Notizie | Commenti | E-mail / 18:44
                    








Procura apre inchiesta su Scala dei Turchi: il ostone di marna bianca si sta sbriciolando

Scritto da il 9 dicembre 2019, alle 07:08 | archiviato in Agrigento, Ambiente, Costume e società, Cronaca, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

La Procura di Agrigento ha aperto un’inchiesta – a carico di ignoti – per inosservanza delle norme a tutela dei beni artistici, culturali ed ambientali sulla situazione nella Scala dei Turchi, a Realmonte (Ag), dove anche, negli scorsi giorni, si sono registrati cedimenti dal costone di marna bianca.

Nei prossimi giorni in tanti saranno sentiti dalla Capitaneria di porto di Porto Empedocle (AG)che ha ricevuto la delega da parte della Procura. La Scala dei Turchi è uno dei tratti di costa più suggestivi della Sicilia sul litorale agrigentino e si sta sbriciolando. Massi e pietre sono venuti giù nei giorni scorsi a causa del maltempo.

Il costone di marna bianca della Scala dei Turchi, candidato a diventare patrimonio dell’Unesco, infatti si sta sbriciolando. A lanciare l’allarme, documentando con foto e video, per i distacchi è stata l’associazione ambientalista MareAmico. E dopo questa nuova denuncia, la Procura di Agrigento, coordinata dal procuratore Luigi Patronaggio, ha aperto un fascicolo d’inchiesta a carico di ignoti.

“L’eccessiva cementificazione tutto intorno ha modificato il normale deflusso delle acque meteoriche e poi l’esagerata frequentazione dei luoghi ha fatto il resto – ha spiegato Claudio Lombardo, responsabile di MareAmico – Ormai sono anni che documentiamo l’abbandono di questo luogo. Urge una programmazione e una seria gestione del sito con il contingentamento delle presenze”.

Dopo questi nuovi cedimenti, Lillo Zicari sindaco di Realmonte (Ag), nel cui Comune ricade la Scala dei Turchi, ha firmato un’ordinanza di interdizione della zona Ovest della falesia. E lo ha fatto per “scongiurare pericoli per la pubblica incolumità”. “Questa decisione – ha assicurato Zicari – non limita la fruizione del bene che rimane, quasi nella sua interezza, libero da interdizioni”. La zona chiusa sarà quella di Punta Majata.

 



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata