Notizie | Commenti | E-mail / 00:27
                    




Canicattì: consiglio comunale straordinario per la casa di riposo Burgio – Corsello… mi ha ricordato cosa si racconta ai bambini….

Scritto da il 10 agosto 2018, alle 12:43 | archiviato in Canicattì, Cronaca, IN EVIDENZA. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Avete presente quando ad un bambino muore un genitore e nel tentativo di consolarlo gli si dice ” papà non è morto e andato in cielo ma poi ritorna”. Ecco oggi quel consiglio comunale straordinario mi ha ricordato questo. E’ l’impressione di un cronista che al netto delle presente di autorità di vario tipo e natura , ha avuto l’impressione di assistere ad una collettiva forma di consolazionione per il funerale della storica casa di riposo. Ai tanti dipendenti rimasti senza stipendi oramai da anni, che mi chiedevano: ” ma tu come la vedi?” io ho fatto spallucce e dopo una pacca sulla spalla li ho invitati a farsene una ragione come si farebbe al parente di un congiunto dipartito. Perchè il cuore del problema è che gente che dovrebbe comunque tacere perchè ha versato abbandantemente il cianuro affinchè morisse la Burgio –  Corsello, oggi ha fatto il suo discorso di commiato. Faccio un paio di riflessioni, alcune delle quali sono state riprese anche dal rappresentate del comitato spontaneo. La prima è la più naturale: perchè la Burgio – Corsello ha avuto sempre consigli di amministrazione che sono stati la risultante di consolazioni politiche per trombati o portaborse che senza alcuna competenza hanno occupato quel posto? Si potrebbe conoscere un solo accenno di progettualità che queste persone che si sono succedute negli anni hanno apportato alla struttura? L’altra cosa che avrei voluto chiedere è : come mai ci si è accorti della Burgio – Corsello solo quando un gruppo di persone hanno pensato bene di costituire un comitato spontaneo dinnanzi alla deportazione già avvenuta e non se ne accorto nessun rappresente istituzionele? E poi come mai questi anziani sono stati fatti sloggiare senza alcuna traccia di comunicazione ufficiale, ma con la telefonata ai parenti che sono stati invitati a venirseli a prendere come dei cani dal canile? Come mai il bilancio consuntivo è fermo al 2013 e da allora nessuno si è preoccupato di una situazione di questo genere? Sono state mai fatte iniziative di fidelizzazione aperte al pubblico per fare conoscere la struttura a quanti sarebbero potuti essere potenzialemnte interessati? Campagne di comunicazione, ricerca di nuovi “mercati” magari introducendo nuovi reparti come ” il dopo di noi” che coinvolge tante famiglie che si preoccupano di ciò che aspetta i loro figlio disabile, e non autonomo, dopo la loro dipartita? Farebbe stato intellettualmente onesto che oggi si fosse dettoa chiare lettere che la Burgio- Corsello ha già una fine annunciata, magari tra un pò di mesi qualche cooperativa amica la acquisirà per una mangiata di pane per riempirla a tappo di extracomunicari che come disse il Carminati, rendono più della droga….Cari cittadini di Canicattì, la Burgio – Corsello non è morta, è salità in cielo ma un giorno tornerà

Cesare Sciabarrà



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



1 Risposta per “Canicattì: consiglio comunale straordinario per la casa di riposo Burgio – Corsello… mi ha ricordato cosa si racconta ai bambini….”

  1. Roberto Pastore ha detto:

    Un articolo pieno di verità, delle quali la più bruciante è la variazione d’uso a vantaggio di qualche amico e per riempire la città di clandestini, che incrementeranno il tasso di criminalità di Canicattì!

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata