Notizie | Commenti | E-mail / 20:52
                    








Ripartono i lavori sullaStatale 640: “Confidiamo che Anas manterrà l’impegno di pagare l’acconto promesso”

Scritto da il 28 febbraio 2019, alle 06:28 | archiviato in Agrigento, Caltanissetta, Photo Gallery, Politica, politica sicilia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

I creditori siciliani del gruppo Cmc di Ravenna, con grande senso di responsabilità ed enormi sacrifici economici e a seguito delle interlocuzioni istituzionali, hanno votato all’unanimità la decisione di accogliere le pressanti richieste dei governi nazionale e regionale, nonché dell’Anas e della stessa Cmc, e di riavviare subito i cantieri in Sicilia attuando le opere di messa in sicurezza.

Ripartono quindi i lavori sulle strade Agrigento-Palermo e Caltanissetta-Agrigento. ”La decisione – dice la nota diffusa dal comitato imprese creditrici del gruppo Cmc per le opere pubbliche nella Regione siciliana – è stata presa nonostante le imprese non abbiano ancora ricevuto il promesso acconto sugli oltre 50 milioni di euro di crediti, dando per certo che Anas, d’intesa con Cmc e con la direzione dei lavori, manterrà l’impegno di pagare velocemente i Sal affinché possa essere versato entro il prossimo 12 marzo un acconto di 10 milioni di euro ai fornitori strategici che fanno parte del Comitato”.

“Le imprese attendano inoltre di essere convocate a Palazzo Chigi per un tavolo tecnico che con tutti i protagonisti della vicenda definisca nei termini di legge lo sblocco del pagamento del saldo e la programmazione del completamento dei lavori”.

“Abbiamo risposto ‘sì’ – spiega il comitato dei creditori – unicamente per evitare che venerdì prossimo Anas revochi gli appalti al gruppo Cmc per inadempienza contrattuale. Prima ancora che le nostre imprese e i nostri 2.500 dipendenti abbiamo a cuore l’interesse della Sicilia e delle comunità locali coinvolte dai cantieri rimasti incompiuti. Infatti, con la normativa attuale ci vorrebbero anni per riappaltare i lavori e non si potrebbe mantenere così a lungo una situazione di forte disagio a danno di chi deve percorrere queste strade e di chi ne attende il completamento per sviluppare le proprie attività”.

 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata