Notizie | Commenti | E-mail / 08:56
                    






Ruspe in azione per demolire villa abusiva a Lampedusa

Scritto da il 19 giugno 2019, alle 06:48 | archiviato in Cronaca, Lampedusa. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

E’ una villetta, su un unico piano, la casa abusiva che sta per essere demolita a Lampedusa. Ruspe e forze dell’ordine sono già a Cala Galera, all’interno della riserva naturale gestita da Legambiente. E’ presente, per l’avvio delle demolizioni degli immobili abusivi, anche il procuratore capo di Agrigento Luigi Patronaggio.

Fu proprio il magistrato, insieme all’allora sindaco Giusi Nicolini, nel marzo del 2017 a sottoscrivere il protocollo d’intesa per le demolizioni dei manufatti abusivi. Le sentenze passate in giudicato, per abusivismo edilizio a Lampedusa, sono 54. In molti casi, non si tratta però di interi immobili da radere al suolo, ma di piccoli abusi.

Una ventina i provvedimenti di demolizione notificati negli scorsi giorni. Alcuni degli ormai ex proprietari hanno già deciso, pare, di procedere autonomamente. Altri invece riceveranno la “visita” delle ruspe dell’impresa che ha in appalto i lavori.

Nell’area della riserva naturale Isola dei Conigli, a Cala Galera altre tre villette dovrebbero essere demolite nei prossimi giorni. Una, però, avrebbe già fatto ricorso e dunque sarà necessario attendere e capire se verrà accolta o meno la sospensiva.

Le ruspe sono comunque già in azione: si sta radendo al suolo un immobile tipo “dammuso” con annessa tettoia e un altro piccolo manufatto attiguo. Grande il presidio della Polizia che sta garantendo la regolarità delle demolizioni.

 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata