Notizie | Commenti | E-mail / 16:23
                    






Violenza sessuale sul bimbo in campeggio: carcere per il volontario

Scritto da il 22 marzo 2019, alle 06:08 | archiviato in Cronaca, cronaca sicilia, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

La vicenda giudiziaria si è chiusa dopo 13 anni. L”orco’ catanese è stato rinchiuso in carcere per gli abusi sessuali commessi ai danni di un bambino varesino, all’epoca di 8 anni, commessi mentre il minorenne si trovava in un campeggio estivo a Santa Caterina Valfurva (Sondrio).

L’uomo si è costituito nel carcere di Bollate (Milano) dopo essere stato condannato in via definitiva a 5 anni e sei mesi di reclusione. Alfonso Maria Monterosso, nato ad Acireale 76 anni fa e residente a Peschiera Borromeo (Milano), all’epoca delle violenze sessuali prestava opera di volontario per una parrocchia dell’hinterland di Milano nel campeggio della località turistica della Valtellina.

In appello il pensionato aveva avuto uno sconto di pena perché le violenze ai danni di un altro piccolo dello stesso paese in provincia di Varese dove risiedeva l’altra vittima, commesse in precedenza in un altro camping sempre in provincia di Sondrio, si erano nel frattempo prescritte.

All’unica vittima per cui è stato condannato dovrà un risarcimento di 90 mila euro, mentre al secondo ragazzino, quello per cui è subentrata la prescrizione, dovrà versare 50 mila euro, sempre a titolo di risarcimento.

 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata