Notizie | Commenti | E-mail / 13:10
                    








Una mamma schiaffeggia il professore: “Ha afferrato mia figlia per un braccio”

Scritto da il 20 ottobre 2019, alle 06:28 | archiviato in Cronaca, cronaca sicilia, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Un docente sarebbe stato schiaffeggiato dalla madre di un’alunna della scuola media a Palermo. Secondo una prima ricostruzione a scatenare l’aggressione è stato l’invito fatto dal docente a una sua studentessa tredicenne, alla quale ha chiesto di non interrompere la lezione e non uscire dall’aula senza autorizzazione.

La ragazzina si sarebbe rifiutata. Per riportarla al suo posto il professore, che insegna storia e geografia, l’avrebbe presa per un braccio per accompagnarla dal corridoio fino al banco. A quel punto la ragazza sarebbe uscita urlando dalla classe per telefonare alla madre: “Mi ha messo le mani addosso, vieni subito”.

La madre della studentessa, scortata dalla nonna, è arrivata di gran corsa alla scuola media. Quindi ha superato la sicurezza, si è diretta nell’aula e avrebbe schiaffeggiato il docente. I colleghi e il personale Ata hanno chiamato la polizia.

Gli agenti intervenuti hanno ascoltato la madre della studentessa, il docente e alcuni colleghi che avevano assistito alla scena. Ora toccherà alla vittima dell’aggressione decidere se sporgere o meno denuncia nei confronti della famiglia. È stato inoltre convocato un consiglio di classe straordinario per valutare la posizione della studentessa, il cui cognome sarebbe già comparso diverse volte nella casella delle note di demerito dei registri scolastici.

 



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata