scrive:

    Vergona urlare SCANDALO…… ognuno di noi è libero di praticare la propria sessualità, scandalizzatevi di quelle che lo fanno di nascosto, non di chi ha la tranquillità di farlo senza inibizioni.
    Tu che scrivi scandalo, stai attento alle tue mura domestiche………
    VERGOGNA SIAMO NEL 2012 e ancora urlale scandalo, scandalizzatevi del governo che ci stà uccidendo , non di 4 coppie che fanno sesso libero…….

  2. pietro scrive:

    caro marco potresti pure avere ragione ma non sò che mentalità ai su queste cose cose ma per mè è uno schifo un fatto come è questo specialmente se si anno dei figli che cultura che educazione si dà.il mondo che è allo sfascio ai ragione ma lo stiamo sfasciando noi anche con queste cose.

  3. salvatore scrive:

    bravo marco ben detto si potrebbe pensare che con la crisi fare soldi cosi facili e bello huppppyyy ma che scandalo poveri giornalisti

  4. falso scrive:

    pietro sarebbe uno scandalo se i tuoi figli li insegneresti a scrivere tu,

  5. Giuse scrive:

    Scandalo in sicilia non è il titolo dell’articolo ma del film. Riposto testualmente “«Scandalo in Sicilia». È uno dei titoli in copertina di un film hard interamente interpretato da quattro coppie scambiste nissene”

  6. dado scrive:

    ragazzi, io non vedo nessun motivo di scandalo per questo film, mi scandalizzo dello scandalizzarsi per la notizia per dire la verità. comunque buon “Scandalo in Sicilia” spero di trovare in streaming il trailer :-)

  7. ignoranza scrive:

    prima di urlare allo scandalo leggi bene l’italiano. lo scandalo sei tu che nel 2012 non capisci neanche cosa leggi in un articolo. pagliaccio

  8. miriam scrive:

    io do ragione alle coppie, sapete; si parla sempre di pettegolezzi.
    La cosa buona la fanno loro ,che si fanno i fatti propri,VERGOGNIAMOCI NOI CHE GIUDICHIAMO…….ADESSO VIENE DI DIRE “SCAGLI LA PRIMA PIETRA” CHI E’ SENZA PECCATO………Lasciamoci liberi tutti di fare…..VEDI LO STATO IN CHE MODO CI A RIDOTTI?????? che ogniuno di noi viviamo la nostra vita…..ciao e in gamba x chi si fa’ i fatti propri…n.b. su facebook ce’ piu’ di un film ard!!!!!!!!! ce di peggio …quindi non SPARLATE SIGNORE E SIGNORI……….CON AFFETTO MARIA

  9. avatar scrive:

    io non vedo nessun scandalo si divertono e guadagnono pure soldi megli di andare a rubare

  10. nicola scrive:

    lasciateli fottere………

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.

Spazio Pubblicitario





CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD