Notizie | Commenti | E-mail / 11:03
                    






Pratiche sleali lungo la filiera alimentare, dall’Europa nuovi strumenti a tutela degli agricoltori

Scritto da il 13 marzo 2019, alle 06:22 | archiviato in Economia, Politica, politica sicilia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Sulle pratiche commerciali sleali nei rapporti tra imprese nella filiera alimentare la proposta di direttiva approvata oggi in plenaria a larga maggioranza, è il risultato, secondo l’eurodeputato Giovanni La Via, “di una lunga trattativa che oggi chiude con successo il lavoro su un dossier molto complicato, guidato dal collega Paolo De Castro”.

“Gli squilibri lungo la filiera alimentare dalla produzione alla trasformazione e alla vendita – aggiunge il politico catanese – trovano nella nuova normativa soluzione alle distorsioni del mercato che piegano gli agricoltori, penalizzati dalla forza negoziale dei giganti della distribuzione, mediante pratiche sleali e abusive. La frammentazione della filiera, la battaglia sul prezzo al ribasso, i margini esigui per i produttori agricoli rispetto agli acquirenti commerciali, ritardi nei pagamenti, creano diseguaglianze svuotando le pmi del potere economico e contrattuale, di fatto emarginandole fino a estrometterle dal mercato. Oggi con la nuova normativa l’Unione europea si impegna a correggere certe storture e restituire dignità agli agricoltori, attraverso il riconoscimento di un tenore di vita equo alla comunità agricola”.

Un nuovo modello, quello definito dalla direttiva, che estende l’ambito di applicazione al 100% degli agricoltori, comprendendo tutti i prodotti agricoli, e amplia il campo di applicazione, raddoppiando il numero delle pratiche proibite, passate da 8 a 16, e tutelando i consumatori anche al di fuori dell’Ue. Vietati gli sconti di fine anno sui contratti di fornitura, le vendite promozionali sottocosto a spese degli agricoltori, le cancellazioni last minute dei contratti, le modifiche unilaterali e retroattive, i pagamenti oltre i 30 giorni, sì invece all’istituzione di un osservatorio per il monitoraggio e il controllo dei prezzi, al rafforzamento della cooperazione tra i produttori, e all’obbligo di contratti scritti.

 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata