Notizie | Commenti | E-mail / 14:51
                    




Sicilia, ‘Dammi i soldi o metto i video hard in rete’: un 20enne e un 14enne in manette

Scritto da il 21 aprile 2017, alle 06:22 | archiviato in Costume e società, Cronaca, cronaca sicilia, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Concorso in estorsione. E’ l’accusa con cui i carabinieri hanno arrestato un 20enne e un 14 di Pedara, in provincia di Catania.

La vittima è un 37enne, sempre di Pedara, che per mesi è stato vessato ed umiliato dal maggiorenne che  lo aveva convinto ad avere con lui dei rapporti sessuali. Ogni incontro, filmato di nascosto, era diventato poi l’arma per ricattare la vittima ed estorcerle del denaro – quasi 700 euro – consegnato in più tranche.

La vittima, terrorizzata dalla possibilità di vedere i video postati sui social network, ha ceduto per mesi ai ricatti del suo persecutore finchè non è entrato nell’affare anche il minorenne. Quest’ultimo ha contattato e minacciato telefonicamente il 37enne, chiedendogli 600 euro in contanti per evitare la divulgazione del video.

La vittima, a questo punto, ha deciso di presentarsi in caserma a Pedara per chiedere aiuto ai carabinieri. Fissata l’ora e il luogo dell’incontro con gli estortori, i carabinieri hanno arrestato i due estortori nel momento in cui hanno intascato i 600 euro.

Il maggiorenne, assolte le formalità di rito, è stato relegato agli arresti domiciliari mentre il minorenne è stato associato al centro di prima accoglienza di Catania.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata