Notizie | Commenti | E-mail / 03:21


Allarme Movimento 5 Stelle: “Dimezzate postazioni 118 in Sicilia”, colpita anche la Provincia di Agrigento

Scritto da il 21 aprile 2017, alle 06:30 | archiviato in Costume e società, Photo Gallery, Politica, politica sicilia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

“Quella che si abbattera’, entro il 31 dicembre 2017, sulle ambulanze di soccorso avanzato, di soccorso di base e auto mediche della Sues, sara’ una mannaia. Delle 251 postazioni attive prima del varo della nuova rete ospedaliera, solo 125 resteranno in vita a regime, il resto sara’ soppresso, con tutte le conseguenze che si troveranno a scontare soprattutto gli abitanti dei Comuni piu’ penalizzati dal punto di vista orografico e dei collegamenti stradali”. E’ quanto denuncia il deputato regionale del M5S, Francesco Cappello, secondo cui “quello che e’ stato messo in atto alle nostre spalle e alle spalle dei siciliani e’ un vero patto criminale tra Stato e Regione, che realizza consistenti risparmi sulla spesa ai danni del diritto alla cura dei siciliani. L’adozione di meri criteri ragionieristici in sanita’ non e’ tollerabile. A forza di tagli scellerati stiamo arrivando al livello della Grecia”. La mappa dei tagli, secondo i 5 Stelle, va dalle 29 postazioni di ambulanze del 118 soppresse nell’ex provincia di Palermo, alle 5 perse nel Ragusano. Perdera’ 13 postazioni l’ex provincia di Messina, 6 il territorio di Agrigento, 16 il Catanese, 8 a testa il Nisseno, il Siracusano e il Trapanese, 10 la zona di Enna. “Ci sono Comuni – commenta Cappello – che saranno molto svantaggiati da queste scelte. Penso, ad esempio a Mussomeli e a Niscemi, i cui collegamenti viari non sono certo il massimo”. Queste le postazione 118 sopravvissute, secondo i grillini: “Agrigento 9 ambulanze di soccorso avanzato (MSA); 1 ambulanza di soccorso di base (MSB) e 1 auto medica (AM); Caltanissetta 6 MSA; Catania 18 MSA, 5 MSB; Enna 5 MSA, 1 AM; Messina, 13 MSA, 12 MSB, 1 AM; Palermo, 20 MSA, 6MSB, 2 AM; Ragusa, 7 MSA, 1MSB; Siracusa 7MSA, 1 MSB; Trapani 9 MSA; “Questi tagli sono assolutamente inaccettabili”, sottolinea Cappello, che aggiunge: “Ecco perche’ e’ necessario riaprire il tavolo di discussione con lo Stato per rivedere tutte le situazioni che vanno trattate in modo particolare per le criticita’ imposte dal nostro status di insularita’”.





   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario





CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata