Notizie | Commenti | E-mail / 05:20
                    








Canicattì, anche la comunità romena avrà il suo candidato a Sindaco

Scritto da il 27 marzo 2011, alle 08:35 | archiviato in Photo Gallery, Politica, Politica Canicattì. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Anche la numerosa comunità romena  di Canicattì avrà un candidato a Sindaco e alcuni candidati al Consiglio comunale. La notizia è trapelata in questi giorni  ma il nome del candidato è ancora top secret.  Secondo quanto stabilito  dalla normativa a livello comunitario e nazionale , all’art  19 TCE ,  ogni cittadino dell’unione residente in uno Stato membro di cui non è cittadino ha il diritto di voto e di eleggibilità: 1) alle elezioni comunali nello Stato membro in cui risiede alle stesse condizioni del cittadino di tale Stato e 2) alle elezioni del Parlamento Europeo nello Stato membro in cui risiede alle stesse condizioni del cittadino di tale Stato.

L’esercizio dei due diritti si effettua secondo le modalità adottate dal Consiglio Europeo, deliberando all’unanimità su proposta della Commissione e previa consultazione del Parlamento Europeo, e tali norme possono anche derogare all’esercizio del diritto qualora sussistano particolare questioni.

Considerando che la comunità romena canicattinese  è formata da oltre 7000 persone, la città di Canicattì, per la prima volta nella storia, potrebbe trovarsi ad avere un sindaco  non locale. Di certo la politica locale negli ultimi anni non ha dato fiducia ai cittadini tant’è che le liste civiche sono sempre le più gettonate.

Manca due mesi alle elezioni e tutto potrebbe accadere. Di sicuro sarà una campagna elettorale molto delicata.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



24 Risposte per “Canicattì, anche la comunità romena avrà il suo candidato a Sindaco”

  1. SCETTICO,APOLITICO. ha detto:

    Sicuramente il prossimo Sindaco sara’ straniero, addirittura di ” colore”, ma’ appena insediato , gli diranno ” SINDACO CORBO” , tolga il lucido nero dalla faccia , ormai abbiamo vinto.

  2. politician ha detto:

    e perchè no un candidato polacco, uno inglese, uno spagnolo,uno portoghese,uno bulgaro,uno lituano,uno olandese,uno lettone,uno ceco , uno sloveno,uno ungherese… Tanto ormai siamo cittadini del mondo……………Siamo seri……
    A cosa servirebbe un sindaco rumeno alla comunità rumena di CanicattI??? Tanto già vivono ” da padroni”……

  3. brualinarudicittà ha detto:

    UN CANDIDATO SINDACO RUMENO?
    Se i nomi nostrani che oggi si fanno per una probabile candidatura a sindaco della città si dovessero concretizzare, io voterò il candidato Rumeno poichè violenterei la mia coscienza se votassi qualsiasi professionista della politica di casa nostra.
    Spero soltanto che la strategia dei Rumeni non sia la medesima seguita oggi da diversi pesciolini della politica nostrana che avanzano ipotesi di personali candidature soltanto per rinegoziare i successivi ritiri a fronte di congrue ricompense in termini di assessorati, oppure semplicemente per disperdere voti a beneficio di qualche altro candidato di schieramento politico avvero il quale, al momento opportuno, ricambuerà la cortesia magari con qualche “desistenza”.
    Una classe politica come quella che oggi si agita nella nostra città legittima pienamente le avances dei rumeni i quali, in verità, oggi rappresentano una importante comunità che soltanto la ingenerosità di alcuni vorrebbe ingiustamente criminalizzare. Almeno i rumeni sono, nella quasi totalità, lavoratori corretti ed instancabili oltre a rappresentare per la città una significativa risorsa. Se qualcuno di loro si muove ai margini della legalità non credo che ciò possa offuscare la serietà di tutti gli altri. Credo che se guardassimo meglio a casa nostra, probablmente la percentuale degli indigeni che vivono ai margini della legalità supera di gran lunga quella dei rumeni.
    Suppongo che adesso i mestieranti della politica nostrana faranno o intensificheranno il pressing sulla comunità rumena per inglobarla nei meandri della sporca politica locale.
    Ai Rumeni dico: RESISTETE.

  4. the wise ha detto:

    Povero paese mio … che fine che stai facendo …. o che hai fatto !!!!???!!!!

  5. Michele ha detto:

    Riproporrei la domanda a “Politician” A che cosa è mai servito un Sindaco Canicattinese alla comunità di Canicattì?

    Con ciò non credo, che avere un Sindaco Romeno migloirerebbe la situazione, ma quanto meno non conoscerebbe nessuno e di conseguenza lo si voterebbe, non per clintelismo ma per gli ideali politici in cui crede, e che vuol farci credere.

    Purtroppo per molti anni in Sicilia si è votato sperando di ottenere un posto fisso, così facendo gli unici a beneficiarne, (Leccarsi i baffi) sono stati loro, mentre a pagarne le conseguenze (leccare la sarda) sono i cittadini.

    Continuate così. Perchè solo così otterrete grandi cambiamenti per la vostra città (di mali in peggiù).

    Concludo dicendo per coloro che non sanno che il voto è un nostro DIRITTO e non un nostro DOVERE.

  6. christian ha detto:

    Attualmente per un cittadino rumeno residente a Canicatti o in un’altro comune d’Italia non e’ possibile candidarsi per la carica di sindaco comunale. Possono solamente candidarsi per la carica di consigliere comunale.

  7. un canicattinese indignato ha detto:

    VERGOGNA, semplicemente VERGOGNA…..

    VERGOGNA ai nostri politici
    VERGOGNA se questa notizia non è vera ed è stata pubblicata soltanto per creare dibatti
    VERGOGNA ai cittadini che ormai si sono abituati al sistema e non si ribellano
    VERGOGNA a tutti questi falsi amici che già iniziano a salutare in cerca di voti
    VERGOGNA a tutti quelli che si stanno candidando per non fare una beata m….ia

    VERGOGNA, VERGOGNA, VERGOGNA!!!!!

    Il paese ormai è allo sfascio più completo e per dargli il colpo finale ci vorrebbe soltanto un amministrazione romena
    Sono stato sempre fiero del mio paese, ma negli ultimi anni sto iniziando a VERGOGNARMI di essere canicattinese!!!!!

  8. Salvatore T. ha detto:

    Secondo la normativa vigente i cittadini residenti, appartenenti alla Comunità Europea, possono solo Votare per le Elezioni Comunali, ed al massimo candidarsi per il Consiglio Comunale. La norma vieta espressamente che il cittadino straniero possa candidarsi a Sindaco, e neppure ricoprire la carica di vice sindaco. Piuttosto bisogna stare attenti a quanti nostri concittadini senza scrupoli, possano approfittare del loro stato di indigenza per indurli a votare, anche contro i loro stessi interessi, comprandone in un modo od in un altro il consenso, magari per formazioni politiche di centro-destra notoriamente xenofobe.

  9. LILLO ha detto:

    Entrare in politica vuoldire giocare con la testa delle persone , non e’
    giusto , giocare con la testa delle persone, perche si guasta , puo’ diventare
    pericolosa.
    State attenti!! Politici nuovi e vecchi.

  10. Gheddafi ha detto:

    E CERCATE DI AVERE RISPETTO PER I CITTADINI RUMENI TRADUCENDO OGNI VOLTA I VOSTRI COMMENTI !!

    Şi încercaţi să respect pentru cetăţenii ROMANIAN traduce FIECARE TIMP comentarii!

    Anzi prego il sig. Paci di interessarsi ad adeguare al più presto la segnaletica stradale con la doppia traduzione.

  11. Gheddafi ha detto:

    Un bel sindaco in canottiera, pantaloncini corti, ciabatte e birra in mano.
    E attenzione! Non a bivaccare al golden gate ma al chiosco di Munna!

    Un primar bun său în maiou, pantaloni scurţi, papuci şi bere în mână.
    Şi fii atent! Nu în tabără lgolden gate, dar la chioşc Munna!

  12. lupatreternu ha detto:

    GENIALE!,,,, VERAMENTE GENIALE!

    VOGLIAMO INDIVIDUARE A CHI E’ VENUTO IN MENTE PER ,,,,,STRAFOTTERE E TURLUPINARE LA COMUNITA’ DEI RUMENI, IN PRIMIS, E POI AL BALLOTTAGGIO CERCARE DI OTTENERE MAGGIORI VOTI PER VINCERE LE ELEZIONI ????

    IO PENSO CHE SIA STATO ” ……LUSIGNURI DI LU MUNNU”
    E VOI CHI PENSARE CGE SIA STATO?

  13. brualinarudicittà ha detto:

    Gheddafi (che nome sinistro si è cercato!) ha ora imparato il rumeno, ma non ha ancora imparato quali sono le competenze degli amministratori comunali e di quelli provinciali. Forse egli non sa che il compito di adeguare la segnaletica stradale all’interno dei centri abitati dei comuni è dell’amministrazione comunale e non di Ivan Paci. Si vede che Gheddafi è troppo distratto da altre cose e tralascia di imparare quelle più semplici.
    La proposta, comunque, non è priva di fondamento poichè in altre città (mi pare anche a Palermo) alcune vie di quartieri abitati prevalentemente da stranieri sono indicate sia in italiano (almeno sin quando sarà possibile) sia in lingua straniera. Non sarebbe errato dare un segno di amicizia ai rumeni intitolando almeno una via che richiami un loro simbolo (una città, un santo, una località, o anche semplicemnete “Via amici rumeni”.
    Come lei può constatare, so apprezzare le sue proposte, ma non posso tralasciare di spronarla a fare meglio per la sua cultura.
    Non risponda dicendo che lo sapeva e voleva fare una provocazione, perchè non la crederei. .

  14. brualinarudicittà ha detto:

    Ad integrazione del mio precedente commento, sento il dovere di evidenziare che sarebbe di pessimo gusto avviare prima delle elezioni qualsiasi procedura per l’intitolazione di una strada ai rumeni. Faccio tale precisazione poichè ritengo di ben conoscere la mentalità di molti politici locali ma non conosco a quali eventuali livelli di idiozia si possano spingere.

  15. Gheddafi ha detto:

    Ho solo detto che se ne potrebbe interessare lui. Una volta eletto sindaco e quindi a capo dell’amministrazione comunale potrebbe farlo!
    Apprezzo i suoi interventi ma non mi giudichi per il nome. Lei che è un brualinarudicittà (che nome!!)

  16. brualinarudicittà ha detto:

    Salve Gheddafi, mi sa tanto che ci incontreremo spesso con i nostri commenti.
    Qua la mano!

  17. BORGALINO ha detto:

    La politica e il fato dell’umanita’ vengono forgiati da uomini privi di
    ideali e grandezza. Gli uomini che hanno dentro se’ la grandezza
    non entrano in politica.

    Ricordate che siamo tutti Brualinara, non dimentichiamo le radici.

  18. politician ha detto:

    X Michele.

    Caro Sign. Michele, deve cercare di separare i suoi giudizi negativi rispetto all’attuale amministrazione da quanto hanno fatto in passato altri sindaci della città. Io non credo che mai nessuna amministrazione abbia fatto bene per la nostra comunità . Le potrei fare diversi esempi….Quindi il fallimeno dell’amministrazione Corbo non deve portare a generalizzare sull’intera classe politica passata e ( speriamo con risultati migliori) futura….
    Ma avere un sindaco straniero ( cosa che tra l’altro come hanno fatto notare altri utenti , è legalmente impossibile , quindi è inutile stare qui a parlarne) laddovè fosse possibile non credo sarebbe la soluzione.. Anzi……Cerchiamo di essere un po più orgogliosi della nostra identità… Fino a qualche giorno fà tutti ci sentivamo ITALIANI in occasione del 150esimo dell’Unità e adesso veniamo a reclamare un sindaco straniero??????

  19. Gheddafi ha detto:

    Stretta di mano e abbraccio per brualinarudicittà!

  20. sara ha detto:

    apposto siamo

  21. Daniel Balteanu ha detto:

    Un cittadino rumeno residente in Italia può votare alle elezioni comunali che si tengano nel suo comune di residenza, esprimendo la propria preferenza per il sindaco e il Consiglio comunale che desidera amministrino il comune in cui risiede. Può anche candidarsi come consigliere comunale, essendogli tuttavia precluso concorrere per la carica di sindaco e di vicesindaco…….

    Un certo Davide DiFazio rilascia questa informazione riferendo che la città di Canicattì potrebbe trovarsi nella situazione di essere guidata da un sindaco “non del luogo”.
    Egregio signor Di Fazio il diritto di voto degli cittadini europei …e regolamentato dal decreto legislativo 197/1996 ,che rappresenta l’attuazione della direttiva 94/80 CE. Tale decreto non fa riferimento alla possibilità o al diritto di presentare una candidatura di un cittadino membro della comunità europea alla carica del sindaco anzi un “non” cittadino non può accedere nemmeno alla caria del vicesindaco ,si possono presentare candidature le cariche di consigliere e l’eventuale nomina a componente della giunta del comune in cui sono eletti consigliere.
    Come può la cronaca sbagliare e diffondere informazioni senza accertarsi della veridicità e non solo ma anche della legislazione che disciplina una determinata materia

  22. Redazione ha detto:

    Salve Daniel,
    conosciamo la normativa e anche l’eccezione della legge elettorale della regione Sicilia, chi vieta a un cittadino Romeno con doppia cittadinanza a candidarsi ?
    Saluti

  23. dinego ha detto:

    xenofobia
    Per Xenofobia si intende la paura del diverso. La parola deriva dal greco ξένος, xenos, “estraneo” e φόβος, phobos, “paura”. E’ un atteggiamento sociale che spesso sfocia nell’intolleranza, l’avversione e la discriminazione nei confronti di un gruppo etnico o di una razza. La xenofobia può essere rivolta nei confronti di una popolazione all’interno di una società, generalmente una minoranza, oppure nei confronti di elementi culturali considerati estranei alla cultura locale. La xenofobia può peggiorare e trasformarsi in razzismo, con conseguenze negative nei confronti dell’umanità. Le reazioni ostili e violente contro una razza hanno sempre portato a massacri, deportazioni e sofferenze per l’intera società.IO cittadino italiano emigrato sono stato consigliere in un piccolo comune Elvetico,oggi nn faccio politica,ma una bella” Rivoluzione ” si la farei, per eliminare certa gente

  24. Daniel Balteanu ha detto:

    Cara redazione ,
    Un cittadino romeno con doppia cittadinanza potrebbe candidarsi, ma la notizia è comunque abusiva, nessun cittadino romeno non si presenterà per il sindaco, non abbiamo un’organizzazione politica stabile a Canicattì non abbiamo la pretesa di governare la città della poltrona del sindaco ma vogliamo un rappresentante nel consiglio comunale, io sono uno dei candidati romeni alla carica del consigliere.
    La realtà canicattinese è una realtà multietnica ormai nessuno lo può più negare .A Canicattì oltre ai romeni vivono, lavorano altre nazionalità, anche se la comunità romena è la più numerosa. Una comunità minoritaria organizzata, rappresentata, tutelata porta dei vantaggi sia alla comunità ospite sia a quella accogliente quindi non solo si vuole una rappresentanza romena mai direi che sia necessaria.

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata