Notizie | Commenti | E-mail / 17:25
                    




Licata, sequestro del depuratore: intervento di ControVento

Scritto da il 29 febbraio 2016, alle 06:44 | archiviato in Ambiente, Licata, Photo Gallery, Politica. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

licata_comune--400x300Riceviamo e pubblichiamo:

ControVento ritiene che il sequestro del depuratore sia un piccolo passo fondamentale per il ripristino di condizioni di normalità.                                                                    Ma un dubbio è più che legittimo: perché, nonostante le innumerevoli denunce delle varie associazioni sui gravissimi danni ambientali che si verificano da anni, il sequestro avviene solo adesso?                                                                                                             Lo scarico del depuratore è sito infatti direttamente sulla foce del Salso, in violazione della legge e per di più in presenza di espresso diniego della Regione che ne ha revocato l’autorizzazione.        L’impianto risulta incompleto, in quanto privo della condotta sottomarina per l’allontanamento dei reflui, e il suo funzionamento, in tutta evidenza, non è conforme a quanto sarebbe lecito attendersi.                                                                                                         Già le analisi di Goletta Verde, rese note dall’associazione A testa alta, evidenziavano un’altissima concentrazione di inquinamenti microbiologici, con valori di Escherichia Coli ed Enterococchi intestinali a dir poco preoccupanti, lontanissimi dai limiti consentiti dalla normativa vigente. Tanto sarebbe dovuto bastare ad allertare chi di competenza, al fine di mettere in campo quanto necessario per evitare che gli sversamenti continuassero a devastare il fiume e il mare.                                                                                                       Con un comunicato del 22/01/2016, l’Amministrazione comunale affermava invece che il depuratore fosse “tecnicamente a posto”: considerando che appena un mese dopo l’impianto è stato sottoposto a sequestro, al minimo si può parlare di inettitudine e impreparazione politica.   Il sequestro del depuratore di Licata è solo l’ultimo, in ordine di tempo, avvenuto nei confronti degli impianti di depurazione gestiti da Girgenti Acque per problemi di inquinamento; Girgenti Acque, lo ricordiamo è la stessa società che manca di certificazione antimafia e che è nell’occhio del ciclone da tantissimo tempo a causa dei costi e della pessima qualità dei servizi erogati ai cittadini.                                                                                                                                     Con l’occasione ringraziamo l’associazione A testa alta per l’impegno profuso e per lo stimolo continuo che ha portato alle iniziative intraprese dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Agrigento.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata