Notizie | Commenti | E-mail / 12:29
                    








Lampedusa, migrati morti in stiva: arrestati i sei scafisti indagati

Scritto da il 6 agosto 2011, alle 06:54 | archiviato in Cronaca, Lampedusa. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Con l’accusa di omicidio, lesioni e favoreggiamento per l’immigrazione clandestina, la Procura di Agrigento ha arrestato, con un provvedimento di fermo, i sei presunti scafisti del barcone approdato domenica notte a Lampedusa con a bordo anche 25 corpi di profughi morti asfissiati e picchiati nella stiva dell’imbarcazione. Due sono accusati anche di omicidio, mentre tutti i sei africani devono rispondere di favoreggiamento per l’immigrazione clandestina e per morte come conseguenza di altro delitto Per emettere il provvedimento nei confronti dei sei migranti, gia’ indagati per gli stessi reati, i magistrati hanno dovuto attendere l’autorizzazione a procedere, firmata dal ministro della Giustizia, necessaria perche’ i reati sono stati commessi in acque internazionali. I sei scafisti, fino ad oggi guardati a vista al Centro d’accoglienza di Lampedusa, sono stati portati via alle 7.30 con l’aliscafo che collega Lampedusa con Porto Empedocle. I sei, trasferiti al carcere di Agrigento, domani verranno interrogati dal gip del Tribunale di Agrigento grazie all’aiuto di un traduttore. Uno e’ marocchino, e gli altri sono somali e siriani. Sara’ il giudice per le indagini preliminari a decidere, durante l’udienza di domani, se trasformare il provvedimento di fermo firmato dalla Procura in ordinanza di custodia cautelare. Secondo il racconto fatto da diversi testimoni, tra i 271 profughi a bordo dell’imbarcazione con i 25 cadaveri, i due avrebbero bastonato, fino alla morte, due dei profughi trovati morti nella stiva del barcone. L’autopsia ha confermato che i due sono stati massacrati a calci e colpi di bastone sul cranio, sugli zigomi e sulla spalla. Tutti e sei arrestati avrebbero condotto il barcone e alcuni di loro avrebbero picchiato, anche a colpi di bastone sul cranio, due profughi che avrebbero tentato di risalire dalla stiva, dove era finito l’ossigeno, sul ponte.



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario





CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617
Direttore Cesare Sciabarra'
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata