Notizie | Commenti | E-mail / 16:24
                    




Picchiava i genitori per avere soldi per droga, arrestato giovane

Scritto da il 23 maggio 2018, alle 06:14 | archiviato in Costume e società, Cronaca, cronaca sicilia, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Picchiava gli anziani genitori a cui chiedeva soldi per comprare la droga. Ma dopo l’ennesima aggressione, è finito in carcere. Con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, i Carabinieri di Trapani hanno arrestato un giovane di 25 anni. Il giovane, già noto alle forze dell’ordine per reati contro la persona ed il patrimonio, “da tempo metteva in atto ripetuti comportamenti violenti ai danni dei propri genitori, con cui coabitava in un appartamento in centro città”, dicono i carabinieri. L’arresto in questione“rappresenta l’epilogo di una grave storia di maltrattamenti in famiglia che si protraeva da anni; una serie di comportamenti violenti perpetrati soprattutto ai danni del padre, al quale Graffeo avanzava continue richieste di denaro per l’acquisto di sostanze stupefacenti”, dicono i militari. Nell’ultimo periodo, tuttavia, tali richieste erano divenute quasi giornaliere, tanto che la piccola pensione del genitore non riusciva più a soddisfarle e, ad ogni rifiuto, corrispondeva una serie di percosse e maltrattamenti che, sabato, hanno costretto l’anziano genitore a chiedere aiuto ai militari dell’Arma. I Carabinieri, giunti sul posto, considerata l’età e le lesioni riportate dall’anziano genitore, hanno richiesto subito l’intervento dei sanitari del 118, i quali provvedevano ad accompagnarlo presso il locale Pronto soccorso da dove, al termine delle visite specialistiche, veniva dimesso con una prognosi di otto giorni. Graffeo, invece, dopo essersi dapprima allontanato a bordo dell’Ape 50 di suo padre, è stato immediatamente rintracciato dalla pattuglia dei Carabinieri e condotto presso la sede di Villa Araba. Al termine degli accertamenti di rito, di concerto con il Pm di turno presso la Procura della Repubblica di Marsala, “considerata la sua spiccata propensione alla violenza ed i pregiudizi penali, lo stesso è stato dichiarato in stato di arresto e tradotto presso la casa circondariale di Trapani”. Il Gip del Tribunale ha convalidato l’arresto operato dai militari della Compagnia di Marsala, stabilendo per Graffeo la custodia cautelare in carcere in attesa del processo che sarà celebrato a suo carico.  



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata