Notizie | Commenti | E-mail / 17:50
                    




Licata, liquami nel fiume Salso, A Testa Alta: “Individuare responsabili di questo scempio”

Scritto da il 12 settembre 2018, alle 06:34 | archiviato in Ambiente, Cronaca, Licata. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Le immagini parlano chiare: quantità incalcolabili di materiale di colore scuro (con molta probabilità, melma e liquami) si sono riversati nel fiume Salso.

Alle ore 17,30 di ieri, dal ponte Federico II di Svevia, era possibile osservare una distesa di questo materiale galleggiante scuro e maleodorante nel Salso, per un lunghissimo tratto del suo corso, compreso tra il ponte Federico II di Svevia e quello che collega la via Salso alla via Mazzini.

«Questo ennesimo scempio ambientale ai danni del nostro fiume e quindi del nostro mare getta nello sconforto tutti coloro che speravano nella fine di un “incubo” che dura ormai da decenni perché il Salso, nel corso degli anni, da fondamentale risorsa collettiva da tutelare, è stato trasformato in pattumiera, nell’indifferenza generale. Su questo ennesimo scempio si deve fare chiarezza». A dichiararlo, ai microfoni di Video Faro Chanel, è Antonino Catania, presidente di “A testa alta”, l’associazione che, nel pomeriggio di ieri, dopo aver raccolto le segnalazioni dei cittadini, ha documentato la situazione e ha lanciato l’allarme ambientale ai Carabinieri di Licata e all’Agenzia Regionale per la Protezione Ambiente.

«Si devono individuare al più presto le responsabilità, perché i danni all’habitat acquatico potrebbero essere enormi e i rischi per la salute potrebbero essere altissimi», continua Catania, che aggiunge: «La mancata efficiente e tempestiva manutenzione degli impianti non può e non deve ricadere sul cittadino e sugli operatori turistici che proprio dalle risorse naturali di cui Licata è ricca traggono reddito e sostentamentoSiamo sicuri, come associazione, che i Carabinieri di Licata e le altre Autorità coinvolte faranno al più presto luce su quanto avvenuto, portando avanti indagini accurate».

 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata