Notizie | Commenti | E-mail / 19:57
                    








Comitato 2021: Migliaia di avvisi di accertamento tributari non sono dovuti lo afferma il SINDACO

Scritto da il 6 febbraio 2020, alle 14:29 | archiviato in Canicattì. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Riceviamo e pubblichiamo in maniera integrale. A eventuali repliche sarà concesso lo stesso spazio.

IL PAPOCCHIO

Grazie all’intervento di questo Comitato Civico 2021 e all’incisiva presa di posizione della stampa in particolare della testata Canicattì WEB , il Sindaco e l’Amministrazione Comunale confermano l’esistenza di migliaia di avvisi di accertamento tributari non dovuti quindi migliaia di richieste di pagamento “INGIUSTI”.

Ci permettiamo ringraziare il Presidente del Consiglio Comunale Avv. Alberto Tedesco che ha avuto il coraggio di prendere netta posizione a favore dei Cittadini.

Il Sindaco chiede SCUSA ai Cittadini , questo non basta come non basta un frammentario invio di revoca degli avvisi  di accertamento, deve essere emanato un provvedimento di revoca generale di tutti gli avvisi inviati.

I Cittadini si chiedono come si fa ad avere fiducia in un’amministrazione che non distingue i tributi che devono essere pagati da quelli che non lo devono essere ?

Ci dispiace sentire dichiarare che se il cittadino non ritiene di dovere pagare deve fare ricorso, dichiarazioni infelici come quelle del “pagare e sorridere” , un cittadino non può essere costretto a pagare un avvocato per fare ricorso per un tributo che non spetta pagare , è più corretto rivedere tutti gli avvisi di accertamento per correggerli.

Si vorrebbe chiedere al SINDACO se è accettabile che lo stesso e la Sua amministrazione stiano spargendo tanta odiosità nei confronti dei Cittadini ?

l’Assessore Messina  deve spiegare ai cittadini di chi sono le responsabilità , se è stato un errore per incompetenza o si voleva rappresentare una volontaria consistenza finanziaria fittizia ?

I Cittadini chiedono, ancora, all’Assessore Messina di conoscere chi è il responsabile di questo disastro e chi deve pagare il danno provocato dell’invio degli avvisi  di accertamento sbagliati .

Si dice che siano stati spesi € 90.000,00 per l’invio degli avvisi di accertamento, tali danni chi li deve pagare ?

ASPETTIAMO CHE VENGANO DATE RISPOSTE CERTE E NON PAPOCCHIATE

 

Canicattì 06/02/2020

 

IL SEGRETARIO

Calogero Giarratana

IL PRESIDENTE

Giuseppe Giardina

 



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



1 Risposta per “Comitato 2021: Migliaia di avvisi di accertamento tributari non sono dovuti lo afferma il SINDACO”

  1. luca costa ha detto:

    insistete per un comunicato ufficiale scritto, perché con questi signori non è possibile avere fiducia con le parole.
    Siccome molto probabilmente non faranno niente, e, visto che le date per essere ricevuti al comune oltrepassano i 60 gg consentiti, che venissero ufficialmente posticipate le date di scadenza. Saluti Luca

Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata