Notizie | Commenti | E-mail / 07:10
                    






Provincia di Agrigento, Scuola: prime revoche di trasferimento per “legge 104” non congrua

Scritto da il 31 agosto 2015, alle 06:44 | archiviato in Agrigento, Costume e società, Cronaca, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

SCUOLA-BANCHIScattano i primi provvedimenti e le prime revoche di trasferimento dopo i dati comunicati dall’Inps all’ex Provviditorato agli studi di Agrigento sui beneficiari della legge “104”.

L’Ufficio scolastico provinciale ha pubblicato le prime disposizioni riguardanti gli insegnanti coinvolti. Ed uno di essi, che svolge la propria attività come insegnante di sostegno in una scuola primaria e che ha cercato di trasferirsi da un istituto di Sciacca a Raffadali è stato “bloccato”.

Stesso sorte per un docente di scuola superiore che invece voleva andare da Sciacca a Cammarata.

Tra i destinatari dei “provvedimenti” di revoca di tasferimento vi sarebbero anche 5 collaboratori scolastici.

Sono, dicevamo, le prime disposizioni prese dall’Ufficio Scolastico provinciale dopo che è stato compiuto una prima analisi, da parte dell’Inps, su un migliaio tra professori e personale Ata ed i cui risultati sono stati giù comunicati.

Sarebbero circa 300 i soggetti che non avrebbero i requisiti per beneficiare della 104 e dell’invalidità. Lo ha rilevato l’Inps in una verifica conoscitiva condotta sul mondo della scuola i cui risultati sono stati già inviati all’ex Provveditorato agli Studi di Agrigento. L’azione dell’Inps non ha nulla a che vedere con le inchieste della magistratura agrigentina sulle 104 e sui falsi invalidi e aveva come scopo passare al setaccio tutti quei docenti che hanno presentato la 104 per conto proprio o per assistere familiari bisognosi.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata