Notizie | Commenti | E-mail / 22:36
                    




Canicattì: il primo paese al mondo con la rotatoria che cambia forma a seconda dell’umore di chi vi transita

Scritto da il 31 dicembre 2016, alle 08:52 | archiviato in Canicattì, Cronaca, IN EVIDENZA. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Abbiamo perso un’altra occasione per dare un’immagine del nostro paese, più ordinata, più pulita, più strutturata. L’immagine di un paese che ha preso un’altra direzione. Ma al dire il vero a proposito di direzioni, quella pseudo rotatoria improvvisata di via On Giglia che ogni giorno cambia forma , non è stato certamente un bel vedere per le centinaia di migliaia di avventori  provenienti dai paesi limitrofi che hanno transitato da lì. Abbiamo perso una bella occasione. Sarebbe bastato attivarsi in tempo utile per far trovare quel pezzo di strada più dignitoso.

Quella pila di bidoni di plastica mal riposti e sparpagliati, sono una vergogna estetica, sono un serio pericolo per l’incolumità, sono la rappresentazione della visione che si ha di questo paese. Dicono che ci vogliono circa sessantacinquemila euro per realizzare quella rotatoria, credo la vorranno fare con pietre swaroshi. Tra l’altro l’apertura di un grosso supermercato li accanto doveva servire da stimolo per rendere quell’angolo più dignitoso. Ma si sa ognuno di noi ha un personale concetto di “dignitoso” e nulla toglie che per alcuni quella pila di bidoni astrattamente allocati rappresenti una soluzione “dignitosa”.

L’altra sera sentivo parlare in consiglio comunale di “ progetti per accedere a fondi comunitari” “compartecipazione Pubblico/privato” “restituiremo alla città… bla bla bla”. Io inizierei dalla pitturazione dell’inferriata di via On Giglia, dalla restituzione ai bambini del Parco giochi Pertini, dal togliere un bel po’ di buche pericolose, dall’utilizzo adeguato dei dissuasori (che ci sono costati una barca di soldi e che potrebbero essere utilizzati anche per formare una rotatoria provvisoria, sempre meglio di quella vergogna) e dalla realizzazione di una rotatoria la cui forma coincida col nome. Buon anno a tutti.

Cesare Sciabarrà



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



7 Risposte per “Canicattì: il primo paese al mondo con la rotatoria che cambia forma a seconda dell’umore di chi vi transita”

  1. canicattinese ha detto:

    Speriamo che il nuovo anno sia un anno nuovo dove ognuno di noi cittadini abbia a cuore la propria comunità, il bene pubblico che sia tutelato rispettato da tutti. Ognuno di noi singolarmente possiamo fare tanto cambiando le sorti del nostro paese della nostra comunità.
    Auguro all’amministrazione di riuscire nel dare a Canicattì quello che si merita.
    Il 2017 non potrà che essere l’anno del fare, quello dei buoni propositi finisce oggi.
    Sono fiducioso e convinto pure che per il bene della comunità che ha riposto le proprie speranze di rinascita si andrà avanti senza indugio e senza tentennamenti.
    Forza CANICATTÌ Buon ANNO a tutti NOI.

  2. DINARO ha detto:

    Bell’articolo, anche io avrei voluto segnalare la particolarità “semovente” della pseudo rotatoria. Assolutamente pericolosa e inutile in questo momento, vero é che i Canicattini, mai hanno capito come si affronta una rotatoria, a chi dare precedenza, come e dove rallentare, si rischia continuamente incidenti gravi, vista anche l’ elevata velocità con cui si percorre la via Giulia. Assolutamente pericoloso anche protestare o far notare di rallentare e dare la precedenzaM perché si rischia anche la rissa. Quindi soluzioni? Nessuna , ” panta rei”

  3. Luca Lupo ha detto:

    Caro ” Canicattinese” buon anno a Te. Vorrei essere fiducioso come Te, ma vedendo l’operato di questa amministrazione, posso affermare che il futuro, purtroppo, non ci riserva nulla di buono. In questi 6 mesi, questi signori, sono stati in grado di immobilizzare gli uffici comunali. Ad esempio solo 3 giorni fa è stato nominato il responsabile del settore tributi, significa che da luglio ad oggi, l’ufficio che doveva provvedere all’incasso degli euro tanto necessari per la vita della città, è stato , prima smantellato e poi abbandonato a se stesso. Il lamentarsi della pesante situazione finanziaria ereditata, non può durare in eterno. Ma Qual’è la situazione finanziaria? A quanto ammontano i fantomatici debiti ( se ci sono)? Nulla è dato sapere. Sig. sindaco, Lei ha il dovere di informare i cittadini, quantizzando i presunti debiti. In poche parole, è in grado di dire chiaramente a quanti euro ammontano i presunti debiti? Una volta tanto dia i NUMERI: Buon anno a tutti.

  4. DINARO ha detto:

    Sig . Luca Lupo, posso chiederle quale attinenza abbia il suo intervento in un articolo incentrato su una ridicola rotatoria? Davvero crede che il dissesto economico in cui sta precipitando l’ Amministrazione canicattinese sia stata creato in 6 mesi da questo sindaco? Oppure in 10 anni dalla precedente amministrazione? Dove siete stati fino adesso? Quando ci guarderemo allo specchio e ci daremo qualche colpetto a recitare il ” mea culpa?”

  5. Luca Lupo ha detto:

    Gentilissimo sig. Di Naro, di una cosa sono convinto: il tanto patentato dissesto economico serve da giustificazione all’incapacita di chi ci amministratore. Dalle delibera approvato da questa giunta non si legge il dispetto tanto devastato. Le delibere, a cui mi riferisco sono una di agosto sui residui attivi e passivi, da cui si evince che la differenza tra somme da incassare e da pagare e’ di circa 6 milioni, dal bilancio consuntivo si parla solamente di un disavanzo tecnico di 311mila euro all’anno, poca cosa per un bilancio di 50 milioni.

  6. DINARO ha detto:

    Caro Sig Lupo io non sono un tecnico e neanche sono simpatizzante di questa giunta e la mi rinnovata domanda è ” cosa c entra questa presa di posizione su un articolo che parla di una rotatoria? Ricordo le identiche critiche a Corbo a pochi mesi dalla sua elezione, ma ha governato 10 anni! Invece parliamo seriamente di come la normativa impone di costruire le rotatorie nei centri abitati? Distanze da incroci, dimensioni del diametro da applicare, segnaletica verticale e orizzontale obbligatoria, e perché a Canicattì non viene applicata la legge come nel resto d’ Italia? Se io non rispetto la segnaletica sono cavoli Amari, ma non qui nel paese della completa anarchia.

  7. Luca Lupo ha detto:

    Carissimo sig Di Naro, come avra’ notato da un po’ di tempo, su Canicattì web non si parla piu’ dell’amministrazione comunale, per cui ogni occasione e’ buona per dire cio’ che penso sull’operato di chi ci amminisra

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata