Notizie | Commenti | E-mail / 08:17
                    








Accoltella e minaccia un uomo: arrestato 26enne

Scritto da il 15 febbraio 2020, alle 06:48 | archiviato in Agrigento, Cronaca. Puoi seguire ogni risposta attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o un trackback a questo articolo

Un 26enne di Ribera (AG), già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato per lesioni, porto abusivo di armi, minacce e resistenza a P.U, dopo aver aggredito con un coltello un 41enne del posto.

Il riberese di 41 enne prima ha chiamato la Tenenza dei Carabinieri chiedendo aiuto, e poi si è presentato in caserma, ancora in pigiama, particolarmente agitato e con il volto insanguinato, e ha raccontato di essere stato svegliato dalle grida dei passanti e dal forte odore di bruciato proveniente dall’esterno. Una volta affacciato dalla sua abitazione proprio nel centralissimo Corso Umberto I, ha visto la sua auto coperta dalle fiamme. Immediatamente è sceso le scale e tra lo sgomento dei passanti che nel frattempo si adoperavano inutilmente per spegnere l’incendio, il 26enne, S.A., si è avvicinato in sua direzione facendogli segno di seguirlo; il giovane, repentinamente, ha estratto dalla giacca un coltellino cercando di colpirlo con un fendente al volto. A quel punto la vittima dopo essere stata colpita al labbro, sanguinante, è scappata in direzione della caserma, mentre l’aggressore continuava ad urlare minacciandolo di morte.

Immediatamente, i militari hanno battuto le strade della città, in cerca dell’assalitore. Giunti presso il corso Umberto I, l’auto era già completamente in fiamme e l’assalitore ancora lì. Riconosciuto grazie alla minuziosa descrizione fatta dalla vittima, i militari, nonostante la strenua resistenza, sono riusciti a bloccarlo, immobilizzarlo e portarlo nell’auto di servizio. Dalla perquisizione effettuata dai militari, oltre al coltellino utilizzato per colpire la vittima, hanno rinvenuto anche un accendino. Il 26 enne di Ribera, già noto alle forze dell’ordine è stato arrestato in flagranza di reato per lesioni, porto abusivo di armi, minacce e resistenza a P.U.

Le indagini dei Carabinieri, coordinate dalla Procura della Repubblica di Sciacca (AG), stanno continuando al fine di ricostruire nel dettaglio la vicenda e di fare luce anche sull’incendio dell’auto.

 



loading..


   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF



Lascia un commento

Tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero nelle varie sezioni della testata CanicattiWeb.com.
Ferma restando la piena libertà di ognuno di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti, i contributi non dovranno in alcun caso essere in contrasto con norme di legge, con la morale corrente e con il buon gusto.
Ad esempio, i commenti e i nickname non dovranno contenere:
- espressioni volgari o scurrili
- offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale
- esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie punite dalla costituzione

I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti non verranno pubblicati.
Si raccomanda di rispettare la netiquette.


Spazio Pubblicitario

Loading...




CanicattiWeb.com su Facebook

Sondaggio

Commenti recenti


Testata giornalistica online registrata presso il Tribunale di Milano n° 272 del 10/06/2009 - ISSN: 2035-6617 -
| Versione SPD | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata