Notizie | Commenti | E-mail / 18:07
                    






33enne di Naro scomparso a Castel Gandolfo. La mamma: “questo lago me l’ha portato via”

Scritto da il 7 agosto 2019, alle 12:53 | archiviato in Cronaca, IN EVIDENZA, Naro, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

«Voglio essere l’ultima madre a piangere un figlio perso in questo lago, ci vuole più sicurezza, non devono permettere che le persone si allontanino sui materassini fino al centro del lago. È troppo pericoloso». Sono queste le parole a un giornalista del Messaggero di Anna Maria, la mamma di Carlo Paolo Bracco volata a Roma ieri insieme al marito Filippo dopo aver appreso la tragica notizia.

COSA È SUCCESSO A CASTEL GANDOLFO?

Carlo Paolo Bracco, 33 anni, originario di Naro ma residente a Roma è scomparso l’altro ieri mentre stava facendo un bagno su un materassino matrimoniale gonfiabile nel Lago Albano di Castel Gandolfo, borgo dei castelli romani in cui si trova una delle residenze estive del Papa.

L’allarme è stato dato da alcuni ragazzi a bordo di un pedalò.

Sul posto, il nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco del distaccamento di Frascati con l’ausilio di un elicottero, i Carabinieri di Castel Gandolfo, gli Agenti del commissariato di Albano, le ambulanze del 118 di Roma e gli operatori del Parco Regionale dei Castelli che staziona dentro il Lago.

 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata