Notizie | Commenti | E-mail / 13:17
                    






Canicattì, amministrative 2011: Cari candidati attenti al feedback

Scritto da il 30 aprile 2011, alle 19:50 | archiviato in Costume e società, Photo Gallery, Politica, Politica Canicattì, Sassolini. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Feedback. Questa è la parola magica con cui adesso i politici o aspiranti tali si devono confrontare. Vuol dire che la reputazione di ogni singolo individuo, per il ruolo che occupa, avrà una valutazione da parte dei cittadini elettori.

Credo che i candidati sindaco ne debbano tenere conto. Fino a qualche anno fa tutto questo non sarebbe stato possibile. L’unica voce narrante era quella della televisione locale e bastava comunque avere ( diciamo così) buoni rapporti con l’editore per mettere a tacere anche le più ignobili malefatte. Questo si registrava in ogni dove, in ogni singolo e minuscolo paese come nella più grande metropoli, tutto in proporzione.

Oggi la rete non consente più di farla franca. Si è soggetti immediatamente al giudizio della gente, che giudica le vostre azioni, il vostro operato, le vostre inefficienze, le vostre alleanze, le vostre frequentazioni. D’altronde se si decide di fare politica non ci si può certo esimere dal giudizio della gente. Si diventa uomini pubblici nel bene e nel male.

Credo che i nostri candidati debbano tenere conto di questo e debbano essere più accorti, più attenti, più prudenti.

La nostra testata conta oramai un numero davvero straordinario di commentatori che quotidianamente accendono discussioni su diversi argomenti. Noi ci limitiamo a censurare quelli più focosi che si lasciano andare e che a volte risultano offensivi piuttosto che efficaci. Col tempo ,dobbiamo dire, che coloro che utilizzano questo mezzo in modo errato o offensivo sono sempre di meno e la gran parte di coloro i quali intervengono sugli argomenti lo fanno a ragion veduta e spesso con post che meriterebbero lo spazio di un articolo.

Tutto questo per dire che tra qualche giorno, appena sciolto l’arcano e presentate le liste, i nostri oramai innumerevoli lettori saranno lì,  sul piede di guerra per potere dare il proprio contributo e rendere più interessante questa tornata elettorale.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



19 Risposte per “Canicattì, amministrative 2011: Cari candidati attenti al feedback”

  1. FRANCO URSO ha detto:

    ogni singolo candidato sia come sindaco che come consigliere debba tenere conto che finita tutta questa battaglia elettorale ,si dovra’ ritornare sopratutto per i “non eletti ” alla ordinaria quotidianita’ ,percio’ e consigliabile mantenere un certo chiamiamolo “a plomb” ,toni pacati e correttezza nel giudicare gli altri!!!

  2. stefano ha detto:

    cari assessori RAGONA, FICARRA, CASTROGIOVANNI, mi spegate come dovete presentarvi davanti agli elettori dicendo che questa amministrazione non ha operato bene, quando sino ad ora ne fate parte … dovè la vostra coerenza…..?

  3. avvocato criminologo ha detto:

    Cari elettori, le liste stanno per essere presentate, da giorno 5 aprile sarà finalmente possibile sapere veramente chi saranno i candidati a Sindaco e chi saranno i candidati al Civico Consesso. In questi giorni circolano con insistenza voci in base alle quali alcune liste avrebbero inserito al loro interno anche cittadini comunitari (romeni), sarebbe una scelta da sciacalli, perchè lo si farebbe non per dar voce ad una comunità presente nel territorio ma bensì per accaparrarsi voti e magari far eleggere un consigliere romeno. Ma che razza di politica è questa, siamo scesi a livelli veramente bassi, invito i cittadini a stare attenti a queste cose, non votate queste liste, sappiamo bene i problemi che attraversa la città a causa della presenza di circa seimila comunitari clandestini non regolari che circolano liberamente, molti ubriachi che provocano risse nelle piazze mettendo a repentaglio la vita dei canicattinesi e nonostante ciò, invece di limitarne la presenza c’è chi ha il coraggio di candidarli nelle liste, VERGOGNA!!!
    Inoltre a quanto pare c’è qualche lista che ha deciso di avere come slogan la raccolta differenziata, avendo operato all’interno una sorta di riciclaggio diretto o indiretto ( figli, nipoti ecc….) di spazzatura che neanche i magistrati sono riusciti a smaltire nelle discariche delle patrie galere, complimenti a questi candidati a sindaco,, come si suol dire ” Il fine giustifica i mezzi “, e poi dicono che a Canicattì non esiste la differenziata……………VERGOGNA!!!!!!

  4. avvocato criminologo ha detto:

    Scusate correggo data possibilità conoscenza liste: giorno 5 maggio.

  5. UMBERTO ha detto:

    Non sono ne’ un politico ne’ un politologo ma a dirla tutta, forse se dopo 150 anni siamo fanalino del mondo, qualche ragione storica ci sarà’ pure! Partendo dalla questione meridionale esplosa subito dopo l’unita’ d’Italia, barbaramente zittita e risolta, con una vera pulizia etnica piemontese del sud, che approfondì la frattura anche della nostra Sicilia col resto d’Italia (chissà se forse già allora portavamo nel primo parlamentato l’espressione meno feconda della politica siciliana, confusa forse, verosimilmente turlupinata da incipit savoiardi, ma sempre incline a non “migliorare per la semplice ragione di essere perfetti: La loro vanità è più forte della loro miseria” così in un memorabile passaggio del Gattopardo di Tomasi di Lampedusa, Don Fabrizio rispondeva a Chevalley nel rappresentare uno degli aspetti che nei secoli avevano forgiato caratterialmente i siciliani), mi pare che le spinte indipendentiste che oggi sono rappresentate anche a livello locale con alcune liste civiche incoraggiate forse da MPA o altro soggetto politico, non sono altro che espressione di un’antica insofferenza che solo il siciliano possiede che è quella di affezionarsi a pochi e di non riconoscer padroni! In Italia a fare la dittatura no è tanto il dittatore, quanto la paura degli italiani e una certa smania di avere un padrone da servire. Lo diceva Mussolini: “ Come si fa a non diventare padroni di un paese di servitori?”
    Oggi però questa nostra sicilianità, che come espressione politica è nello stato di fatto anarchia democratica, da Palermo a Canicattì, ci fa ripiombare in un feudalesimo rivisitato pre-rinascimentale; qui ognuno fa a gara per dipingere il proprio movimento la propria corporazione come la più prestigiosa per sollevare dalle polveri del ventre della storia, la nostra “ingabbiata”, Canicattì. Per l’Italia la Sicilia e in particolare la nostra provincia è stata da sempre un problema e non una potenziale risorsa (ma gli agrigentini o i canicattinesi cosa fanno per agganciare il treno della storia? la vicenda aeroporto è un esempio) e ancora oggi ci si ricorda che esistiamo solo durante le consultazioni elettorali con i politici di turno che si spendono in promesse incoraggiate forse da Roma per poi miseramente esser disattese con grave danno per politici politicanti e cittadini. A Canicattì allora ben venga la candidatura Bartoccelli, Cani Paci ect., se svincolata dai salotti del malaffare della politica, se rappresentativa di rinnovamento, di progresso, di lotta all’illegalità, all’abusivismo edilizio, alla criminalità, se pronta a contrastare col federalismo, il cancro dell’evasione fiscale . Ma per far questo il prossimo sindaco Bartoccelli o Pinco Pallino dovrà essere sostenuto da amministratori coraggiosi capaci di stravolgere non con i proclami ma con la politica del fare l’intera comunità. Le vicende amministrative di questa città degli ultimi 50 anni, tranne qualche raro esempio, penso alla sindacatura Cammalleri, sono state contrassegnate da fallimenti e non sta a me trovare le risposte se non in chi l’ha amministrata. Se pensiamo che oggi il partito più vecchio in Italia e’ quello di Bossi, che col suo federalismo ha da tempo messo sotto scacco, tanto i governi di centrodestra che di centrosinistra, non vedo perché questo tentativo non possa essere perseguito anche in Sicilia a Palermo ad Agrigento o a Canicattì. Non ho la certezza se il matrimonio politico per esempio Bartoccelli-Granata prevarrà su un altro, d’altra parte in questa nazione il trasformismo ha già origini post unitarie, vedi Depretis; ed a chi si meraviglia di questo patto leonino rispondo sorridendo, che un giorno Henry Kissinger durante una conferenza stampa a New Delhi, annunciando la sua visita a Roma al Presidente Leone, ebbe a dire che non avrebbe affrontato nessun argomento di politica, perché quella italiana era per lui troppo difficile da capire. Era la prima volta che Kissinger riconosceva i limiti della propria intelligenza. Ma i presenti vollero immediatamente rassicurarlo, sostenendo che a non capire la politica italiana lo erano già 55 milioni di Italiani, compresi quella che la facevano. Ritornando alle cose di casa nostra, patto leonino o no mi duole nel contempo assistere allo sfaldamento del voto moderato in tanti rivoli incapaci di confluire in un unico fiume, ognuno per la sua deriva, ognuno con la pretesa di diventare fiume; ma a Canicattì questa non è cosa nuova e quanto alla sinistra,” beh….”! Nel concludere al prossimo sindaco, agli amministratori e ai consiglieri tutti chiedo solamente di segnare una nuova pagina di storia che possa rappresentare il rinascimento di un popolo intero, non dimenticando mai che uscendo dall’illegalità ne consegue innanzitutto lavoro benessere sviluppo. Nell’augurare Buon sindaco a tutti, sarebbe ora che questa comunità si riappropriasse criticamente della parte migliore della sua storia, della sua cultura della sua laboriosità del suo dinamismo seppellendo per sempre atteggiamenti di una subcultura feudale e mafiosa .

  6. Osservatore ha detto:

    Credo che la vostra testata sia ormai il punto di riferimento di tutto l’hinterland e non solo e sicuramenet farà la differenza inq ueste elezioni, non dimentichiamoci che l’attuale rpesidenet americano puntò quasi tutta la sua campagna elettorale sul Web , dunque sarà uan bella battaglia …grazie ancora a tutto lo Staff di Canicattiweb per l’opportunità che da a tutti i canicattinesi di esprimere le loro opinioni.

  7. indignato ha detto:

    @stefano, gli assessori ficarra, ragona, e castrogiovanni
    andranno a spiegare alla gente che la città di canicatti non interessa, e quindi interessa solo ed esqlusivamente lo stipendio e far qualche favorino a qualcuno per poi andare a chiedere il voto.

  8. cari concittadini, siamo inguaiati davvero, ma i veri guai ce li portano i signori candidati consiglieri comunali, e vi spiego xke’. Le ” cime” della politica canicattinese, tutti, e ripeto tutti nessuno escluso, galvanizzano qualke ruffianetto a candidarsi, per kissa’ quali scopi, ed ecco appunto dovrebbero essere loro a rifiutarsi e nn cadere in questi sporki gioki, xke’ così facendo, costringono i loro parenti o amici a votarli , ” andru pi andru lu dugnu a ma frati, ma cuscinu, ma niputi,ecc.” xke se no, ve lo assicuro tre quarti di paese nn andrebbe a votare, ed invece siamo costretti a farlo, come me ke si presenta mio fratello, ed un mezzo onorevole lo ha candidato…caro fratello, nn lo so ancora se rimango proprio a casa fregandomene di tutti, come tutti i politici fanno cn me e cn tutta la citta’. per questo vi dico, ke prima di tutto, la colpa è di sti candidati consiglieri convinti (ma convinti di ke???) ke dovrebbero mandarli a quel paese quando li vogliono mettere nelle liste.

  9. bruno ha detto:

    Signori e signore, stefano compreso, falso indignato etc….
    Non dovete avere però la memoria corta…..Vincenzo Corbo…all’epoca dai più, ed a sproposito, chiamato “carcarazzu” è potuto diventare quello che è grazie a Liliana Marchese Ragona ed alla sua Lista Cuore…., che con appena 800 voti lo hanno preso per la mano e lo hanno portato dapprima al ballottaggio e poi alla vittoria.
    Quindi dal primo giorno sono insieme, con le loro evidenti diversità, e per i propri fini elettorali, uno è rappresentante di una area di sinistra ,Liliana di un area cattolica e moderata…….
    Si parla di terzo polo oggi nel 2011 ma questo è nato a canicattì con Ragona e Corbo…..
    Corbo ha potuto superare Merlimo grazie a Ragona.
    Se oggi la Lista Corbo di ciqnue anni fa non esiste più tanto da indurre un Sindaco uscente a candidarsi (segno di debolezza e paura) ….è lui che ha problemi…..non Liliana Marchese Ragona.
    Stava al Sindaco dimetterla e poi spiegare al popolino che stravede per l’Assessore perchè dimette una che lavora tutti i giorni per il nostro comune e tiene altri assessori che vanno in vacanza per mesi all’estero a spese dell’erario comunale (Ass. cultura)…..
    Giorno quanttro alla fine di una legislatura ..serenamente ognuno può decidere di percorrere strade nuove:
    Per corbo è una involuzioen, un ritorno al suo passato comunista (CApobianco docet)…mentre se oggi il MPA, Porza del Sud Pdl ed altre liste civiche decidono di appoggiare un altro amministratore capace non è per colpa di quello o quell’altro….
    Dovè il problema……la politica è stare insieme…nessuno è insostituibile in una squadra e lo sa bene anche il Sindaco:
    – Via DiBenedetto dentro Giardina;
    – Via Nicosia dentro un altro Nicosia;
    – Via La Valle dentro MImmo La Licata (così forse Corbo gli ritira la querela …forse);
    ma che c’entra Trupia – UDC;
    Che c’entra capobianco DS;
    Tutto ed il contrario di tutto per potere dimostrare alla città che ci sono 3000 voti….
    per Canicattì serve un programma di cambiamenti, un amministratore giovane, serio, capace di coinvolgere tutti e di superare divisioni politiche non esistenti…come non esistenti sono gli onorevoli che le creano (Granita ex – deputato), oggi serve coesione ed interesse per le cose piccole e possibili : acqua, igiene pubblica, servizi per il terziario …tutte cose dove Vincenzo Corbo ha fallito….(vedasi Girgenti acque, dedalo….Sole )….
    Parola d’ordine rinnovamento…..non votiamo nessun vecchio consigliere uscente…..che ne pensate?
    Che ne pensate ivece dei comitati di affari?
    Pare che anche le Liste oggi hanno valore economico di suo: pare che anche un ex assessore regionale Pdl oggi fli agrigentino che vuole fare campagna elettorale per il neo – candidato sindaco cani, non avendo che un simbolo e qualche amico sia andato da un promotore di una lista civica a chiedere il suo aiuto…….”mi potresti favorire la tua lista di 24 consiglieri così ne facciamo una di trenta competitiva”……voglio proprio vedere chi sono questi 6 fascisti che aiutano il democristiano tano cani….farebbero a questo punto cosa migliore aiutare il compagno amico del compagno “Granata”…….
    CHE SCHIFO !!!!

  10. Gaetano ha detto:

    bruno ma chi ti ha inculcato queste cose?la lista cuore, alle scorse amministrative, non è stata completamente determinante se non per il consigliere eletto e l’assessorato avuto.quello che andava avanti era il nome di corbo.la lista da te rappresentata è stata una lista ad personam.vai a leggere i risultati è vedrai che quello apena scritto da me è una verità oggettiva.poi per quanto riguarda l’area a cui tu fai capo non si è mai capito a chi appartenga,prima lista dini, poi socialisti, molto probabilmente non lo sanno neanche l’oro a quale area appartengono.di una cosa sono sicuro appartengono all’area del potere a tutti i costi e con tutti i mezzi.

  11. alessio ha detto:

    Bruno vai a rileggere la storia degli ultimi 5 anni…. ciò che scrivi non sono altro che una serie di inesattezze sentite da qualcuno fortemente legato al potere e che farebbe di tutto per far diventare un suo familiare vice sindaco (alias Ragona) e riportate su questa testata.

  12. Verggnatevi ha detto:

    Caro Signor Bruno:
    dalle sue dichiarazioni intuisco che forse lei è un candidato della lista cuore, perche’ altrimenti non potrebbe fare certe affermazioni.
    Le ricordo che alle scorse elezioni la lista cuore prese solamente 700 e rotti voti, (lita fatta per Gilberto), e che al ballottaggio appoggIando Il candidato Corbo, ha ottenuto un assessorato.
    Fin qui’ nulla di strano anche se quella lista e’ stata fatta per Gilbero (chiedere ai 29 candidati di quella lista cosa ne pensano), ma l’assessorato ottenuto secondo lei, non era piu’ corretto assegnarlo ad un candidato di quella lista? magari al primodei non eletti?
    no invece tutto alla famiglia Ragona, Complimenti.
    Forse oggi e’ cambiato qualcosina in quella lista, esendo che tutti sappiamo il giochetto, il signor Gilberto ha pensato bene di candidare qualche rumeno, visto che i Canicattinesi non sono proprio propensi a fare parte di quella lista.
    Attenzione nulla in contrario contro i Rumeni, ma la vostra scelta la comprendiamo veramente tutti, ed allora ora si che puo’ dire che SCHIFO.

  13. bruno ha detto:

    Giacinto cioè volevo dire Gaeta….quell’area moderata che si rifà alle posizioni dell’assessore Marchese Ragona ….che in verità si spende frequentemente in politica…parla con la gente, comprende le esigenze e si attiva per le possibilità!!!!
    Non serve avere un patronato, una sede di corsi di formazione, sottogoverno a Roma se poi si ha il coraggio di candidarsi o sostenere qualcuno apertamente…..
    Noi della Lista CUORE, siamo certi che in campagna elettorale, varranno le dfferenze oggettive……..
    Un esempio LiSTA CANI, CORBO, GRANATA sono uguali, in effetti c’è tutto ed il contrario di tutto; mentre l’area Moderata di Merlino con Ragona ed altri cattolici cosa faranno????????

  14. Lucia ha detto:

    La prima cosa che deve fare Canicattì è cambiare mentalità.. se questo non accade dubito fortemente che possiamo avanzare, ed uscire da questo stato di anarchia totale in cui, ognuno, cerca il bene personale, o si crea un personaggio super potente a cui si deve chiedere quasi il permesso prima di fare qualsiasi cosa.
    Chi parla di medioevo ha torto… viviamo ancora all’epoca del baratto: voti in cambio di promesse! Promesse che non possono essere mantenute per mancanza di lavoro o di posizioni lavorative da riempire! Finché esisterà gente che crede a queste promesse, resteremo in questo stato di cose.
    Ho letto in giro che qualcuno parla di gente nuova, gente fresca, preparata, carismatica, ecc.. mi pare chiaro che sia il caso di votarla certa gente, ma deve essere la cittadinanza ad appoggiarne la candidatura! Se i cittadini in primis non escono da questo stato di sottomissione ed “ingenuità”, dubito che si possa fare una scelta opportuna, perché ognuno guarderà al proprio interesse, che non sarà mai quello collettivo!
    Io non ho ancora letto un nome che mi ispiri fiducia totale, tra i possibili candidati.. Canicattì ha bisogno di gente PULITA, ed i canicattinesi non devono ostacolarla, né i cittadini, né i consiglieri futuri… perché non è facendo opposizione pura e dura che si risolvono i problemi, ma facendo critiche costruttive e sforzandosi di pensare alla collettività.

  15. enzo48 ha detto:

    forse il signor bruno e’ lostesso del calcio canicatti’,mi sembra un po in confusione la lista canicatti nelle tasche anzi scusate nel cuore a preso 550 voti i canditati la lista 770 perche la gente votava il nostro grande per me sindaco.comunque lei portera’ bene alla lista ragona come ha portato fortuna al canicatti calcio retrocesso.auguri ein bocca al lupo

  16. SCETTICO,APOLITICO. ha detto:

    Comunque se pensiamo che grazie FACEBOOK, si sono liberate Nazioni
    dalla schiavitu’ , e meglio che i Candidati , leggano bene questi commenti!!

    Questa e tutta la verita’ , non se’ ne’ puo piu’ di ”MANGIATARI”, ci vogliono
    persone nuove, serie, professionali, e non con diplomi acquistati all’ultimo momento, capaci di dare lavoro e dignita alla propria Citta , senza clientelismi , far ripartire l’agricoltura , non consegnare tutto in mano Girgenti Acque ,ecc.,in poche parole ci vogliono ” UOMINI” con la con le P…. , oppure
    e meglio non farsi vedere , credetemi e meglio per tutti!!!

    Aggiungo nella rosa dei candidati dell’ultima ora , ce’ ne’ fosse uno che……… non ho definizioni.

  17. indignato ha detto:

    COMU CHIANGIU LU BIEDDRU RAGGIUNIERI CAMMALLERI!!!

  18. Pierino ha detto:

    Non capisco come qualcuno possa ancora credere alle promesse della famiglia Ragona ..è un dato oggettivo che in 5 anni ha solo pensato al bene della famiglia. Auguri e in bocca al lupo Bruno , sono certo che ti ravvederai prestissimo.Ricordo a tutti che all’inizio del mandato per decidere il presidente e il vice presidente del consiglio ci sono voluti secoli (chissà come mai), Ficarra è stato assessoreee? l’ho scoperto 30 secondi fa leggendo un articolo ahahah, c’è poi chi va in vacanza (e io pago!), chi ancora lascia il posto a Drago (miezzu paninu l’unu) , chi appoggia il sindaco uscente dopo averlo criticato aspramente (consigliere Licata), consiglieri che vanno a fare le comparse e che in 5 anni le uniche parole dette sono presente e favorevole o contrario (sappiamo tutti a chi mi riferisco). Consiglieri uscenti che stimo e che fanno politica con la P maiuscola? pochissimi, gli unici nomi che mi vengono in mente sono Cacciato e Cammalleri..meditate gente, meditate.

  19. porca miseria ha detto:

    mi dispiacerebbe ke a qualcuno gli si fulminerebbe qualke valvola, xke’ gli sta uscendo il cervello di fuori pur di racimolare qualke voto.
    Per non dire ke si stanno accoppiando come i cani randagi, davanti le case d’…ooooops scusate, davanti le ”segreterie politike”(si kiamano così, mi sembra), si sembrano proprio come i cani randagi, di tante razze diverse, ke ”sentono” una cane in calore, e tentano di ”accoppiarsi…
    ma dove stiamo arrivando??????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata