Notizie | Commenti | E-mail / 11:38
                    




“La finestra sulla città”, ospite l’ex vicesindaco Gaetano Rizzo: “adesso vi dico io come stanno le cose”

Scritto da il 19 novembre 2017, alle 07:20 | archiviato in Finestra nella città, IN EVIDENZA, Politica, Politica Canicattì. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Altra puntata della finestra sulla città con ospite l’ex Vice Sindaco l’ing. Gaetano Rizzo. Una puntata da non perdere , una chiacchierata con l’ex amministratore che ha voluto chiarire alcune dichiarazioni fatte dall’attuale primo cittadino Ettore Di Ventura, a proposito della mancanza di progetti lasciati dalla precedente amministrazione. Ma non si è parlato solo di questo. Si è parlato anche di acqua e di Girgenti Acque.. la prossima settimana avremo ospite il Sindaco Di Ventura che avrà modo, qualora lo volesse, di chiarire alcune dichiarazioni dell’ex amministratore. Adesso non ci rimane che augurarvi buona visione.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



5 Risposte per ““La finestra sulla città”, ospite l’ex vicesindaco Gaetano Rizzo: “adesso vi dico io come stanno le cose””

  1. Buzz lightyear ha detto:

    È augurio mio e di ogni cittadino che la prossima settimana, durante l’intervista, il sindaco possa esibire le analisi dell’acqua di contrada Gulfi (ma anche degli altri pozzi). La ASL o un laboratorio efficiente ( e indipendente…) ci mettono pochi minuti per farlo. Ci toglieremmo intanto il dubbio su quel che si vorrebbe immettere (o che molto probabilmente già si immette) nelle case dei Canicattinesi.
    E speriamo pure giustifichi adeguatamente l’assenza di accesso agli atti: il ricorso al TAR comporterebbe la sicura soccombenza e quindi altri oneri a carico della cittadinanza. Sindaco ed amministratori, siete lì a tutela dei cittadini e non delle aziende private!

  2. Obiettivamente ha detto:

    Ma l’accesso agli atti per il pozzo di Contrada Gulfi a chi è stato fatto? Al Comune, a Girgenti Acque, all’ATO idrico o al Genio Civile? Perché mi sa che c’è stata un po’ di confusione nella comunicazione.

  3. Buzz lightyear ha detto:

    Sicuramente si tratta di richiesta protocollata. Il destinatario (o i destinatari) ne avranno avuto contezza senza tuttavia aver fornito gli atti richiesti nei tempi perentori previsti dalla legge sulla trasparenza. E la negazione di un atto dovuto è per la legge italiana, un reato (omissione di atti d’ufficio. http://www.ilquotidianodellapa.it/_contents/news/2015/ottobre/1445713792040.html. ). È un bruttissimo segno. Ogni illazione è lecita.
    Mi permetto di ricordare a tutti che fare l’amministratore pubblico (o il dirigente) non è prescritto dal medico di famiglia… ergo se vuoi amministrare devi prima pensare agli oneri e se resta tempo puoi pensare agli onori.

  4. Obiettivamente ha detto:

    Sig. Buzz lightyear conosco benissimo quella legge, in quanto la uso spesso per lavoro. E va da se che la richiesta debba essere protocollata. La prima regola fondamentale è quella di richiedere l’accesso agli atti (e quindi fare richiesta) a chi quegli atti ce li ha. Dall’intervista dell’ingegneria Rizzo non si capisce né che atto hanno richiesto, né a chi li hanno chiesti.
    Aggiungo solo che la competenza sulle acque da emungimento (pozzi, laghi, fiumi) è del Genio Civile.

  5. Buzz lightyear ha detto:

    Sig. Obiettivamente, se il comune non possiede una documentazione in grado di spiegare cosa succeda in contrada Gulfi su territorio di sua pertinenza dove solo lui può consentire un accesso, un cantiere, un allacciamento elettrico, scavi, demolizioni e chi più ne ha più ne metta (e mi pare che ció non accada, vista la puntuale risposta offerta dal dirigente Adamo su questa testata che dimostra una perfetta consapevolezza dei fatti) comunica a chi glieli ha chiesto secundum legem quel che si trova agli atti e quel che invece non rientra nella sua conoscenza, facendo vodì chiarezza e offrendo la possibilità al richiedente di agire in altre sedi. Ma soprattutto mette in atto tutte quelle azioni per accertare se qualcuno stia attuando azioni che potrebbero essere non corrette. Si parla di emungimenti di acqua da pozzi ubicati sul territorio comunale e soprattutto su aree demaniali. Come precedentemente detto, si sta giocando con gli interessi dei cittadini e l’amministrazione ha il DOVERE di tutelarli, a cominciare dalla primaria esigenza salute ed a finire dalla razionale e comprensibile tutela degli interessi economici. Invece di chiosare su come si fa e come non si fa. Si chiede trasparenza, non particolarismi o favori. A fronte di innumerevoli documentazioni fotografiche e filmati che asseverano operazioni strane in contrada Gulfi. Se non ne fosse a conoscenza utilizzi pure il motore di ricerca a disposizione su questa testata e capirà.

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata