Notizie | Commenti | E-mail / 11:32
                    






Si finge tassista e la stupra: condannato a 10 anni

Scritto da il 22 febbraio 2019, alle 06:24 | archiviato in Cronaca, cronaca sicilia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Si finge tassista, dà un passaggio a una giovane inglese di 23 anni e invece di portarla a casa accosta l’auto in una stradina di campagna, la violenta e le ruba il cellulare: con l’accusa di sequestro di persona, rapina e violenza sessuale è stato condannato a 10 anni e 6 mesi un pregiudicato disoccupato ed ex precario Pip.

La sentenza è stata emessa dal tribunale di Palermo. I fatti sono del maggio 2017. La ragazza era in compagnia di amiche con cui aveva avuto una discussione e si era allontanata dal gruppo. Camminava di sera in via Roma quando ha visto l’auto  e, scambiandolo per un tassista, è salita sedendosi dietro.

Ha dato l’indirizzo di casa, ma l’uomo, che ha approfittato dell’equivoco, l’ha portata in una zona isolata nei pressi del Forum e l’ha violentata. La giovane è riuscita a chiamare la cugina al cellulare prima della violenza.

Dopo gli abusi, privata del telefono, l’inglese è stata lasciata ferita per strada. Una guardia giurata l’ha soccorsa e portata alla polizia. A lui gli inquirenti sono risaliti grazie alle immagini delle videocamere piazzate nella zona. L’inglese, che insegnava a Palermo, ma che dopo la violenza ha lasciato l’Italia, si è costituita parte civile.

 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata