Notizie | Commenti | E-mail / 13:49
                    








Ritrovata biga rubata a Morgantina: i ladri usarono un elicottero per sollevarla

Scritto da il 19 ottobre 2019, alle 06:28 | archiviato in Costume e società, Cronaca, cronaca sicilia, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

I carabinieri  di Catania hanno arrestato 17 persone per rapina, estorsione, ricettazione e furto di opere antiche. L’inchiesta, secondo i magistrati, ha “consentito di sgominare un gruppo criminale a elevata pericolosità sociale, dedito alla commissione di reati contro il patrimonio nelle province di Catania, Enna e Siracusa”.

Durante le indagini, i militari hanno recuperato, prima che potesse essere venduta al mercato nero delle opere d’arte, la Biga di Morgantina, del 450 avanti Cristo, struttura bronzea scoperta alla fine dell’800 proprio nei pressi dell’attuale sito archeologico di Morgantina in provincia di Enna, rubata nel giugno del 2017 dal cimitero di Catania. Il valore dell’opera è stato stimato in 1.500.000 euro.

Il furto avvenne con un elicottero dalla volta della cappella della famiglia Sollima. Una volta imbragata la biga, del peso di 1.000 chili, è stata sollevata con un elicottero e poi poggiata su un camion. Successivamente è stata divisa: la carrozza è stata nascosta in un garage ad Aci Catena (Ct), i due cavalli occultati in una stanza ‘segreta’ realizzata in una villetta di un antiquario a Piazza Armerina.

Secondo quanto si è appreso, sarebbero stati gli arrestati, intercettati, a ricostruire la dinamica dell’operazione illegale, realizzata con un complice interno al cimitero. Il gruppo criminale dalla vendita dell’opera sperava di poter realizzare due milioni di euro.

L’indagine trae origine da una rapina che fruttò oltre 17.000 euro commessa il 16 aprile 2018 dentro un centro scommesse Snai di San Giovanni la Punta. Sgominata una vera e propria banda bene organizzata, dedita a furti e rapine nelle province di Catania, Enna e Siracusa. Scoperto anche un dipendente infedele di una delle banche del Monte dei Paschi di Siena e un sorvegliante del cimitero di Catania.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata