Notizie | Commenti | E-mail / 16:54
                    






Cartelle esattoriali da 39mila euro, Ignazio Cutrò: “chi può intervenga e aiuti la mia famiglia” (video)

Scritto da il 18 marzo 2019, alle 06:44 | archiviato in Agrigento, Costume e società, Cronaca, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Prima le banche adesso il testimone di giustizia Ignazio Cutrò, deve fare i conti con Riscossione Sicilia che gli chiede di saldare un debito di 39 mila euro.

Abbiamo incontrato Ignazio Cutrò, con lui sua moglie e sua figlia. Il tono di voce di Cutrò è cambiato, gli occhi sono cambiati, c’è tanta rabbia, sconforto.
“Oggi so che ha vinto la Mafia, ha vinto perché ho perso l’azienda e i debiti sono rimasti nel vivo, ha vinto perché la mia famiglia è rimasta senza protezione, ha vinto perché lo Stato non è più interessato alla mia di protezione”, ha commentato Ignazio Cutrò.

E rivolgendosi al Ministro Gaetti, Presidente della Commissione Centrale e precedentemente componente della Commissione Antimafia Nazionale, 
Cutrò ha sottolineato: “Io figlio dello Stato, ho denunciato perchè credo nello Stato e nella Giustizia, ho fatto il mio dovere da cittadino libero, e oggi mi ritrovo a questo punto. Non voglio tirare la giacca, però chi può intervenga e salvi la mia famiglia da questa trincea dove oltre ad essere bersagliati dalla mafia, lo siamo anche da parte, di una parte, delle Istituzioni.”

L’intervista

https://youtu.be/KQ8PwogC00I

 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata