Notizie | Commenti | E-mail / 12:59
                    






Statale 640 bloccata, Firetto: “la Cmc perde tempo sui cantieri e noi andiamo tutti a Roma”

Scritto da il 18 gennaio 2019, alle 06:36 | archiviato in Agrigento, Caltanissetta, Photo Gallery, Politica, Politica Canicattì. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

 “A Roma, al Ministero dello Sviluppo economico, la Cmc prende tempo sui cantieri in Sicilia, e intanto la strage continua. Un uomo ha perso la vita sulla Agrigento – Palermo.  Si allunga la scia di sangue su una strada che, come la Agrigento – Caltanissetta, attende da tempi biblici il suo ammodernamento e il suo completamento.”, Cosi il sindaco di Agrigento Calogero Firetto. “Noi sindaci ribadiamo la nostra preoccupazione per il rimpallo di responsabilità e un ulteriore rinvio in attesa di soluzioni, emerso dall’incontro di ieri, commenta il primo cittadino.  Non si può più avere pazienza.  Non si può più aspettare. Vogliamo conoscere rapidamente dal Mise, dal Ministero delle infrastrutture e da Anas quali sono le soluzioni per far uscire il nostro territorio da una condizione di incomprensibile e sostanziale isolamento rispetto alle grandi direttrici del traffico regionale. I sindaci tutti insieme ci incontreremo sabato mattina ad Agrigento, a Palazzo di Città, così da avviare un fronte comune per la ripresa dei cantieri della Agrigento – Palermo e della Agrigento – Caltanissetta. Mentre su altri tavoli si discute dell’opportunità dell’alta velocità, conclude Firetto,  qui in Sicilia siamo ancora alla preistoria di normalissime infrastrutture e le attendiamo da decenni, tra sospensioni, polvere, semafori, deviazioni infinite che sfidano la pazienza di chiunque. Siamo pronti ad andare tutti a Roma, se necessario: ogni pazienza ha un limite e questa volta il limite è stato ampiamente superato”. 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



1 Risposta per “Statale 640 bloccata, Firetto: “la Cmc perde tempo sui cantieri e noi andiamo tutti a Roma””

  1. CAPPADONA ALESSANDRO ha detto:

    Mentre la TAV continua ad animare interessi che vanno ben oltre quelli di una urgente reale necessità di comunicazione tra Torino e Lione, dopo aver verificato che non esiste un benefico fattivo dell’opera rispetto ai costi che essa comporta, nella terra dei Cachi, ancora oggi si lotta per completare due opere viarie vitali per avere una comunicazione decente tra Agrigento e Palermo e Agrigento e la A19 Palermo-Catania. Queste infrastrutture sono richieste perché finalmente si farebbe uscire dall’isolamento questa area isolana ed evitare i tanti incidenti mortali che avvengono su quelle arterie e dopo che la politica dei Cachi ha deciso di abbandonare ad un triste destino il trasporto su linea ferrata mentre nella terra della Lega si da, giustamente, impulso all’alta velocità, mentre si vuole la Tav, inopportunamente, per collegare il tratto Torino-Lione. Evidentemente questo è un problema che affonda le sue radici nelle scelte storiche della politica che ha dimenticata la nostra isola mentre oggi fioccano ovunque nell’isola formazioni politiche che si rifanno agli interessi che sicuramente non combaciano con i nostri. Mentre ancora una volta i siciliani danno, ulteriormente, un evidente segnale di autolesionismo

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata