Notizie | Commenti | E-mail / 18:47
                    




Caltanissetta, delicato intervento chirurgico restituisce a una donna l’uso del braccio

Scritto da il 26 dicembre 2017, alle 06:24 | archiviato in Caltanissetta, Cronaca, Salute. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Rischiava di perdere la funzionalità del braccio per una brutta frattura dell’omero, che aveva compromesso anche un nervo ma, grazie ad un delicato intervento in urgenza, eseguito dagli ortopedici Massimo Siracusa e Valeria Burgio, dell’equipe del dottore Giuseppe Petrantoni, direttore dell’Unità Operativa Complessa di Ortopedia, potrà tornare ad utilizzare l’arto. Una donna di 73 anni, D.R. le iniziali, con un braccio già paralizzato per via di un precedente ictus, si era recata nella tarda serata di ieri al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Elia dopo che si era rotta l’altro braccio, cioè l’unico che fino a quel momento aveva potuto utilizzare. Una brutta frattura, uno di quei rari casi – se ne registrano pochi – in cui viene compromesso anche il nervo facendo perdere totalmente la sensibilità dell’arto. La donna infatti era arrivata in pronto soccorso con il braccio dolorante, a causa della frattura, e la mano paralizzata. Subito i medici del pronto soccorso, dopo gli accertamenti, hanno trasferito la donna al reparto di Ortopedia dove, intorno alle 22, ha avuto inizio il delicato intervento.  “La frattura dell’omero che presentava la paziente – spiega il dottore Massimo Siracusa – ha provocato un deficit del nervo radiale da incarceramento a causa della frattura particolarmente complessa e scomposta. Insieme alla dottoressa Valeria Burgio abbiamo eseguito un delicato intervento di isolamento e sbrigliamento del nervo, che si era incarcerato tra i monconi di frattura, e, dopo averlo accuratamente liberato dalla sede di imbrigliamento,  abbiamo dato la possibilità al nervo di riprendere a funzionare , dando così la prospettiva alla paziente di una guarigione senza danni neurologici. L’intervento è stato eseguito in tarda serata, è iniziato alle 22.15 ed è terminato dopo circa due ore. Se non fosse stato eseguito in urgenza  il danno sarebbe stato irreparabile. La tempestività dell’intervento e la corretta tecnica dell’esecuzione sono stati i presupposti per garantire il recupero alla paziente stessa. Peraltro si trattava di una paziente – conclude Massimo Siracusa – che presentava dall’altro lato una paresi da icuts e dunque la funzionalità di quell’arto era di vitale importanza”. Fondamentale anche la professionalità dell’anestesista Salvino Asaro nel gestire una paziente molto critica poiché gravata da una pregressa patologia neurologica e cardiaca.
seguonews.it



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata