Notizie | Commenti | E-mail / 06:10
                    








Naro. Una corona alla caserma dei Carabinieri in ricordo delle vittime di Nassiriya

Scritto da il 21 novembre 2019, alle 07:08 | archiviato in Costume e società, Cronaca, Naro, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Martedì pomeriggio, all’interno della locale Stazione dei Carabinieri si è tenuta la commemorazione delle vittime della strage di Nassiriya. La manifestazione, che si ripete ormai da anni, è stata curata dall’Associazione Nazionale Vigili del fuoco in congedo, nella persona di Camillo Giglio.

Una corona di alloro è stata posta davanti l’ingresso della Caserma e abbiamo rispettato un minuto di silenzio in ricordo dei nostri militari caduti in Iraq.

«Ringrazio – dice Camillo Giglio – il sindaco Maria Grazia Brandara, l’assessore Lillo Burgio e tutta l’amministrazione, il comandante Calogero Piraino e tutto il corpo della Polizia Municipale, i giovani studenti della VB della nostra scuola elementare accompagnati dai maestri Marotta e Leone e tutti gli studenti che con cartelloni e tante belle parole, non hanno fatto mancare il proprio supporto in una giornata così importante».

«Ringrazio Camillo Giglio – ha dichiarato Alessia Gallo, giovane volontaria di Naro – per avermi invitata e per organizzare, ogni anno, memorial nel ricordo di tutte le vittime della strage di Nassiriya e di tutti quegli Eroi che hanno sacrificato la propria vita alla causa della legalità e della giustizia.

Essere presente, vedere tanti bambini che, con cartelloni e frasi, hanno ricordato gli anni che abbiamo vissuto con dolore e strazio è sempre un’emozione forte. Il senso di un evento del genere è quello di non dimenticare. Noi giovani che rappresentiamo il presente e il futuro abbiamo il dovere di lottare per vivere in un Paese migliore, e possiamo farlo solo se ricordiamo il passato e seguiamo tutti i messaggi ancora attuali che ci sono stati lasciati da grandi uomini e di cui tutti siamo ereditari.

Con l’occasione, invito i tanti giovani, come me, a prendere parte ad eventi simili, perché marciare in nome della Legalità e Giustizia, ricordare chi ha perso la vita per il Popolo, dai giudici Falcone e Borsellino, al Generale Dalla Chiesa, a Livatino, Saetta e tanti altri che non nomino ma ricordo con orgoglio, è la strada più giusta per rendere migliore la nostra terra: è l’esempio più bello e più importante che possiamo trasmettere alle generazioni future».

Vito Francolino



Loading...


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata