Notizie | Commenti | E-mail / 20:36
                    




Sicilia, grandinata rovina quintali di raccolto: la Cia chiede stato di calamità

Scritto da il 20 aprile 2017, alle 06:12 | archiviato in Ambiente, Cronaca, cronaca sicilia, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

“Centinaia di piante fruttifere della Piana di Catania sono state danneggiate dalla violenta grandinata che si è abbattuta in città domenica scorsa, il giorno di Pasqua, rovinando quintali di raccolto”. Lo afferma il presidente della Confederazione agricoltori italiani (Cia) di Catania, Giuseppe Di Silvestro, che ha inviato una lettera al responsabile dell’Ispettorato regionale Agricoltura.

“Sono stati danneggiate sia le produzioni che le strutture con il disseccamento dei rami – aggiunge Di Silvestro – abbiamo chiesto che vengano immediatamente effettuati i sopralluoghi di rito, come prevede l’attuale normativa sui danni in agricoltura, provocati da calamità naturali; che vengano accertati i danni alla produzione e alle strutture provocati dai venti sciroccali per ogni singola azienda agricola e che vengano predisposte le delimitazioni e la richiesta di calamità agli organi competenti”. “Chiediamo infine – conclude Di Silvestro – che venga convocata, con celerità, una riunione con tutte le organizzazioni professionali per verificare lo stato dell’arte dei sopralluoghi e delle delimitazioni”.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata