Il sindaco di Lampedusa, Dino De Rubeis, e due consiglieri comunali di maggioranza, Santino Brischetto e Davide Masia, invitani il presidente della provinciaReguionale, Eugenio D’ Orsi, a rinunciare alla sua visita sull’isola in programma per i prossimi giorni .”Non comprendo – dice il primo cittadino – con quale faccia Eugenio D’orsi possa presentarsi qui a Lampedusa dopo le sue promesse regolarmente non mantenute che ci ha fatto qualche mese. Non solo non abbiamo più saputo nulla della nomina di un assessore provinciale alle Isole, ma devo sapere dai giornali di una sua venuta qui”. Idue consiglieri rincarano la done: “D’orsi a Lampedusa? E cosa ci viene a fare? Noi ci stiamo preparando per raccogliere le firme e cambiare Provincia; siamo stanchi di appartenere ad una Provincia che nel corso del tempo ha solo cercato di approfittare di Lampedusa anziché darle una mano”.

Dopo il comunicato del sindaco e dei consiglieri comunali di maggioranza Brischetto e Masia che invitavano il Presidente della Provincia Regionale di Agrigento Eugenio D’Orsi a non recarsi a Lampedusa, il gruppo Consiliare di opposizione del Pd con una nota fa sapere che il Presidente della Provincia Regionale di Agrigento Eugenio D’Orsi Sarà il benvenuto a Lampedusa. “Quelli che non dovrebbero mettere più piede a Lampedusa sono i politici della Lega Nord che per due lunghi mesi hanno mortificato e calpestato la dignità dei lampedusani e dei migranti arrivati sull’isola. Vogliamo ricordare al sindaco che l’isola di Lampedusa è parte integrante della Provincia di Agrigento, quindi non può essere lui ne tantomeno i due consiglieri comunali a vietare al Presidente della Provincia regionale di venire a Lampedusa per svolgere le sue funzioni di amministratore nel territorio provinciale. Per quanto riguarda poi la nomina di un Assessore Provinciale alle piccole isole il Presidente D’Orsi nella sua autonomia può liberamente nominare chiunque senza nessun condizionamento. Il sindaco e i due consiglieri comunali per nascondere gli scandali e il disastro causato dall’Amministrazione Comunale attaccano l’Istituzione Provincia: abbiano almeno il pudore di fare silenzio” dichiara il Capogruppo Peppino Palmeri.