Notizie | Commenti | E-mail / 03:10
                    








Prima la seduce, poi le ruba 5 mila euro: lo denuncia in ritardo e il giudice lo proscioglie

Scritto da il 17 gennaio 2020, alle 06:18 | archiviato in Costume e società, Cronaca, cronaca sicilia, Photo Gallery. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Conosce su una chat una donna di Mazara di 22 anni più anziana di lui, la corteggia, ottiene un prestito di 5 mila euro, ma poi, deluse le aspettative d’amore, lei lo denuncia per truffa, facendolo finire sotto processo davanti il Tribunale di Marsala. Ma la querela è stata presentata in ritardo e per questo il giudice monocratico Vito Marcello Saladino ha prosciolto il protagonista della vicendadi 52 anni, di Cinisi (Pa).

I fatti contestati si sarebbero svolti dal settembre 2012 al febbraio 2013. Secondo l’accusa dopo avere agganciato sulla chat un sito on line di incontri ed averla poi insistentemente corteggiata, facendole intendere di voler avviare con lei una relazione sentimentale, ottenne da lei un prestito di 5 mila euro.

Somma che la donna, che adesso ha 74 anni (67 all’epoca dei fatti), gli diede in due tranche. Denaro che non avrebbe più rivisto. Come pure l’amore. Scatta, quindi, una denuncia-querela per truffa, ma per il giudice e la difesa è stata presentata dopo i 90 giorni previsti dalla legge.



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata