Notizie | Commenti | E-mail / 11:27


Ue, Sicilia in fondo per competitività: 237° posto su 263

Scritto da il 5 marzo 2017, alle 06:12 | archiviato in Economia, Politica, politica sicilia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

E’ notizia di questi giorni: nella classifica sulla Competitività stilata dalla Commissione europea, la Sicilia si colloca al 237° posto tra le 263 regioni dell’Unione. “Una maglia nera – commenta l’eurodeputato Giovanni La Via (AP/PPE) – che non rende onore alle eccezionali risorse della nostra terra, e che comunque ci mette di fronte alla mancanza di un programma di sviluppo, efficace e lungimirante”.

La terza edizione dell’Rci, l’indice di competitività regionale, dunque, è impietosa con la nostra regione, ultima in classifica tra le altre regioni del Sud Italia, e due gradini più giù rispetto al rapporto precedente. I parametri che definiscono le condizioni idonee per lo sviluppo e l’economia, ci restituiscono una Sicilia deficitaria in troppi aspetti, paralizzata dalle pastoie burocratiche, carente in infrastrutture.

La Via lancia un grido d’allarme: “Questa classifica certifica l’immobilismo economico e sociale della nostra regione, ben visibile a tutti noi siciliani. Da tempo ormai è chiaro che la Sicilia – dice l’europarlamentare utilizzando una metafora – è come una macchina ferma da tanti anni in garage. Per farla ripartire occorre cambiarne diversi pezzi, a partire dal motore. Abbiamo diversi strumenti a disposizione, il turismo, l’agricoltura, l’impresa e le grandi capacità dei siciliani: tutti pezzi fondamentali– ne è convinto La Via–per essere competitivi in un contesto economico sempre più globalizzato, ma non possiamo permetterci di perdere altro terreno”.

Gli oneri burocratici, le eccessive lungaggini, la mancanza di progettualità e la politica troppo spesso distante dalle reali esigenze di chi vive e lavora in Sicilia, da chi vuole fare impresa e scommettere sul territorio, sarebbero alla base di questa macchina che arranca. Base a cui bisogna aggiungere tutti gli altri indici, indeboliti da un sistema che evidentemente presenta delle falle: Sicilia bocciata oltre che in tema di efficienza del mercato del lavoro e in dimensione del mercato, anche in materia di istruzione superiore, formazione e apprendimento permanente, maturità tecnologica, complessità del business e innovazione.

“Occorre – rilancia l’on. La Via – sovvertire questo processo. Non possiamo più permetterci di perdere altro terreno: a partire dallo snellimento burocratico, puntando sulle nuove tecnologie, e incrementando gli investimenti per la valorizzazione e lo sviluppo del territorio, per una Sicilia che non sia più fanalino di coda in Europa”.





   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario





CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata