Notizie | Commenti | E-mail / 18:23
                    








Licata, maxi truffa all’Inps: inizia dopo quasi 10 anni processo a 61 imputati

Scritto da il 13 dicembre 2019, alle 06:36 | archiviato in Cronaca, Licata. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

A distanza di tre anni dal rinvio a giudizio, quasi dieci dai fatti contestati e con un imputato che nel frattempo è deceduto, si è aperto di fatto questa mattina il processo a carico di 61 persone (62 in origine) accusate di aver creato appositamente delle società agricole di fatto inesistenti al fine truffare l’Inps ottenendo il rimborso per trattamento fine rapporto, indennità di malattia, disoccupazione e contributi per la pensione tramite l’assunzione fittizia di braccianti agricoli. Le accuse, a vario titolo, sono associazione a delinquere, falso, truffa. I reati contestati risalgono al periodo 2010-2013.

Davanti i giudici della seconda sezione penale presieduta dal giudice Wilma Angela Mazzara con a latere i giudici Manfredi Coffari e Fulvia Veneziano, è comparso il luogotenente dei carabinieri Castronovo, uno degli investigatori che ha svolto le indagini.

In una deposizione “fiume” – rispondendo alle domande del pm Antonella Pandolfi e del collegio difensivo – il militare dell’Arma ha passato al setaccio, una per una,  tutte le posizioni degli imputati coinvolti. Si torna in aula il 3 marzo.

 



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata