Notizie | Commenti | E-mail / 00:13
                    








Reddito di cittadinanza troppo alto, lo afferma l’Ocse

Scritto da il 29 aprile 2019, alle 06:04 | archiviato in Politica, politica sicilia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Secondo l’Ocse, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, il Reddito di cittadinanza sarebbe troppo alto rispetto ai redditi mensili soprattutto nelle regioni del sud. Il giudizio dell’organismo internazionale è contenuto nel rapporto annuale Employment Outlook pubblicato due giorni fa.

All’interno del documento che si occupa del futuro del lavoro nel mondo, l’Ocse plaude alla novità del sussidio introdotta di recente in Italia ma giudica allo stesso tempo “squilibrato” l’ammontare dell’assegno rispetto alla media degli stipendi italiani, soprattutto di quelli delle regioni meridionali.
In più, il Reddito di cittadinanza, sempre secondo gli esperti Ocse, “è troppo disegnato per favorire i single rispetto alle famiglie” mentre avrebbe dovuto essere l’esatto contrario. Infine il rapporto segnala il rischio di una possibile “trappola del sussidio” in quanto non sarebbe stata dedicata l’attenzione necessaria al superamento del reddito garantito verso un lavoro “vero”.

Nei giorni scorsi era montata una protesta, finita anche sulla pagina ufficiale dell’Inps su Facebook, da parte di molti beneficiari del Reddito di cittadinanza che lamentavano invece l’esiguità delle somme che gli erano state riconosciute.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



8 Risposte per “Reddito di cittadinanza troppo alto, lo afferma l’Ocse”

  1. Lo Curto Giuseppe ha detto:

    Troppo alto, per chi vive di stipendio pubblico !
    Che a mio parere, Vostro Onore, sono i falliti nella vita reale !
    Io sono andato in Germania, e mi è andata male.
    Perché, non erano più gli anni d’oro.
    Che ovunque andavi, trovavi, lavoro e casa !

  2. Lo Curto Giuseppe ha detto:

    Qualche anno fa, a casa dei veri contadini, che poi hanno cambiato mestiere, e non tanto per proprio volere. Emigrando in Germania, per lavoro, c’era una battuta che diceva :
    Caro mio, cosa ne’sai di un campo di grano piantato a patate ?

  3. Lo Curto Giuseppe ha detto:

    Inventano il denaro elettronico, e sei obbligato a fare la spesa da chi ha il POS. Perché da queste parti, il POS, non è obbligatorio ?

  4. Lo Curto Giuseppe ha detto:

    Vedete, se le 500 euro di oggi fossero le 500 mila lire di ieri , per uno come me, che ha incominciato a vivere da solo fin dall’età di 15, ed era l’anno 1978, con uno stipendio di una media di 300 mila lire al mese, non credo che ci sarebbero stati problemi !

  5. Lo Curto Giuseppe ha detto:

    Quello che il signor stipendio pubblico non sa, e’ che chi riceve questo reddito di cittadinanza, da parte dello Stato italiano, ha un dubbio. Il dubbio è quello, di essere trattato da bambino non responsabile o di essere sotto dittatura, che con contentino, ti chiudo la bocca ?

  6. Lo Curto Giuseppe ha detto:

    Il reddito di cittadinanza ha lo scopo di far incontrare domanda e offerta !
    Bello !
    A me, in Germania, mi pagano le trasferte !

  7. Lo Curto Giuseppe ha detto:

    Uno su mille c’è l’ha fa !
    Ai miei tempi si facevano concorsi pubblici per tutta l’Italia. E nessuno ti rimborsava !
    Un vero imprenditore, prima di iniziare, mette in conto il momento di crisi.
    Perché al mondo, non ci sei solo tu. A fare quel determinato prodotto !
    A meno che non sei un Monopolio di Stato !

  8. Lo Curto Giuseppe ha detto:

    Nel 1978, il patto con i miei genitori era :
    Noi ti diamo 300 mila lire al mese, poi te l’ha vedi tu !
    Capito, cari pensionati d’oro & vitalizio ?

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata