Notizie | Commenti | E-mail / 13:19
                    








Morì in incidente stradale: condannato in appello l’amico alla guida dell’auto

Scritto da il 20 ottobre 2019, alle 06:48 | archiviato in Agrigento, Cronaca. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Due anni e due mesi di condanna anche in Corte d’Appello nei confronti di un 26enne di Raffadali, alla guida della Fiat Punto che si andò a schiantare nel luglio scorso lungo la Ss 118 – nei pressi del “Villaggio della Gioventù”, contro un’altra autovettura provocando la morte di Salvatore Lombardo, 22 anni.
Confermata di fatto la sentenza emessa in primo grado dal gup del Tribunale di Agrigento Alessandra Vella che aveva escluso, così come avviene anche in secondo grado, l’aggravante della guida sotto effetto di sostanze stupefacenti. In quell’occasione perse la vita il 22enne raffadalese Salvatore Lombardo, deceduto poche ore dopo l’impatto in seguito alle gravi lesioni riportate.

Il ragazzo, che conduceva l’auto su cui era a bordo Salvatore Lombardo e un altro passeggero, – secondo la Procura – avrebbe provocato la morte dell’amico per imprudenza, imperizia e negligenza oltre ad aver violato norme del codice stradale, oltre ad aver cagionato lesioni personali gravi all’altro passeggero e al conducente dell’auto, un 65enne, contro cui si è schiantato. L’imputato è difeso dall’avvocato Davide Casà.



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata