Notizie | Commenti | E-mail / 02:56
                    




Canicattì: Foro Boario… non è detto che perchè si chiama “foro” ci si può infilare tutto….

Scritto da il 10 marzo 2018, alle 09:38 | archiviato in #Esclusiva, Canicattì, Cronaca, IN EVIDENZA. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Come per contrada Gulfi, anche in questo caso poniamo delle domande. Siamo al Foro Boario , indirizzo presso il quale da un po’ di tempo a questa parte viene conferità quantità importanti  di spazzatura. La nostra prima domanda è : ma si tratta di una centro comunale di raccolta? Ricordiamo che la gestione dei centri di raccolta dei rifiuti urbani raccolti in modo differenziato è disciplinata dal Decreto 8 aprile 2008 (G.U. 28 aprile 2008, n. 99).

Se così fosse il centro dovrebbe avere al suo interno intanto personale specializzato e raccoglitori con le indicazioni del materiale contenuto. Ma soprattutto il materiale dovrebbe essere differenziato, cioè , la carta con la carta, il vetro con il vetro, la plastica con la plastica… mentre è assolutamente vietato conferire l’umido in quel luogo. Le immagini che vedete allegate a questo articolo raccontano un’altra storia. Abbiamo evitato di pubblicare anche i video per una questione di delicatezza. Le catene che vedete nella fotografia sarebbero dovute servire per evitare di fare entrare giornalisti.. perché? Che problema c’è? E allora le nostre domande sono: che tipo di rifiuto avete stoccato in quel sito.. nei giorni scorsi? ( Non dite che adesso è tutto a posto, lo sappiamo già) per quanto tempo lo si è fatto ?  Perché la struttura non può essere aperta ai cittadini e ai giornalisti? L’amministrazione è al corrente di ciò che è accaduto presso il Foro Boario? Sono tutte domande lecite, perché a volte la terra dei fuochi prima di diventare “ la terra dei fuochi” è stato un verde giardino come quello che vi era al Foro Boario prima di decimare decine e decine di alberi. Disposti ad ascoltare qualsivoglia spiegazione, i cittadini attendono…..perché quando al comico torna la parola smette di essere muto



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



4 Risposte per “Canicattì: Foro Boario… non è detto che perchè si chiama “foro” ci si può infilare tutto….”

  1. Massimo ha detto:

    E solo ieri qualcosa lì sotto bruciava! Cosa bruciava? Qualcuno mi sa rispondere?

  2. ric ha detto:

    ricordo , nel passato anche recente, che gli amministratori ( vedasi dirigenti comunali) nel bocciare varie idee ed iniziative, si trinceravano dietro la regola della “destinazione d ‘ uso” . Mi chiedo : un ‘ area destinata a foro Boario può diventare area di raccolta rifiuti? e senza alcuna discussione in consiglio comunale?

  3. A. Cappadona ha detto:

    IN Merito ti ho mandato un articolo, inoltre ho inviato un secondo scritto sulle elezioni poliitce post mortem. Ciao Cesare!

  4. Giuseppe giardina ha detto:

    Qualcuno sa dirmi se e’ vero che il comune di Canicatti conferisce i rifiuti anche a Cammarata ?

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata