Notizie | Commenti | E-mail / 11:41
                    






Naro, omicidio Pineau: padre e figlio condannati a trent’anni di carcere

Scritto da il 12 luglio 2019, alle 07:04 | archiviato in Costume e società, Cronaca, Naro, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Il gup del Tribunale di Agrigento Francesco Provenzano ha condannato alla pena di trent’anni di carcere Vasile Lupascu, 44 anni, e il figlio Vladut Vasile Lupascu, 19 anni, accusati dell’omicidio di Pinau Constantin, 37 anni, massacrato a colpi di zappa e bastone lo scorso 8 luglio in un agguato nel quale restò ferita pure la moglie.

Il giudice ha altresì disposto il risarcimento del danno in favore delle parti civili – rappresentate dagli avvocati Francesco Scopelliti e Giovanni Salvaggio – da quantificare in sede civile ma con una provvisionale immediatamente esecutiva pari a 60 mila euro.

L’accusa rappresentata in aula dal sostituto procuratore Antonella Pandolfi aveva chiesto il carcere a vita per entrambi. La terza imputata, Anisoara Lupascu, 39 anni, moglie e madre degli altri due, ha invece scelto il giudizio ordinario e il processo, in Corte di assise, è in fase avanzata. Il giallo, già dopo poche ore, sembrava risolto con l’arresto dell’intera famiglia romena.

Alla base del delitto (ma questo si capirà meglio con il deposito delle motivazioni) screzi pregressi tra i due nuclei familiari. I due imputati sono difesi dagli avvocati  Salvatore Pennica e Diego Giarratana.

 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata