Notizie | Commenti | E-mail / 11:38
                    






Canicattì: se bruciasse la città…..brucia il foro Boario

Scritto da il 17 agosto 2019, alle 13:16 | archiviato in #Esclusiva, Canicattì, Cronaca. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Non  possiamo fare a meno di ricordare una famosa canzone di Massimo Ranieri ” se bruciasse la citta”. In effetti oramai i canicattinesi si stanno abituando alla città che brucia. I roghi sono cosa quoditiana e il fetore di spazzatura e diossina è diventato come l’odore dell’arbre magique nelle nostre auto. Oggi è la volta di Foro Boario, e mi dispiace scrivere che non mi meraviglio neanche un poco.

In quel girone dantesco le fiamme sono l’unica cosa logica che ci potevano stare. Un luogo dove non rispettano i parametri minimi di sicurezza e di vivibilità, solo degli amministratori sui generis avrebbero consentito di tenerlo aperto. Bisogna dire che se in questo nostro paese la ” legge” si preoccupasse di alcune opacità palesi cosi come della maniglia antipanico della panineria del signor Mario Rossi, forse iniziaremmo un pò tutti a pensare che esista.

Giornalisticamente dovrei magari raccontare i motivi che hanno fatto scoppiare l’incendio, ma per rispetto alla mia professione potrei dirvi che mi meraviglio come non sia accaduto prima. Un luogo senza uscite di sicurezza , senza bagni, fino a poco tempo fa senza luce, dove il cittadino è costretto a cammirare su rifiuti e percolato per conferire la spazzatura  e che due volte su tre rischia un incidente con i numerosi compattatorie che entrano ed escono, è un luogo del quale ci si può meravigliare che scoppi un incendio? Chiedere le dimissioni di questi incompetenti e inadeguati ci sembra cosa superflua, non lo hanno fatto per cose molto più gravi. In verita hanno lanciato un’opa sulla nostra salute, prima con l’acqua adesso con l’aria e il cibo. Perchè tutta questa diossina sommata a quella dei numerosi incendi precedenti ci tornerà sulle tavole sotto forma di zucchine, melanzane, pesche, uva etc tec. E questi lì belli e felici a muovere le loro braccine legate al filo teso di lenza trasparente…. ma in un paese senza legge tutto questo è possibile.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



2 Risposte per “Canicattì: se bruciasse la città…..brucia il foro Boario”

  1. Salvo ha detto:

    Forse è finito il fluido magico e il potere risanatore del tanto decantato e apprezzato, dagli scrittori di questo sito, neo Assessore Palermo?

    Ma la sua nomina a dire vostro non doveva essere la panacea di tutti i mali di questa amministrazione?

    già….!

  2. Massimo ha detto:

    Ma se qulacuno nella campagna di sua proprietà accumula la sua spazzatura per poi darle fuoco non è passibile di denuncia, ammenda e pubblica umiliazione??? … Aggiungo che roghi (di spazzatura??) se qualcuno non se ne è accorto nella zona di campagna dietro la circonvallazione e l’ex professionale sono all ordine di ogni notte (per non dare all’occhio?). Non sarebbe il caso di sporgere denuncia contro ignoti…per sicurezza… Magari lo potrebbe fare la stessa amministrazione comunale…o qualche consigliere di opposizione….invece mi pare che ci sia un silenzio ambiguo e preoccupante….Se mi sbaglio Vi prego di fare chiarezza…

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata