Notizie | Commenti | E-mail / 08:13
                    






Il mare siciliano è una “bomba”: neutralizzati 48 ordigni nei fondali

Scritto da il 18 agosto 2019, alle 06:02 | archiviato in Ambiente, Cronaca, cronaca sicilia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

i Palombari del Gruppo Operativo Subacquei (Gos) del Comando Subacquei e Incursori della Marina Militare (Comsubin), distaccati presso il Nucleo Sdai (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi) di Augusta, hanno condotto numerose operazioni subacquee nelle acque della Sicilia che hanno permesso neutralizzare 48 pericolosi ordigni esplosivi e 1.050 munizioni per armi da reparto.

Gli interventi d’urgenza sono stati disposti dalle prefetture di Siracusa, Trapani e Agrigento a seguito della segnalazione, da parte di privati cittadini, della presenza in mare di diversi ordigni esplosivi.

Le operazioni si sono svolte ad Augusta, il 15 e il 22 luglio, dove sono stati rimossi e messi in sicurezza un proiettile di grosso calibro e 50 munizioni da 12,7 mm; a Portopalo, nelle località turistiche di Scalo Mandrie e Baia Kaibo, dove il 13 luglio sono stati bonificati un proiettile di grosso calibro e una cassa contenente 1.000 colpi da 7,7 mm trovati a soli 1,5 metri di profondità e a 50 metri dalla costa; all’isola di Pantelleria, dal 25 al 27 luglio, dove a pochissimi metri dalla costa della località turistica Bue Marino sono stati rimossi 2 proiettili di grosso calibro, 16 di medio calibro e 11 di piccolo calibro; dal porto dell’isola di Lampedusa, dove il 28 luglio sono stati neutralizzati un razzo americano da 2,75 pollici e 16 proiettili da medio calibro, trovati a 5 metri di profondità e a una distanza di 10 metri dalla costa; a Marsala, dove il 31 luglio si sono immersi per effettuare il riconoscimento di un grosso manufatto, che è stato identificato come una bomba tedesca da esercizio, non pericolosa in quanto di cemento.

Tutti gli ordigni ritrovati, risalenti alla Seconda guerra mondiale, sono stati rimossi dal fondo e sono stati trasportati nelle zone di sicurezza dove i palombari li hanno neutralizzati attraverso le procedute in uso per preservare l’ecosistema marino.

 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata