Notizie | Commenti | E-mail / 12:34
                    






Campobello di Licata, investì giovane in bicicletta: chiesti 2 anni e 4 messi di carcere

Scritto da il 19 febbraio 2019, alle 06:54 | archiviato in Campobello Di Licata, Cronaca. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Per un uomo di 55 anni di Campobello di Licata, accusato di aver provocato la morte del 26enne Mirek Coniglio mentre stava circolando con la propria bicicletta nei pressi del cimitero del di Campobello di Licata, il pubblico ministero ha chiesto la condanna a due anni e quattro mesi.

Il processo si celebra con il rito abbreviato davanti al Giudice dell’udienza preliminare Luisa Turco.

L’incidente avvenne il 23 agosto dell’anno scorso. Il giovane, figlio dell’ex sindaco di Ravanusa, morì in ospedale il giorno dopo.

La Procura di Agrigento contesta a  il fatto di non aver rispettato la distanza di sicurezza e non aver avuto una condotta di guida prudente. L’incidente avvenne durante un tentativo di sorpasso.

Il processo è stato aggiornato al prossimo 18 marzo.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



3 Risposte per “Campobello di Licata, investì giovane in bicicletta: chiesti 2 anni e 4 messi di carcere”

  1. Lo Curto Giuseppe ha detto:

    Educazione stradale.
    Un ciclista che deve svoltare a sinistra o a destra, cosa fa ?

  2. Lo Curto Giuseppe ha detto:

    Vedete, da queste parti, invece di insegnare ai propri bambini ad andare in bici, si insegna loro ad andare in mini moto super smarmittati !

  3. Lo Curto Giuseppe ha detto:

    Quello che voglio dire è : Che cose del genere possono capitare a chiunque. E l’unica sicurezza è, quella di rimanere dietro il ciclista, a bassa velocità !

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata