Notizie | Commenti | E-mail / 12:29
                    






Canicattì, una mamma canicattinese : E’ giusto adesso che il Comune assuma pubblicamente la sua posizione!

Scritto da il 16 febbraio 2019, alle 08:35 | archiviato in Canicattì, Cronaca, IN EVIDENZA. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Riceviamo è pubblichiamo in maniera intergrale , una missiva inviataci da una mamma . Non entrando nell’argomento diciamo che se i diretti interessati chiamati in causa in questa missiva volessero replicare, la nostra testata darà loro tutto lo spazio necessario.

Gentile Cesare,

mi permetto di darti del tu….dopo le diverse dirette Facebook ormai è come se ti conoscessi di persona. Con questa email voglio raccontarti quello che da una ventina di giorni diverse famiglie di Canicattì, e non, stanno subendo da parte del Comune di Canicattì che a mio avviso, invece di garantire la propria cittadinanza si diverte a disseminare “terrorismo psicologico”.
Spero di essere breve e chiara (anche se la vicenda è un poco ingarbugliata).

Sono una delle tante mamme che a dicembre si è spesa a favore della non chiusura dell’asilo Magicomondo, ma il problema che sto per esporti riguarda tutte quelle famiglie del distretto D3 che sono state interessate dall’uscita del bando “assegnazione voucher” (che ti allego insieme al modulo di richiesta), voucher che possono essere utilizzati in diverse strutture accreditate (e quindi non solo al Magicomondo).

Ti faccio una premessa: l’Inps negli ultimi anni ha messo a disposizione delle famiglie italiane una serie di incentivi finanziari, meglio conosciuti come bonus infanzia, bonus bebè, bonus asilo nido. Ciascuna di noi famiglie ne ha fatto richiesta e nel rispetto dei criteri stabiliti a monte ne ha usufruito e continua ad usufruirne.

Finalmente, dopo diversi mesi di attesa, a fine gennaio il Comune di Canicattì pubblica il bando tanto atteso dalla quale non si evince alcuna incompatibilità con i bonus erogati dall’Inps (se ci fossero incompatibilità andrebbero riportate sul bando per iscritto, come succede per tutti i bandi pubblici,  insieme ai riferimenti normativi in modo che ciascuna famiglia possa fare le proprie scelte in base alla convenienza economica). Sul modulo di richiesta viene solo posta la domanda: Sei beneficiario del bonus inps? Si o no……. e poi segue la seguente frase “se si dichiara di rinunciare al bonus allegare copia rinuncia” (e specifico che non c’è scritto “se si, dichiara di rinunciare al Bonus”….la presenza di una virgola dà un significato ben diverso alla frase….ma nel modulo non c’è).

Recandoci al Comune, da parte dei soggetti preposti all’ufficio “politiche sociali”, nonché dal Sindaco in persona, viene più volte riferito a noi genitori che i voucher e bonus asilo nido inps sono incompatibili, e alla richiesta di un riferimento  normativo non sanno dare alcuna risposta.

Diversi di noi ci siamo informati con l’Inps che asserisce, allo stato attuale, di non trovare alcuna incompatibilità e che se esiste un riferimento normativo che invece la prevede che il comune lo fornisca in modo che anche loro lo possano studiare, ma invano non ci è stato fornito nulla.

Succede che pressati dalle nostre continue richieste, i dipendenti comunali ci invitano ugualmente a presentare domanda per i voucher  che poi, cito testuali parole “se la sbiduglia l’inps”. E qui già mi parte il primo embolo: per iscritto non mettete niente, però ad ogni genitore che vi chiede informazioni dite che i due benefici non sono compatibili; di fronte a diverse richieste da parte nostra di riferimenti normativi (tra l’altro richiesti anche dall’Inps che invece di questa incompatibilità non ne sa niente) ci rispondete “intanto presentate domanda e poi si vede”. Ma ci state prendendo in giro???? Stiamo parlando di un bando pubblico….non è che quando la banca D’Italia indice un bando di assunzione non inserisce alcuni criteri di selezione e poi a poco a poco dice “ah, dimenticavo, non sono ammessi gli ultra 40enni, i non laureati…..”.

Pur non di meno, io, insieme ad altre mamme abbiamo ugualmente presentato domanda facendo il ragionamento che in attesa dell’uscita della graduatoria magari questa situazione si sarebbe chiarita e poi in funzione della posizione in graduatoria ciascuno di noi avrebbe fatto le giuste valutazioni: se fossimo stati vincitori di entrambi i benefici e fosse stata verificata la reale incompatibilità, ciascuno  avrebbe poi rinunciato al beneficio meno conveniente . Nessuno vuole soldi che non gli spettano: se questa incompatibilità esiste vorrà dire che ci faremo 4 conti e ciascuno sceglierà ciò che più lo farà risparmiare, ma se sono compatibili non capiamo il motivo per il quale noi famiglie non potremmo usufruire di entrambi i benefici e poter spendere i soldi che risparmiamo in altro…..tutti sanno quanto costa mantenere un figlio piccolo.

Oggi, a bando chiuso (scaduto l’8 febbraio), l’ultima novità: un’altra dipendente del comune riafferma che alcune pratiche di richiesta risultano sospese per via dell’incompatibilità del voucher con il bonus asilo e adesso aggiunge anche il bonus bebè…..e che è necessario che noi forniamo documentazione in cui l’Inps dichiara la compatibilità del voucher con i vari bonus. Qui mi parte un altro embolo: ma da chi siamo rappresentati????Prima era solo il bonus asilo, poi ci ripensano e dicono che se la vede l’inps, ora riprendono con l’incompatibilità e al bonus nido aggiungono anche il bonus bebè. E dobbiamo adesso noi fornire la documentazione che accerti il contrario!

Fate un bando di enorme utilità per le famiglie della nostra comunità; non vi degnate nemmeno di accertarvi delle eventuali incompatibilità di tale beneficio con altri bonus e benefici erogati da altri enti; non mettete niente per iscritto, diffondete però a voce notizie di cui non sapete dare riscontro; al front office mettete del personale che non è per niente formato a fare il proprio compito.

In passato, prima di giudicare questa amministrazione ho sempre cercato di immedesimarmi  ritenendo che a parole siamo tutti bravi, ma andare a gestire una pubblica amministrazione non è una cosa semplice. Ma una cosa che non sopporto è l’incompetenza delle persone nello svolgere il lavoro per le quali sono pagate (e anche profumatamente). Come fa il comune a far uscire una bando pubblico che non riporta l’incompatibilità di cui sopra, ma di cui ne è convinto?

E se ne è così convinto perchè non lo ha scritto sul bando e non ha riportato i riferimenti normativi (che invece adesso vuole da noi)? E se ne è così convinto, perchè ci ha fatto presentare ugualmente le domande di richiesta voucher senza allegare alcuna rinuncia al bonus inps? Non è un controsenso????

Diverse famiglie di fronte a questa incertezza non ha fatto richiesta del voucher per paura di perdere il bonus inps (sicuramente più certo). E poi come fanno a chiederci di rinunciare al bonus inps se ancora non sappiamo se siamo vincitori del voucher?

Sempre che  l’incompatibilità esista, io posso scegliere (sempre che mi convenga) di tenermi il voucher e rinunciare al bonus inps….ma è una scelta che posso fare solo dopo che sia uscita la graduatoria.

E allora le cose sono  due: o al comune non sanno come si fa un bando (con il rischio di invalidarlo e ciò sarebbe cosa grave), oppure lo sanno bene come si fa e vogliono proprio invalidarlo o fare in modo che molte  famiglie non richiedano il voucher danneggiando così la cooperativa del Magicomondo che è sicuramente la struttura che principalmente ne beneficerà (cosa ancora più grave della prima)…..non ci vuole tanto a farsi due conti e a dedurre che se io diffondo la notizia di  questa famosa incompatibilità molte famiglie per una convenienza economica preferiranno il bonus inps ai voucher (non so se conosci il meccanismo dei voucher ma una volta che si entra in graduatoria la compartecipazione da versare alla struttura è stabilita in funzione dell’isee: più l’isee è alto più paghi. Si presume che le famiglie che attualmente pagano una retta di 240 euro circa al mese abbiano un isee alto. C’è un valore del’isee a partire dal quale, se venisse confermata l’incompatibilità, a noi famiglie converrà rinunciare al voucher e prendere solo il bonus inps). Ma il solo fatto di avere diffuso notizie di cui non hanno la certezza (non dico false perchè se sono così convinti di questa incompatibilità il rif. normativo lo devono uscire fuori) ha spinto diverse famiglie a rinunciarci.

Inoltre, lo scorso anno diverse famiglie hanno usufruito del bonus inps e dei voucher senza alcun problema.

Non so cosa succederà in futuro: sinceramente siamo in attesa di vedere la graduatoria e capire se hanno avuto il coraggio di scartare tutte quelle richieste in cui si è dichiarato di essere beneficiari del bonus inps ma non si è allagata copia rinuncia. Se vengono scartate voglio sapere il rif. normativo; se non vengono scartate hanno solo diffuso notizie false e false preoccupazioni…..non so quale sia delle due la più grave.

E’ giusto adesso che il Comune assuma pubblicamente la sua posizione!

Mi scuso se sono stata lunga, ma sono sicura di avere pure dimenticato qualche altro dettaglio.

Se vuoi puoi pubblicare questa mia segnalazione.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata