Notizie | Commenti | E-mail / 13:49
                    








Canicattì, “Cavallo di ritorno” sulle buste paga: imprenditore condannato a 5 anni

Scritto da il 18 ottobre 2019, alle 07:06 | archiviato in Canicattì, Costume e società, Cronaca. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Il gup del Tribunale di Agrigento Francesco Provenzano ha condannato alla pena di cinque anni di reclusione l’imprenditore di 59 anni, responsabile di un supermercato di Canicattì. L’accusa a suo carico, sostenuta in aula dal pm Chiara Bisso, è estorsione aggravata.
L’inchiesta della procura agrigentina ipotizza a carico dell’imprenditore il sistema del “cavallo di ritorno” sulle buste paga costringendo alcuni dipendenti a svolgere più ore di lavoro rispetto a quante riportate nel contratto sotto minaccia del licenziamento. Il collegio difensivo è formato dagli avvocati Iannello e Reina. La parte civile è rappresentata dagli avvocati Giarratana e Salvaggio.

 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



2 Risposte per “Canicattì, “Cavallo di ritorno” sulle buste paga: imprenditore condannato a 5 anni”

  1. Scusate la mia ignoranza giuridico – giornalistica, ma non ho mai capito perchè negli articoli di cronaca nera come questo, è necessario indicare al ” ” ludibrio pubblico ” il magistrato che ha emesso, come in questo caso, una giustissima sentenza, mentre del condannato non si fa menzione. Il problema della privacy è solo per chi non osserva la legge da cui sarebbe opportuno ” CANZIARISI “. Lo chiedo a te Cesare Direttore di Canicattìweb per darmi qualche lume sulla questione da me sollevata.

  2. Massimo ha detto:

    Una condanna è un fatto pubblico, il reato è un fatto privato. Personalmente penso che non si può che stimare un pubblico ufficiale alla notizia di aver compiuto il suo dovere e allo stesso tempo sperare nella redenzione del colpevole o nella riammissione dell innoccente.

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata