Notizie | Commenti | E-mail / 22:11
                    




Campobello di Licata, accusati di aver pestato un compaesano: assolti tre giovani

Scritto da il 23 giugno 2018, alle 06:56 | archiviato in Campobello Di Licata, Costume e società, Cronaca, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

La Corte d’Appello di Palermo ha assolto tre giovani di Campobello di Licata dall’accusa di lesioni gravi.

I tre in primo grado erano stati condannati a 1 anno e 4 mesi di reclusione al termine del processo svoltosi con il rito abbreviato.

I tre erano accusati di aver picchiato un compaesano per futili motivi. Il fatto di cui dovevano rispondere i tre giovani risale all’estate del 2015.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



1 Risposta per “Campobello di Licata, accusati di aver pestato un compaesano: assolti tre giovani”

  1. Antonio ha detto:

    La Giustizia in Italia è avere un Avvocato di grido e tutto si risolve e i ” barbari” non pagano dazio. Mi permetto di fare solo una riflessione sul fatto di Roma dove un Giornalista viene preso a testate, condannare con forza e determinazione, il bruto” viene condannato a 8 anni di carcere ma li ci mettono l’aggravante di mafia, se sei un semplice cittadino che viene aggredito da energumeni, ebbene in primo grado vengono condannati , poi in appello assolti. Giustizia è S(fatta) Questa è l’Italia se vi pare.

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata