Notizie | Commenti | E-mail / 19:40
                    






Auto della scuola per viaggi personali, una preside rischia 10 anni

Scritto da il 16 aprile 2019, alle 06:26 | archiviato in Costume e società, Cronaca, cronaca sicilia, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

La preside di un istituto scolastico di Imperia, siciliana, è stata arrestata dai carabinieri con l’accusa di peculato in quanto sorpresa al rientro dalla Francia con l’auto di servizio della scuola usata a fini personali.

I militari hanno atteso che rimpatriasse per fermarla in flagranza di reato alla frontiera di Ventimiglia e portarla in caserma. Per i carabinieri quel viaggio non aveva “alcuna motivazione riconducibile all’attività lavorativa svolta, in più era con familiari”.

Le indagini sono state avviate il mese scorso e avrebbero preso le mosse da una segnalazione interna all’istituto. Secondo i carabinieri l’auto veniva utilizzata non solo in provincia di Imperia, ma anche fuori regione e addirittura oltreconfine.

La 62enne, originaria di Marsala è stata portata nel carcere genovese di Pontedecimo. “Io sono una dirigente, posso autogestirmi”: così ha cercato di giustificarsi la predide. Era stata per oltre un’ora a Mentone (Francia), a pochi chilometri da Ventimiglia.

Dopo una segnalazione i militari hanno cominciato appostamenti e avviato intercettazioni telefoniche e ambientali che hanno portato a individuare più violazioni. Con l’accusa di peculato la donna rischia una pena fino a 10 anni.

 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata