Notizie | Commenti | E-mail / 00:15
                    






Bimbo di sei mesi morto in casa: aveva braccio fratturato, disposta autopsia

Scritto da il 22 febbraio 2019, alle 06:04 | archiviato in Costume e società, Cronaca, cronaca sicilia, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

La procura di Ragusa ha disposto l’autopsia sul corpo del bimbo di 6 mesi trovato morto martedì sera in un’abitazione di Comiso (Ragusa), dove abitava con la mamma romena e il suo compagno di origini tunisine.

L’incarico è stato affidato al professor Giulio Di Mizio dell’Università ‘Magna Grecia’ di Catanzaro – un esperto in questo settore, come conferma il procuratore di Ragusa Fabio D’Anna – per conoscere le cause della morte del bambino dopo che ieri la Tac eseguita nel Policlinico di Catania ha riscontrato la frattura del braccio. Al momento però non c’è la certezza che sia avvenuta prima o dopo la morte.

L’abitazione è stata posta sotto sequestro su disposizione del pm Santo Fornasier che sta coordinando le indagini seguite dagli agenti della Polizia. Sia la madre sia il suo convivente sono stati interrogati per ore.

La madre del bimbo Ha lanciato l’allarme, chiamando l’autoambulanza del 118, solo alle 16 del pomeriggio di martedì e secondo la sua versione non aveva verificato le condizioni di salute del bimbo dalle 4 del mattino, ovvero dopo che lo aveva allattato e messo a letto. C’è un buco di 12 ore che gli investigatori intendono ricostruire considerato che un lattante ha bisogno di cure e attenzioni almeno ogni 4-6 ore.

 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata