Notizie | Commenti | E-mail / 11:24
                    








Inchiesta Buche d’oro, corruzione all’Anas: 9 arresti

Scritto da il 30 novembre 2019, alle 14:19 | archiviato in Cronaca, cronaca sicilia. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Nove persone sono state arrestate dalla Guardia di Finanza di Catania con l’accusa di corruzione perpetrata nell’esecuzione di lavori di rifacimento delle strade affidati all’Anas Spa (Area Compartimentale di Catania), nella sostituzione di barriere incidentate e nella manutenzione del verde lungo le stesse arterie.

I provvedimenti di oggi riguardano la terza misura restrittiva adottata dall’Autorita’ Giudiziaria, nell’ambito dell’Operazione ‘Buche d’oro’, condotta dal Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Catania che aveva gia’ portato all’emissione di 9 misure cautelari e al controllo di appalti per milioni di euro.

Stamani in Procura presente il Procuratore, Carmelo Zuccaro, in una conferenza stampa sono stati illustrati tutti i particolari della nuova operazione.

Questa la nota stampa ufficiale

Su delega della Procura della Repubblica di Catania, i finanzieri del comando provinciale della Guardia di finanza di Catania hanno dato esecuzione a un’ordinanza di misure cautelari emessa dal Gip del Tribunale di Catania nei confronti di 9 persone (6 in carcere e 3 agli arresti domiciliari) indagate, in concorso, per corruzione compiuta nell’esecuzione di lavori di rifacimento delle strade affidati all’Anas Spa (Area compartimentale di Catania) nonché nella sostituzione di barriere incidentate e nella manutenzione delle opere in verde lungo le medesime arterie.

L’odierno provvedimento è la terza misura adottata dal Gip etneo, nell’ambito dell’operazione “Buche d’oro”, condotta dal Nucleo di polizia economico- finanziaria di Catania, delegata e coordinata dalla Procura che ha già portato all’emissione di 9 misure restrittive, al controllo di appalti per 4 milioni di euro e all’individuazione di profitti criminali per 500 mila euro.

 



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



1 Risposta per “Inchiesta Buche d’oro, corruzione all’Anas: 9 arresti”

  1. salvuccio ha detto:

    Per combattere la corruzione negli appalti basta BLINDARE le gare col metodo della busta chiusa e sigillata dal Prefetto.Una commissione formata da funzionari dipendenti dalMinistero Interni :ing. capo Genio Civile,Prefetto, Questore o suo delegato stabiliscono un ribasso minimo e massimo . Le offerte anomale vengono escluse e segnalate alla Procura e alla Prefettura per essere cancellate dall’Albo Costruttori.Così si evitano ribassi elevati che pregiudicano la qualità dei lavori.Occorre escludere tassativamente le trattative private e le licitazioni private.Solo aste pubbliche aperte a tutti quelli che possiedono i requisiti.Le gare debbono essere pubblicate almeno 30 giorni prima della gara.Abolire il metodo dell’appalto concorso .La mattina della gara ,senza preavviso alcuno,il Prefetto telefona al presidente della commissione appalti e gli comunica che sta arrivando un suo funzionario con busta chiusa e sigillata,accompagnato dai Carabinieri.La busta deve essere aperta alla presenza delle imprese partecipanti.Tutte le offerte che escono fuori dall’INTERVALLO vengono immediatamente escluse.Le offerte ammesse vengono mediata e si assegna l’aggiudicazione all’offerta che si avvicina di più per difetto alla media.Per blindare le offerte consiglio un ribasso minimo del 2 % e un massimo del 10 % in modo tale che la media venga il 5,6 %.Le offerte anomale per ribasso eccessivo in difetto o in eccesso vengono cancellate dall’ALBO per 1 anno la prima volta.Per 4 anni la seconda volta e a vita in caso di recidiva.Purtroppo le pene sono ridicole e i mariuoli corrono UN RISCHIO CALCOLATO.In genere il comitato affaristico elegge un collettore di tangenti che poi distribuisce le mazzette:il collettore più affidabile è il Sindaco o l’Assessore ai LL.PP. in modo che tutti sono sulla stessa barca e se fanno cadere il Sindaco si tiene il MALLOPPO,così si garantisce la sindacatura e la prossima elezione perchè il SISTEMA è ben rodato.Per evitare che qualcuno SGARRI è importantissimo ,qasi indispensabile,la presenza del capobastone che dà prestigio e VALORE LEGALE al contratto scellerato,garantisce inoltre la massima segretezza e tappa la bocca ai deboli di cuore che tenuti in isolamento si danno pentiti e CANTANO.Gli appalti più ricercati sono quelli finanziati dalla Cassadel Mezzogiorno .Le dighe in Sicilia attraverso atti aggiuntivi lievitano di 15 volte rispetto al progetto originario,così le autostrade ,le scorrimento veloci Sono numeri impressionanti che fanno venire la vista ai ciechi e che fanno saltare in aria persino il PADRE ETERNO.Per non parlare dei raddoppi dei binari PA- CT,CT- ME , ME-PA,SR-CT e così via discorrendo.

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata